Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
13 min
L'Ambasciatore tedesco a Palazzo delle Orsoline
Norbert Riedel e Christian Vitta hanno discusso di alcuni argomenti di attualità e valutato lo stato delle relazioni politiche e commerciali tra Ticino e Germania
LUGANO / BERNA
22 min
Il caso Jelassi finisce sul tavolo del Consiglio federale
Lorenzo Quadri ha interpellato il Governo chiedendo chiarimenti sulla vicenda dell'imam di Viganello
CAPRIASCA
1 ora
In Capriasca una nuova sezione UDC
L'assemblea costitutiva ha avuto luogo ieri sera
CANTONE
1 ora
Valichi e criminalità: Berna ha fretta
Il Consiglio nazionale si chinerà a breve sul problema dei malviventi "transfrontalieri". L'UDC «preoccupata»
CANTONE
1 ora
Brindisi natalizi, serve un passaggio?
I volontari di Nez Rouge saranno attivi tutti i weekend da ora a San Silvestro. Ecco come raggiungerli
CANTONE / SVIZZERA
1 ora
«Ai cantoni la possibilità di fissare salari economici»
Greta Gysin chiede alla Confederazione di lasciare ai cantoni la libertà di legiferare affinché si possa intervenire e fermare la spirale al ribasso dei salari
BELLINZONA
2 ore
Neofite invasive nella capitale: «Che intenzioni ha il Municipio?»
Henrik Bang interroga l’esecutivo sulla gestione all’interno dei quartieri di Bellinzona
BIASCA
2 ore
Biasca «più ecologica e accessibile»
Il PPD ha presentato tre interpellanze in Consiglio comunale
FOTO E VIDEO
LUGANO
3 ore
I treni circolano normalmente, le auto non ancora
Il carro attrezzi ha evacuato l'auto travolta questa mattina da un treno merci. La sbarra del passaggio a livello ha riportato qualche danno e sono in corso le verifiche tecniche
CANTONE
3 ore
Anche in Ticino è la giornata del suolo
Il Dipartimento del territorio sensibilizza la popolazione sull'uso dei pesticidi, e sui cambiamenti climatici
CANTONE
4 ore
Orario 2020: 27 collegamenti al giorno tra il Ticino e Milano
La rinnovata cadenza oraria sulla linea RE10 è la principale novità del cambio orario TILO. Confermati i cambiamenti introdotti per il cantiere sul lago di Zugo
CANTONE
4 ore
Salario minimo? Il "nì" della Lega
Via Monteboglia contro i 3200 franchi al mese, a meno che si reintroduca la "preferenza indigena"
VERNATE
21.09.2018 - 06:070
Aggiornamento : 08:38

«Alzate la testa e dimostrate che avete la spina dorsale»

La delusione di Giovanni Cossi, sindaco malcantonese. Pochi suoi omologhi lo appoggiano nella lotta contro il contributo di risanamento cantonale: «Ma questi sono soldi dei cittadini»

VERNATE – «Sono deluso. Sembra che i Comuni abbiano paura di offendere il Cantone». Si sfoga, Giovanni Cossi, sindaco di Vernate. Il suo appello, lanciato di recente ai suoi omologhi ticinesi, è caduto nel vuoto. Solo i sindaci di Riva San Vitale e Castel San Pietro l’hanno seguito nella sua lotta contro il contributo di risanamento, misura di sostegno comunale che ogni anno porta nelle casse dello Stato complessivamente 38 milioni di franchi. «Le finanze cantonali stanno meglio – ribadisce il sindaco malcantonese –. Si parla di sgravi fiscali del 5%. Che senso ha, dunque, continuare a versare questo contributo al Cantone?»

Lei, appena ha saputo che lo Stato navigava in acque economiche migliori, si è subito esposto ufficialmente. Perché in pochi l’hanno seguita?
Tutti gli altri, finora, sono stati bravi solo a parole. C’è una sorta di timore reverenziale, accompagnato da un vecchio modo di interpretare la politica. E da argomentazioni assurde.

Di che tipo?
Stiamo zitti perché magari domani abbiamo bisogno un favore… Teniamoceli buoni, quelli del Cantone… Se li urtiamo, ci giocano contro… Sono ragionamenti che sento fare sovente. E che mi irritano.

Molte cose i politici se le legano al dito. Certi timori dei sindaci forse non sono infondati…
È una maniera di ragionare superata dagli eventi. Oggi il dialogo politico dovrebbe essere più aperto. La legislazione ci permette di alzare la voce. Fare valere i propri diritti non è reato.

Le autorità cantonali sostengono che con il progetto Ticino 2020, inerente la riforma dei rapporti tra Cantone e Comuni, molti problemi si risolveranno...
Certo, si vuol fare credere che Ticino 2020 risolverà ogni problema del Cantone. E in tanti ci cascano. Ticino 2020 è stato venduto come rimedio a tutti i mali. Ma non dimentichiamoci che il Ticino sta in piedi se funzionano i Comuni. E se i Comuni non funzionano, siamo tutti fottuti. Io, poi, ho le mie teorie…

Su cosa?
Il Cantone deve smetterla di assegnarci compiti in più e di toglierci risorse. A volte ho il dubbio che quella vissuta negli ultimi 5-6 anni sia stata una strategia del Governo per indebolire i Comuni e per forzarli ad aggregarsi. Sono favorevole alle aggregazioni, ma non in questo modo.

Le sue sono accuse pesanti…
Parto dal presupposto che un sindaco è il capo di un’amministrazione, nominato per fare gli interessi del suo Comune. Punto. Anche per questo non capisco le reticenze degli altri sindaci. Ci sarebbe la possibilità di arrivare a un atto parlamentare, tramite un’iniziativa dei Comuni. Invece, si sta fermi, in attesa. Stiamo parlando di soldi dei cittadini. Il mio è un invito a cuore aperto: alzate la testa e dimostrate che avete la spina dorsale.

Commenti
 
siska 1 anno fa su tio
Mi piace questo uomo cioé il sig. Giovanni Cossi, ha qualcosa che tanti altri non hanno, sembra un signore di quelli che c'erano un tempo tutto d'un pezzo ma molto attivo e moderno.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
John Cox for president ! ! !
TI.CH 1 anno fa su tio
Per fortuna c'è ancora qualche sindaco attaccato al paese e che ha le PALLE di non mandarle a dire ma glie le dice direttamente; Purtroppo gli altri conigli se ne stanno buoni assecondando la politica cantonale proprio perché hanno fifa di dire la verità proprio per quelle ragioni sopracitate, e riguardo al consiglieri ho grandissimi dubbi sulla loro integrità sempre per le stesse ragioni dettate da ..................... forse col tempo dovremo rinominare il nome del cantone in (Timafdranghet)
elvicity 1 anno fa su tio
Bravo Sindaco Cossi.. Lei è un po' come Pronzini.. uno contro tutti. Gli altri forse per non avere gabole preferiscono mettere la testa nella sabbia. Fin che la va !
vulpus 1 anno fa su tio
Il timore reverenyiale indicato si chiama mafia. Facciamo i buoni altrimenti domani non ci danno il dovuto. Se effettivamente questo è l'atteggiamento a Bellinyona, o almeno di alcuni, è scandaloso. Ma siamo orami alla vigilia delle elezioni e i favori ora si sprecano. Quante gabole in sospeso che i cittadini attendono di veder risolte... ma campa cavallo che l'erba cresce. Ha ragione questo sindaco: a Bellinzona dilapidano e i comuni pagano.
albertolupo 1 anno fa su tio
Vai Giuvan, non mollare!
rojo22 1 anno fa su tio
Estensore: “Pochi suoi omologhi lo appoggiano contro lo stop al contributo di risanamento cantonale...” È esattamente il contrario. Un po’ di attenzione non guasta.
elvicity 1 anno fa su tio
@rojo22 sarebbe a dire che l'articolo non è veritiero? come sta succedendo sempre più spesso su questi siti?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-05 15:28:13 | 91.208.130.89