Ti Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
9 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
11 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
CANTONE / SVIZZERA
11 ore
Sostegno a Carobbio, «senza disperdere voti»
Il PS ringrazia Greta Gysin che con la sua rinuncia concretizza l’appoggio unitario alla candidatura
CANTONE
11 ore
PS, Verdi e Mps pronti al referendum contro il credito per Lugano Airport
I partiti contrari al credito cantonale deciso dalla maggioranza della Commissione della gestione e delle finanze del Gran Consiglio
CANTONE
12 ore
Airolo-Pesciüm, cala il sipario su un'ottima stagione estiva
La vendità delle stagionale "3in1" ha fatto segnare un incremento del 73% rispetto al 2018
LUGANO
12 ore
L'Ambasciatrice del Perù in visita a Palazzo Civico
Il Sindaco di Lugano Marco Borradori ha accolto oggi Ana Rosa Valdivieso Santa Maria
TORRICELLA-TAVERNE
13 ore
Una serata da ricordare per i neo-diciottenni del comune
Il Municipio di Torricella-Taverne ha festeggiato giovedì scorso i giovani nati nel 2001
SVIZZERA
13 ore
«In Ticino è stato fatto un buon lavoro»
Christoph Blocher ha commentato i risultati dell'ultima tornata elettorale. A livello nazionale l'arretramento dell'Udc è meno negativo di quanto temesse
LUGANO
13 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
FOTO
MENDRISIO
13 ore
Una raccolta fondi per sistemare la chiesetta sul San Giorgio
L'edificio presenta vistose crepe e problemi strutturali. I lavori sono partiti nelle scorse settimane
COMANO
14 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
BELLINZONA
16 ore
Tornano “Sapori e Saperi” e i gustosi prodotti ticinesi
È giunta alla diciottesima edizione la più importante vetrina del settore che riunisce sotto lo stesso tetto le specialità più rappresentative del nostro territorio
VIDEO
CANTONE
16 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
BALERNA
16 ore
Nuova apicoltura africana in Venezuela
Padre Angelo Treccani ha iniziato una collaborazione con l’Associazione Acqua e Miele per produrre miele di qualità
MASSAGNO
17 ore
A Massagno sboccia l'Ottobre rosa
Il comune ha aderito all'iniziativa “1 tulipano per la VITA” a sostegno delle vittime del tumore al seno
BELLINZONA
08.05.2018 - 10:530

«Parco urbano, una fregatura?»

Interpellanza dei Verdi relativa al parco urbano di Bellinzona, votato dalla popolazione 7 anni fa e che stenta a vedere la luce

BELLINZONA - Il  19 giugno del 2011 la popolazione di Bellinzona aveva approvato il progetto di insediamento dell’IRB e del parco urbano annesso.

A 7 anni di distanza il cantiere IRB è effettivamente presente, così come degli spogliatoi e dei campi da calcio, ma non il parco ad uso pubblico promesso a seguito della votazione sul piano regolatore.

«Le prime opere realizzate in quel comparto riguardano l’abbattimento della Casetta Ex-Zoni (non sia mai che a qualcuno venisse in mente di usarla nel frattempo come centro giovanile) e (ovviamente) l’edificazione di una miriade di posteggi», afferma il gruppo dei Verdi di Bellinzona, il quale sostiene pure come, ad oggi, «il consiglio comunale non è stato informato sui reali costi degli spogliatoi, che, secondo indiscrezioni, hanno superato i preventivi al punto da vanificare le successive tappe di realizzazione del parco».

«Il Parco invece - prosegue - giace nell’incuria, tra un’inspiegabile ghiaietto ormai pieno di erbacce e il parcheggio costante e reiterato ad ogni manifestazione di numerose automobili all’interno dello spazio antistante al cantiere IRB inserito a PR in zona verde».

Insomma, «non propriamente ciò che era stato promesso ai cittadini, che ritenevano in buona fede corretto concedere una superficie pregiata per la ricerca biomedica ma al contempo ricevere quale contropartita un parco fruibile e vivibile per l’intera popolazione».

Visto quanto sopra i Verdi pongono quindi le seguenti domande al Municipio:

  • Quanto sono costati effettivamente gli spogliatoi situati nel presunto parco urbano?
  • Quante le differenze tra consuntivo e preventivo di questa singola opera? (non tutta la fase)
  • Il Municipio come si è mosso per tutelare i propri interessi a fronte di un preventivo che si è dimostrato poco affidabile?
  • Quando intende il Municipio realizzare il parco urbano a favore della cittadinanza e quali sono i contenuti che intende ancora realizzare a completamento del parco?
  • Quando intende il Municipio vietare definitivamente il parcheggio all’interno dell’area verde del presunto parco?
  • Quando verrà stanziato il credito per le prossime fasi del progetto?
  • Come intende agire il Municipio in futuro per quanto riguarda il posizionamento dei vari circhi e del luna park?
  • Sono queste attività ancora compatibili con la funzione del parco?
Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 05:38:23 | 91.208.130.86