LOCARNO
10.10.2018 - 11:250

La Casa Gabi resta al PC

Si è conclusa a favore dei comunisti la vertenza con il Partito operaio e popolare

LOCARNO - La sezione del Locarnese del Partito Comunista conferma che la vertenza tra POP (Partito operaio e popolare) e il Partito Comunista (PC) in merito alla proprietà di Casa Gabi, storica sede del PC, si è definitivamente conclusa.

Il PC, denominato Partito del Lavoro fino al 2007, aveva ricevuto in eredità la casa in via Varenna a Solduno da Gabriella Antognini alla morte di quest'ultima avvenuta nel 1988. Antognini era stata consigliera comunale comunista a Locarno e fino in tarda età militante a favore, in particolare, dei diritti delle donne lavoratrici, sua ad esempio la battaglia per la complementare AVS.

La vertenza era iniziata nel 2016 quando il POP avanzò pretese sulla proprietà della casa, adducendo presunti legami con la storia del PdL cui Antognini apparteneva.

Lo scorso 17 agosto la Pretura di Locarno Città ha respinto la richiesta del POP giudicandola infondata e determinando la legittima appartenenza della casa e del terreno al Partito Comunista, stabilendo inoltre «che il PC è il Partito del Lavoro semplicemente con una denominazione diversa, sfatando quindi le insinuazioni diffuse a sinistra circa una scissione avvenuta in seno allo stesso atta a delegittimare l'attuale dirigenza del Partito Comunista. La decisione è nel frattempo caduta in giudicato e ne diamo notizia con sollievo», scrive il PC in una nota.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-13 06:58:00 | 91.208.130.85