Immobili
Veicoli
Ti Press
CANTONE
26.05.2022 - 18:370
Aggiornamento : 23:43

Giovani ucraini e i compiti in vista dell'autunno

Alcuni deputati della Lega chiedono lumi su come il Decs si sta organizzando il vista del prossimo anno scolastico.

BELLINZONA - Con lo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina, molti profughi sono giunti nel nostro Paese chiedendo accoglienza e solidarietà. Oltre a pochi uomini e molte donne, ci sono diversi giovani ai quali va garantita un'adeguata scolarizzazione a tutti i livelli (scuola dell’infanzia, scuola elementare e scuola media).

Consci che l'organizzazione non sarà semplice - su tutto trovare insegnanti adatti e preparati nelle diverse sedi - alcuni deputati hanno presentato un'interrogazione al Consiglio di Stato in vista dell'anno scolastico 2022/23. I firmatari - il primo è Massimiliano Robbiani (Lega) - sottopongono al Decs una serie di domande che spaziano dal numero di allievi, classi e docenti previsti, alla formazione necessaria a questi ultimi, fino alla stima dei costi supplementari che si genereranno.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-27 04:15:45 | 91.208.130.87