Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
VIDEO
BELLINZONA
3 ore
Scherzi pazzi alla gente per strada: è già clima Rabadan
Il video per le vie della capitale. L’antipasto in vista della 157esima edizione del carnevale più seguito nel Ticino
LUGANO
3 ore
Auto in avaria, code sull'A2
Disagi in direzione nord. Chiusa la corsia di sinistra
BELLINZONA
5 ore
Quale visione per gli over 65?
Un'interrogazione chiede come si intende garantire un'adeguata qualità di vita alla crescente popolazione anziana
COMANO
6 ore
Saltano 12 posti di lavoro alla RSI
Prepensionamenti e non sostituzioni dei partenti, ma non si escludono licenziamenti e diminuzioni del tempo di lavoro
CANTONE
7 ore
Il ruolo dei Comuni nella scuola e per gli anziani
Il Comitato strategico di Ticino 2020 ha sottoposto la sua proposta al Governo. Si verificherà la fattibilità
LOCARNO
7 ore
Non rispetta la precedenza, centrato da un'auto della Comunale
L'incidente è avvenuto ieri sera a Locarno, davanti alla centrale di polizia
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Iniziativa "Strade sicure", in primavera la consultazione
L'iniziativa cantonale vuole vietare il transito ai camion non dotati dei nuovi sistemi di sicurezza
CANTONE
8 ore
La Cantonale ha tre nuovi Ufficiali
Marco Mombelli, Georges Locatelli e Luca Ceresetti sono stati nominati dal Consiglio di Stato
CASTEL SAN PIETRO
10 ore
Medacta potrebbe dover sborsare una decina di milioni
Advanced Surgical Devices, società controllata dal gruppo della famiglia Siccardi, ha subito una condanna (provvisoria) negli Stati Uniti
CONFINE
10 ore
«Li perdono, ma intanto li ho denunciati»
Ladri in azione nella villa di monsignor Grampa. L'ex vescovo di Lugano: «Bottino magro, solo oggetti devozionali»
PARADISO
11 ore
Gran successo per il carnevale di Paradiso
Lo scorso weekend trampolieri, giocolieri e mangiafuoco hanno trasformato il lungolago in un circo a cielo aperto
CANTONE / MILANO
11 ore
«Altro che volante, a me tutto il cruscotto»
Ennesima vittima della banda milanese che, in questo caso, ha colpito la sera di S. Valentino. Il danno? Circa 17mila franchi
LUGANO
11 ore
La fisica solare entra all'USI
Approvata ieri dal Parlamento l'affiliazione dell'IRSOL alla Facoltà di scienze informatiche
FOTO E VIDEO
CONFINE
13 ore
A carnevale questo scherzo non vale: «Sequestrati 100'000 prodotti non sicuri»
La Guardia di Finanza di Como ha requisito parrucche, maschere e cappelli di due esercizi commerciali di Olgiate Comasco e Vertemate Con Minoprio
LUGANO
13.02.2020 - 14:500
Aggiornamento : 15:09

«Non rispettati gli obblighi legali del licenziamento collettivo»

L’MPS parla di “logica ricattatoria” e chiede un piano sociale con i soldi pubblici destinati al salvataggio di Lugano Airport

LUGANO - Nella procedura di licenziamento collettivo dei 74 dipendenti dello scalo il CdA di Lugano Airport avrebbe agito «senza rispettare i relativi obblighi legali». A sostenerlo è un’interpellanza dell’MPS che, partendo dai relativi articoli del Codice dello Obbligazioni (art.335d e seguenti), parla di «licenziamenti abusivi» e di «logica ricattatoria di questo annuncio».

Il Gruppo MPS-POP-Indipendenti cita i passaggi obbligatori previsti dal CO, come ad esempio, «consultare la rappresentanza dei lavoratori e dare loro almeno la possibilità di formulare proposte per evitare o ridurre i licenziamenti»; «informare l’ufficio cantonale del lavoro»; inoltre «la notifica dei singoli licenziamenti non può avvenire che dopo 30 giorni dalla notifica all’ufficio cantonale del lavoro». Da qui la domanda al Governo se «conferma che il CdA interamente composto da rappresentanti di enti pubblici non ha rispettato questa procedura legale?». E di conseguenza che questi «licenziamenti collettivi sono abusivi?».

Ma l’interpellanza solleva anche altre questioni a partire dal piano sociale che secondo l'intepellanza deve «essere realizzato proprio utilizzando (e ne basterebbe una minima parte) quel fiume di denaro pubblico che Zali e soci vorrebbero destinare all’ennesimo inutile salvataggio». 

 

Le domande al Consiglio di Stato

1. Corrisponde al vero che la decisione di licenziare tutto il personale LASA è stata presa dal CdA con decisione unanime da parte di tutti i rappresentanti dei partiti di
Governo e di Municipio?

2. Conferma che i licenziamenti effettuati si configurano come un licenziamento collettivo ai sensi dell’articolo 335 d del CO (almeno 10 licenziamenti in stabilimenti che occupano tra 20 e 100 dipendenti entro un termine di 30 giorni)?

3. Conferma che l’articolo 335e del CO non può essere richiamato nel caso di questo licenziamento collettivo considerato che al momento dell’intimazione non vi era nessuna decisione giudiziaria di fallimento o concordato con abbandono dell’attivo?

4. Conferma che l’articolo 335 f del CO prevede, in prima battuta, che il datore di lavoro che prevede di effettuare licenziamenti collettivi sia tenuto a: consultare la rappresentanza dei lavoratori e dare loro almeno la possibilità di formulare proposte sui mezzi atti ad evitare o ridurre i licenziamenti, nonché attenuarne le conseguenze; informare l’ufficio cantonale del lavoro di questo previsto licenziamento collettivo.

5. Conferma che l’articolo 335 g del CO prevede, una volta esperita la procedura di consultazione definita nell’articolo 335f del CO, che il datore di lavoro debba notificare per iscritto all’ufficio cantonale del lavoro ogni progetto di licenziamento e che tale notifica deve contenere i risultati della consultazione?

6. Conferma che sempre l’articolo 335 g del CO prevede che la notifica dei singoli licenziamenti non può avvenire che dopo 30 giorni dalla notifica all’ufficio cantonale del lavoro?

7. Conferma che il CdA interamente composto da rappresentanti di enti pubblici (Città di Lugano e Cantone Ticino) non hanno rispettato questa procedura legale?

8. Conferma che l’articolo 336 del CO definisce come abusiva la disdetta data nel quadro di un licenziamento collettivo, qualora non siano stati consultati la rappresentanza dei lavoratori ai sensi dell’articolo 335 f del CO?

9. Conferma che, di conseguenza, i licenziamenti collettivi, intimati tra l’altro da un CdA interamente composto da rappresentanti di enti pubblici, sono abusivi?

Commenti
 
vulpus 3 gior fa su tio
Ed eccoci di nuovo, con la sinistra che ha promosso i referendum contro l'aeroporto. Ora si sono resi conto della cazzata che hanno fatto, di fronte all'imminente licenziamento di una settantina di persone, che bene o male rappresentano altrettante famiglie, bittate con il culo per terra. Ora arrivano le proposte alternative di nuovi messaggi in CC, e altre balle varie. Ma vi rendete conto della demenzialità del vostro operato? Vi rendete conto di quanto istrioniche siano le vostre iniziative? Non servono a nulle le vostre proposte : se il referendum a livello cantonale fosse approvato, la città di Lugano si troverebbe da sola ad affrontare economicamente una situazione insosteibile politicamente, visto che l'aeroporto è ritenuto di interesse cantonale. oppure volete proprio che sia solo la città di Lugano a decretarne la fine? Tuute manovre elettorali, pasticcioni.
Bayron 6 gior fa su tio
Altro motivo per sostenere il referendum! No allo scalo della casta
seo56 6 gior fa su tio
LASA combriccola di incapaci!
Meck1970 6 gior fa su tio
MPS porta le proposte per tenere in piedi l'aeroporto. Non solo bla bla bla con i soldi del popolo. O progetti o purtroppo si chiude. Al momento proposte o un qualche progetto per continuare con l'aereoporto non ce ne sono.
Bayron 6 gior fa su tio
@Meck1970 Lo scopo é proprio di chiuderlo e mi auguro al più presto! Basta cattedrali nel deserto a spese dei contribuenti
Meck1970 6 gior fa su tio
@Bayron Per me lo scopo è che resti aperto , ma con gente capace. In Ticino si sta chiudendo tutto. Invece bisogna costruire e investire, come facevano una volta i nostri politici, banche, e gente che aveva i soldi. Investire, costruire vuol dire lavoro e soldi.
GI 6 gior fa su tio
che venga presto la votazione.....che passi il referendum e poi tutti impiegati presso MPS-POP-Indipendenti....!
Bayron 6 gior fa su tio
@GI Possono sempre andare a lavorare a Zurigo o a Ginevra. Non è la fine del mondo. I contribuenti ticinesi e luganesi non sono un ufficio assistenziale.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-19 21:01:01 | 91.208.130.85