Ti-Press
LUGANO
14.07.2020 - 08:350
Aggiornamento : 11:02

Tra macchine, piscina e villa, ecco i segreti dei due arrestati

Operazione anti droga di Molino Nuovo. Dettagli interlocutori sulla coppia “insospettabile”.

Lei, dopo anni in assistenza, lavorava in un asilo nido. Si ipotizza che lui fosse in Svizzera illegalmente. Erano diventati genitori da poco, la ragazza avrebbe chiesto aiuto allo Stato come “mamma sola”.

LUGANO - Una villa a Santo Domingo. Macchine di lusso. Viaggi. Ci sarebbe questo dietro alla vita della giovane coppia di genitori finita in manette mercoledì scorso in via Trevano, a Molino Nuovo. In mattinata la polizia aveva fatto irruzione nell’appartamento dei due, per un’operazione pianificata legata a questioni di droga. Si tratta del noto intervento in cui a un agente, per errore, è partito un colpo di pistola, fortunatamente senza conseguenze per le persone presenti sul posto.  

Giro di cocaina – Due ragazzi definiti come cordiali e insospettabili dai vicini increduli. Lei, 27 anni, con passaporto svizzero, lui, 34enne, sudamericano. Hanno una bimba nata da poche settimane. Ma sembrano avere anche tanti, forse troppi, segreti. Oltre alla coppia sono state arrestate altre due persone: un 54enne kosovaro e un 75enne svizzero. I quattro potrebbero essere coinvolti in un traffico di cocaina che avveniva nel Luganese. 

Lei lavorava in un asilo nido – L'inchiesta è coordinata dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli. Per il momento non trapelano informazioni ufficiali. Di certo colpisce lo stile di vita sopra le righe della coppia di neogenitori di Molino Nuovo. Poco spiegabile considerando che la ragazza, dopo anni in assistenza, stava seguendo una formazione, proprio sussidiata dallo Stato, come operatrice socio assistenziale in un asilo nido. 

Uno stile di vita sospetto – Sul ragazzo le informazioni sono ancora meno chiare. Pare si trovasse in Svizzera illegalmente. La giovane donna si sarebbe di recente dichiarata come mamma sola, cercando così di percepire appositi assegni integrativi. Stando a fonti di Tio/20Minuti, i due partivano spesso per Santo Domingo, dove avevano una villa con piscina. Sui social network si notano diverse immagini legate alle loro curiose esperienze "esclusive". Piuttosto sospette per una coppia che, almeno teoricamente, si trovava in difficoltà finanziarie. 

Sotto sequestro – L'appartamento dei due, a Molino Nuovo, è stato posto sotto sequestro. L’ipotesi di reato nei confronti dei quattro arrestati è quella d'infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. Il Ministero pubblico ha da subito dichiarato di non volere rilasciare ulteriori dettagli sulla vicenda, ancora tutta da chiarire. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 08:00:43 | 91.208.130.86