Cerca e trova immobili

LOCARNO FILM FESTIVALCesare Pavese (e Deva Cassel) in Piazza Grande

04.08.23 - 06:30
"La bella estate" e "Čuvari formule" sono il menù di questa sera
MATTEO VIEILLE
Cesare Pavese (e Deva Cassel) in Piazza Grande
"La bella estate" e "Čuvari formule" sono il menù di questa sera

LOCARNO - In Piazza Grande doppia proiezione dalle 21.30: "La bella estate" di Laura Luchetti e "Čuvari formule" di Dragan Bjelogrlić.

Nel primo film in programma questa sera, ambientato nel 1938, troviamo la giovane Ginia, appena trasferitasi a Torino dalla campagna. In cerca di avventure, scopre l’affascinante mondo della bohème e si lega a un pittore. La modella che le ha fatto da tramite per questo ambiente, Amelia, è una donna sensuale, libera, diversa da qualsiasi altra persona. Durante la sua “bella estate” Ginia cede al primo grande amore, celebrando il coraggio di essere veramente se stessa. «Questo film parla di una ragazza e del suo corpo che cambia, trasportata dal desiderio di esistere, di essere vista e amata. Si trova in quel momento della vita in cui si diventa adulti, in cui si trattiene il fiato e si mette in atto la più grande libertà: scegliere come amare» spiega Laura Luchetti.

La seconda proiezione è questa co-produzione serba, slovena, montenegrina e macedone del nord. Ottobre 1958, la guerra fredda è al suo culmine. Un gruppo di giovani scienziati comunisti, irradiato da una dose letale di uranio, è inviato a Parigi per essere curato dal prof. Mathé. Certo che stessero costruendo un'arma nucleare, Mathé propone il primo trapianto in assoluto di midollo osseo umano. Intende condurre un esperimento su degli esseri umani, oppure vuole veramente aiutarli? Come afferma il regista Dragan Bjelogrlić, «il mondo è diviso ideologicamente ed economicamente. Siamo di nuovo sull'orlo di una grande guerra. Solo l'umanità e l'empatia ci possono salvare. Ho cercato di esplorare come la formula della morte possa diventare la formula della vita».

 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE