ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
PAESI BASSI
1 ora
Arrestati in aereo pronti a decollare, erano in fuga dalla quarantena
Fuggiti da un hotel, si erano imbarcati e stavano per partire verso la Spagna: l'intervento all'ultimo delle autorità
STATI UNITI
2 ore
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
FRANCIA
15 ore
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
LE FOTO
REPUBBLICA CECA
16 ore
Il Presidente nomina il premier... da un box in plexiglas
Il Presidente Milos Zeman è infatti positivo al coronavirus, e ha dovuto nominare il Primo ministro da un box
STATI UNITI
18 ore
Parte un colpo di pistola, e un 13enne uccide un bimbo di cinque anni
Un'altra tragedia delle armi negli Stati Uniti: si presume sia stato un atto involontario, durante un gioco
PERÙ
18 ore
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
NUOVA ZELANDA
20 ore
All'ospedale in bicicletta per partorire: la missione della politica neozelandese
Julie Anne Genter aveva già le contrazioni quando ha deciso di salire sul mezzo
ITALIA
23 ore
Scossa di terremoto vicino alle Eolie
La magnitudo è stata di 4,3, l'attenzione è volta ai vulcani
EMIRATI ARABI UNITI
23 ore
Lo sceicco concede la grazia a 870 detenuti
Il gesto coincide con la cinquantesima Giornata nazionale degli Emirati
GRECIA
03.03.2016 - 16:010
Aggiornamento : 20:52

L'appello dell'Ue ai migranti economici: «Non venite in Europa»

Il presidente del Consiglio europeo si è espresso così dopo un incontro con Tsipras

ATENE - "Voglio fare un appello ai migranti economici irregolari, ovunque voi siate: non venite in Europa, non date retta ai contrabbandieri, non rischiate vita e soldi. Significa dare tutto per non avere nulla in cambio. La Grecia o qualsiasi altro stato europeo non saranno più paesi di transito. Le regole di Schengen torneranno di nuovo in vigore". Nel suo giro delle capitali della 'rotta balcanica' in vista del vertice straordinario di lunedì, Donald Tusk ha scelto Atene per lanciare il suo messaggio ai clandestini.

Con flussi dalla Turchia ancora largamente fuori controllo, il presidente del Consiglio europeo cerca di scoraggiare chi si affolla alle porte dell'Europa con una dichiarazione. Rilanciata via Twitter mentre la Francia (che proprio oggi ha avuto la conferma di un aiuto da 22 milioni di euro da Londra) continua lo smantellamento della "giungla di Calais", nonostante la cruenta protesta di un gruppo di iraniani che si è cucito la bocca. Intanto al confine tra Grecia e Macedonia un gruppo degli oltre 10mila ammassati attorno a Idomeni ha bloccato un treno per convincere i macedoni ad aprire le porte.

Ad Atene, Tusk è tornato ad incontrare Alexis Tsipras, che ha esplicitamente chiesto "sanzioni" per chi "non rispetta i Trattati", prendendo "decisioni unilaterali" di chiusura delle frontiere come l'Austria, e per chi non vuol sentire parlare di solidarietà europea sul piano Ue per i migranti, come i paesi dell'est. In serata, da Ankara, il presidente del Consiglio ha illustrato la sua idea di dissuasione: organizzare sistematici rientri massicci di irregolari dalla Grecia alla Turchia. Meccanismo già previsto per la missione che la Nato sta organizzando nel Mar Egeo e che secondo Tusk "spezzerebbe il 'business model' dei contrabbandieri".

Intanto la Commissione ha preparato la sua 'roadmap' per salvare Schengen entro novembre. Il ritorno delle frontiere, per la presidente degli industriali europei Emma Marcegaglia, "bloccherà il mercato interno e interromperà in modo grave la catena di valore". E l'esecutivo nella premessa della 'roadmap' ha indicato una stima di costi spaventosi: senza Schengen, in 10 anni la Ue sconterebbe una mancata crescita tra 500 e 1.400 miliardi di euro e dovrebbe sostenere costi vivi tra 5 e 18 miliardi l'anno. Il Commissario Dimitris Avramopoulos presenterà ufficialmente domani la 'roadmap'. Detta i tempi alla Grecia, prevede che si ridisegni di fatto la frontiera esterna a partire dal 13 maggio, ma punta ad avere un vero corpo europeo di Guardie di frontiera e guardacoste operativo già durante l'estate e pienamente funzionante da novembre.

Proposte che si scontrano con la riluttanza e le divisioni che continuano ad emergere vertice dopo vertice. Per preparare l'appuntamento di lunedì prossimo il premier italiano Matteo Renzi oggi ha parlato con la Cancelliera tedesca Angela Merkel ed il premier olandese Mark Rutte, titolare della presidenza di turno. Intanto in un bilaterale ad Amiens il premier britannico David Cameron e il presidente francese François Hollande sono tornati a chiedere alla Russia che fermi i bombardamenti dei moderati in Siria, dove un simulacro di tregua permette a stento il flusso di aiuti verso le città distrutte da sei anni di guerra.

ats ansa


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-29 10:34:49 | 91.208.130.85