Immobili
Veicoli

CANTONE«Poca chiarezza, poca trasparenza, un bel casino»

10.10.20 - 13:32
La Magistratura ticinese secondo l'MPS che ha presentato oggi un'Interrogazione al Consiglio di Stato
Archivio Tipress
«Poca chiarezza, poca trasparenza, un bel casino»
La Magistratura ticinese secondo l'MPS che ha presentato oggi un'Interrogazione al Consiglio di Stato

BELLINZONA - «Poca chiarezza, poca trasparenza, un bel casino», così l'MPS riassume la situazione all'interno della Magistratura ticinese: «prima il caso Gobbi e poi il messaggino mandato dal giudice Ermani al Procuratore Generale», di cui si è data notizia proprio sulle pagine di tio.ch.

Da qui la volontà «di sollevare alcune perplessità in merito alla nomina degli avvocati di picchetto» con un'interrogazione presentata al Consiglio di Stato e che comprende 12 punti chiave.

Fra questi, in causa «la base legale su cui si fondava la delega di competenza affidata al PG Noseda e ai suoi collaboratori per la stesura del regolamento».

Così come diverse questioni riguardante l'Ordine: «Perché tutti i difensori d’ufficio, secondo tale regolamento, devono fare parte dell'OATI?», chiede l'MPS invocando anche lo spettro del «conflitto d'interessi». 

L'interrogazione conclude sollevando questioni riguardo al principio di trasparenza: «In che modo il Ministero pubblico garantisce e controlla l’indipendenza nel processo di designazione dell’avvocato d’ufficio? Qualora questo non fosse un compito del Ministero pubblico, chi in Ticino è incaricato di controllare?».

NOTIZIE PIÙ LETTE