Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO E VIDEO
CHIASSO
25 min
Ecco lo Swiss Skin Science Center di Chiasso
Il nuovo centro di cura per la pelle è stato inaugurato ieri sera in Piazza Col. Bernasconi
FOTO E VIDEO
CANTONE / NEPAL
55 min
Le mani ticinesi nella ricostruzione post terremoto
Oltre 600 case, due scuole e un ambulatorio medico grazie alla generosità. Kam For Sud ha concluso il lavoro di ricostruzione del villaggio di Saipu
LUGANO
1 ora
Ciclisti in città, 371 infrazioni in quattro giorni
Alcuni circolavano nella zona pedonale, altri sul marciapiede. Tre di loro non hanno rispettato il semaforo rosso
FOTO
TORRICELLA-TAVERNE
1 ora
Torricella Taverne incontra (e premia) i suoi imprenditori
Sono 400 le imprese attive nel Comune. Esse garantiscono un fiscale medio annuo di circa un milione e 400mila franchi
LUGANO
2 ore
Respinto il moltiplicatore al 78%
Accolto il ricorso di Pizzagalli. Si torna in Consiglio comunale a rifare i "compiti"
LUGANO
2 ore
Chi conosce l’agente di quartiere, si sente più sicuro
Sono stati presentati stamani i risultati del sondaggio sulla sicurezza. I cittadini più soddisfatti della qualità di vita sono quelli di Castagnola, Carona e Cureggia
CANTONE/CONFINE
2 ore
Lavori a Luino, code a Quartino: si modifica il ciclo semaforico
L’efficacia di questa misura verrà verificata attraverso un monitoraggio condiviso dalle rispettive autorità
LUGANO
3 ore
Inhousecommunity Awards Ticino 2019, ecco i vincitori
Premiate al LAC le eccellenze del mondo delle Direzioni Affari Legali della Svizzera
LUGANO
3 ore
Lago Ceresio, è allerta piena
Il rischio "marcato" è previsto tra le 11 di oggi e le 18 di lunedì. Anche la Tresa, l'emissario del lago di Lugano, si è alzata
CANTONE
30.10.2017 - 17:330
Aggiornamento : 18:19

L'OCST conferma le disdette: «Quale strategia per la Darwin?»

Il sindacato chiede alle autorità politiche Comunali e Cantonali di «verificare le reali intenzioni del Fondo 4K Invest»

AGNO - Da alcune settimane la situazione venutasi a creare con Darwin preoccupa i lavoratori, le istituzioni e lo scalo di Agno. Ora sul tema si esprime pure la sezione luganese dell'OCST che si domanda «quali strategie» abbia la compagnia per il futuro, chiedendo pure alle autorità politiche di «verificare le reali intenzioni» del Fondo 4K Invest, nuovo proprietario della Darwin.

La compagnia ticinese - ricordano i sindacalisti Lorenzo Jelmini e Alberto Trevisan in un comunicato odierno - ha annunciato di voler attuare misure di ristrutturazione che comportano dei licenziamenti collettivi, avviando la procedura prevista in questi casi. La nuova strategia è di trasformare Darwin in una compagnia  che opera per conto terzi, senza più realizzare attività propria, rinunciando dunque a tutti i voli da Lugano (in particolare Lugano-Roma, Lugano-Ginevra oltre ai voli stagionali).

L'OCST si è attivato da subito per rappresentare e sostenere gli interessi dei dipendenti coinvolti e, a seguito di incontri con i collaboratori, è stato allestito un documento con il quale si è voluto porre una serie di richieste di chiarimento per meglio comprendere le ragioni della ristrutturazione e formulare delle proposte alternative ai licenziamenti e mantenere le rotte con partenza da Lugano. «Riteniamo - sottolinea il sindacato - che pure in uno scenario difficile per quanto attiene all’aviazione, rimangono ancora margini per poter garantire la sopravvivenza di una compagnia aerea con sede nel nostro Cantone».

Tra le osservazioni il sindacato aveva pure indicato la difficile situazione in cui si trovava SkyWork, attiva dall'aeroporto di Berna. «Una delle richieste era proprio quella di posticipare le misure di ristrutturazione per valutare il nuovo scenario che si andava ad aprire per verificare la possibilità di riprendere le attività dismesse da SkyWork».

Nei giorni scorsi OCST ha poi appreso che tale strategia potrebbe venir seguita dalla compagnia slovena Adria Airways. Cosa che al sindacato non va giù:  «Sorge spontaneo il dubbio che  dietro queste manovre del fondo di investimenti 4k Invest ci siano puri interessi finanziari esteri, piuttosto che il benessere e il futuro della compagnia aerea ticinese. Nel frattempo alle nostre domande e riflessioni la direzione di Darwin ha fatto pervenire le sue osservazioni, che non possiamo condividere e che non chiariscono i numerosi dubbi da noi sollevati. Come se non bastasse, contemporaneamente ha concretizzato le disdette preannunciate».

L'OCST è dispiaciuto di «dover apprendere tale procedura» anche perché, come detto, «era stato chiesto più tempo per valutare i vari scenari che potessero ridurre o evitare i ventilati licenziamenti».

«Abbiamo pertanto provveduto subito a rispondere allo scritto di Darwin, confermando la richiesta di maggior chiarezza e il tempo sufficiente per poter appurare scenari alternativi. Ci auguriamo che i nuovi proprietari diano concretezza a quanto da loro affermato al momento dell'acquisto di Darwin, ossia l’intenzione di garantire la "mission" di Darwin che è anche quella di mantenere collegamenti da e verso il nostro Cantone».

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 14:55:20 | 91.208.130.85