Cerca e trova immobili

LOCARNOLite in Piazza Grande: l'aggressore è filo nazista

20.11.17 - 13:22
Spuntano dettagli inquietanti sul personaggio coinvolto nella vicenda. Sul suo coltello, una svastica e il saluto alla vittoria hitleriano. Il giovane farebbe parte di un gruppo di estrema destra
Archivio Ti-Press
Lite in Piazza Grande: l'aggressore è filo nazista
Spuntano dettagli inquietanti sul personaggio coinvolto nella vicenda. Sul suo coltello, una svastica e il saluto alla vittoria hitleriano. Il giovane farebbe parte di un gruppo di estrema destra

LOCARNO – Sembrava una lite di poco conto. Chiusasi con il ferimento lieve di uno dei protagonisti. Ma attorno all'episodio verificatosi nella notte tra venerdì e sabato in Piazza Grande a Locarno, spuntano ora nuovi, inquietanti, dettagli. L'aggressore, infatti, sarebbe legato a un gruppo filo nazista. E sarebbe già noto alle autorità. Diverse le segnalazioni giunte alla redazione di Ticinonline/ 20 Minuti.

Sul caso è stata aperta un'inchiesta penale. Non ci sono stati arresti. Sul coltello usato durante la lite, e ritrovato in un secondo tempo dalla polizia, c'era però una svastica ben visibile. E la scritta "Sieg Heil", il saluto alla vittoria usato durante il periodo della Germania nazista. 

Un dettaglio non da poco. Alcune testimonianze riferiscono, infatti, che il giovane in questione, residente a Biasca, farebbe parte di una comitiva di estrema destra. Un clan non ufficiale, ma che comunque incuterebbe un certo timore tra i ragazzi della Svizzera italiana.

Il Ministero Pubblico, sollecitato da Ticinonline/ 20 Minuti sulla questione, non ha (sorprendentemente) rilasciato né smentite, né conferme. 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE