tipress
LUGANO
30.08.2018 - 14:450

SkyWork Airlines: «Tutti a terra»

Il Gruppo Plr di Lugano chiede lumi al Municipio circa la presunta assenza di garanzie nella proposta di rilancio dello scalo luganese

LUGANO - Il "knockout" di SkyWork Airlines ha sollevato un polverone con tutte le premesse per rimanere nell'aria a lungo.

La compagnia aerea, come noto, aveva promesso di rilanciare lo scalo di Lugano, proponendo la tratta con Ginevra a partire dal 29 ottobre. Nessuno si aspettava dunque il Grounding, dichiarato ieri sera. Il gruppo Plr di Lugano tuttavia si domanda: «Non si poteva prevedere?».

Secondo i Liberali radicali, infatti, «si sapeva che SkyWork chiedeva maldestramente in ogni dove finanziamenti, anche a seguito dei ricorsi presso l’Ufficio fallimenti».

Seppure trovi «innegabile la volontà di rilancio dell’aeroporto», per il Plr non sono state rispettate le condizioni e garanzie «più volte richieste dai Consiglieri Comunali e dalla Commissione della Gestione».

Da qui le domande al Municipio, tramite un'interrogazione:

1. Nell’economia reale è d’uso, per affari di una certa importanza, formalizzare e sottoscrivere almeno una lettera di intenti, dove si definiscono oneri e doveri delle parti. Esiste tale documento o equivalente?

2. A SkyWork sono state chieste delle garanzie?

3. Visto che il CdA di Lugano Airport si è riunito il lunedì 27 agosto, con quale potere di delega si è potuto affermare il 23 agosto, con enfasi, che il volo su Ginevra sarebbe stato riattivato a fine ottobre?

4. Con quale mandato è stato avallato il volo?

5. Sono stati controllati i bilanci di SkyWork facendo una vera e propria Due Diligence, controllando dunque a fondo i dati e le informazioni relativi all’oggetto che si stava trattando come farebbe ogni privato che vuole fare un investimento serio?

6. È stato fatto qualche passo di avvicinamento verso Swiss, alle stesse condizioni offerte a SkyWork, invece di cercare aziende che sono risultate poco serie?

7. Il presidente di Lugano Airport non si sente, in questo modo, di aver minato la credibilità del Municipio, di tutto il Consiglio comunale ma soprattutto del futuro dello stesso aeroporto?

8. Il Presidente di LASA ha parlato di un piano B e un piano C. Possiamo conoscere gli attori coinvolti?

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-14 18:56:29 | 91.208.130.89