Deposit
Foto illustrativa.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
SPAGNA
3 ore
A soli due mesi di età, arriva morto alle Canarie
Un'altra piccola vittima della rotta migratoria: in cinque gommoni erano in 283
REGNO UNITO
3 ore
Un richiamo annuale, «per molti anni a venire»
Senza i vaccini la «struttura fondamentale della nostra società sarebbe minacciata», ha affermato Albert Bourla
AUSTRIA
4 ore
«Non sono né un santo né un criminale»
Una decisione presa dopo la nascita del figlio, nei giorni scorsi
VIDEO
STATI UNITI
5 ore
Alec Baldwin dice di «non aver premuto il grilletto»
Prima intervista in tv per l'attore dopo la tragedia di "Rust". Come è finito il proiettile sul set? «Non ne ho idea»
MONDO
6 ore
«Aiutate i paesi poveri, o sarà un continuo di nuove varianti»
L'avvertimento è arrivato dalla capo economista dell'OCSE, Laurence Boone
MONDO
8 ore
Chi arriva dall'estero ripudia vivere a Roma
Chi se ne va dal proprio Paese si trova alla grande a Kuala Lumpur, Malaga e a Dubai, malissimo invece a Roma
STATI UNITI
17 ore
Omicron sbarca negli Usa
Un primo caso registrato in California mette in allarme le autorità sanitarie. E anche la Borsa
STATI UNITI
19 ore
Astroworld: metà delle famiglie delle vittime rifiuta l'offerta di Travis Scott
Il rapper si era offerto di pagare le spese per i funerali dei giovani che hanno perso la vita durante il suo concerto
Francia
19 ore
Parla un sopravvissuto: «Abbiamo aspettato i soccorsi per dieci ore»
Mohamed Isa Omar ha ripercorso il tragico evento dello scorso mercoledì in cui hanno perso la vita 27 persone
STATI UNITI
21 ore
Donald Trump positivo al Covid già prima del dibattito con Joe Biden?
È la tesi dell'ex-capo del personale della Casa Bianca che ne parla nel suo libro, per il magnate però sono «fake news»
GERMANIA
23 ore
29enne dell'ISIS condannato all'ergastolo per «genocidio»
Una sentenza storica, la prima che riconosce il genocidio dello Stato islamico contro il popolo Yazida
MONDO
20.10.2020 - 11:060

Rubano 20'000 dollari e li versano in beneficenza

Degli hacker si stanno comportando alla "Robin Hood", ma gli esperti non sono convinti: «È per il senso di colpa?»

Gran parte delle associazioni benefiche, comunque, hanno dichiarato che non accettano soldi provenienti da atti criminali

NEW YORK - Un gruppo di hacker ha donato in beneficenza una gran somma di denaro, precedentemente rubata, a due associazioni a favore dei bambini e delle persone più in difficoltà.

Si tratta di due donazioni in Bitcoin dal valore di circa 10'000 dollari, ed è una prima volta per il cybercrimine, che ha lasciato gli esperti piuttosto sconcertati.

Gli hacker, attivi principalmente sul darknet, sostengono di aver estorto milioni di dollari a diverse aziende, ma con l'obbiettivo di «rendere il mondo un posto migliore», come riporta la Bbc.

Il post sul darknet - Il 13 ottobre, gli hacker autori del gesto hanno pubblicato un post su un blog, affermando di aver preso di mira grandi aziende redditizie. Con degli attacchi ransomware, i cybercriminali tengono in ostaggio i sistemi informatici delle imprese, fino al pagamento di un riscatto. 

Un classico crimine nel 2020, ma questa volta con un risvolto benefico: «Pensiamo che sia corretto che una parte del denaro vada in beneficenza» spiegano poi gli hacker, «non importa quanto pensiate che il nostro lavoro sia pessimo, siamo felici di sapere che abbiamo aiutato a cambiare la vita di qualcuno. Oggi abbiamo inviato le prime donazioni», scrivono, allegando le ricevute come prova.

Le associazioni - I cybercriminali hanno inviato le due donazioni a due enti di beneficenza, The Water Project e Children International.

Children International, che aiuta e sostiene bambini, famiglie e comunità in diversi Paesi del mondo ha dichiarato che non si terrà il denaro ricevuto. Lo ha confermato un portavoce alla Bbc: «Se la donazione è legata a un attacco hacker, non abbiamo intenzione di tenere i soldi».

Il Progetto Acqua, che lavora per migliorare l'accesso all'acqua pulita nell'Africa subsahariana, non ha invece risposto alle richieste di commento.

Una mossa che preoccupa gli esperti - La strategia degli hacker viene vista come uno sviluppo particolare e preoccupante, sia moralmente che legalmente, da parte degli esperti in cybercrimine.

Brett Callow, analista delle minacce presso la società di sicurezza informatica Emsisoft, ha dichiarato al portale britannico che questo modo d'agire è nuovo e alquanto curioso. Sulla domanda del perché, Callow non è sicuro: «Forse aiuta ad alleviare il loro senso di colpa? Vogliono essere percepiti come personaggi alla Robin Hood piuttosto che come estorsori senza una coscienza?» si chiede l'esperto.

In ogni caso, è un passo molto insolito: «per quanto ne so, è la prima volta che dei criminali donano in beneficenza una parte dei loro profitti ottenuti tramite riscatto».

Il gruppo hacker coinvolto è relativamente nuovo sulla scena, ma sembra avere contatti e legami con altri gruppi criminali online, e un'analisi del mercato delle cripto-valute conferma che stanno attivamente estorcendo fondi alle vittime.

La piattaforma online - Anche il modo in cui gli hacker hanno donato la somma è motivo di preoccupazione da parte delle autorità. Le donazioni sono infatti state fatte attraverso la piattaforma "The Giving Block", che permette contributi in criptovalute e che è utilizzata da numerosi enti, anche noti, tra cui Save the Children o Rainforest foundation.

Un portavoce della piattaforma ha confermato al quotidiano inglese di non essere al corrente del fatto che queste donazioni siano state fatte da cybercriminali. «Se si scoprisse che queste donazioni sono effettivamente state fatte usando fondi rubati, inizieremmo naturalmente il lavoro per restituirli al legittimo proprietario».

Tuttavia, The Giving Block non ha fornito dettagli su quali informazioni raccolgono sui loro donatori. 

Nel frattempo, sono già molti gli enti che hanno dichiarato che non prenderanno mai consapevolmente del denaro ottenuto attraverso atti e modalità criminali.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-02 14:14:07 | 91.208.130.89