Immobili
Veicoli

MASSAGNOPreventivo 2023, investimenti per 5 milioni e mezzo di franchi

17.11.22 - 13:23
Il Comune prevede un disavanzo di 520mila franchi.
Foto Municipio Massagno
Preventivo 2023, investimenti per 5 milioni e mezzo di franchi
Il Comune prevede un disavanzo di 520mila franchi.

MASSAGNO - Investimenti per cinque milioni e mezzo di franchi e un disavanzo di cinquecentoventi mila. Sono alcuni dei numeri del preventivo 2023 del Comune di Massagno. 

«Il risultato è condizionato dall’attuale situazione geopolitica internazionale e dall’elevato tasso di inflazione - spiegano dal Comune - e questi fattori si traducono, dal lato finanziario, in un aumento dei costi energetici (illuminazione pubblica ed edifici pubblici) quantificato in un + 25% (+fr.70'000) e di quelli per i consumi legati ad acqua e riscaldamento per circa il 30-40% (+fr.50'000)».

A questo si aggiunge l’aumento dei tassi di interesse sui prestiti «che comportano un aggravio di quasi 200'000 franchi». Viene inoltre considerato un carovita per i dipendenti comunali stimato al 3%. 

Come nei precedenti preventivi «lo spettro fiscale dei contribuenti massagnesi è costituito per il 90% da persone fisiche, mentre le persone giuridiche rappresentano il restante 10% delle entrate contributive suddiviso tra diverse società». 

Per quanto concerne gli investimenti previsti «essi raggiungono la cifra netta di 5'549'500 franchi, di cui 3'099'400 riguardano crediti già votati e 2'450'100 crediti attualmente in esame».

Tra i crediti già votati vi sono la quota PTL/PAL (fr.384'700), l’incrocio Arizona tra via S. Gottardo e via Tesserete (fr.450'000), diversi crediti per canalizzazioni (fr.1'376'900) e il Consorzio depurazione acque Lugano e dintorni (fr.422'900).

«Per quanto riguarda i crediti in esame citiamo in particolare diverse opere per canalizzazioni (fr.360'000), la riqualifica degli spazi attorno al comparto centrale e relativo parco civico (fr.300'000), nonché il risanamento di Casa Chiattone (fr.250'000)» sottolineano. 

A fronte di tutto ciò «il Municipio propone di lasciare invariato il moltiplicatore politico al 77%, sulla scorta anche di un capitale proprio consistente che si attesta attorno all’importo di 10 mio di franchi, garantendo ampia stabilità alla gestione delle finanze comunali per il 2023».

 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE