Ticinonline/zylberberg
CHIASSO
08.02.2016 - 20:170

Obbligata a prostituirsi scappa dal bordello

Le avevano promesso un lavoro da cameriera. In manette la donna che la sorvegliava

CHIASSO - Era arrivata in Ticino con la promessa di un lavoro come cameriera ma, convinta a lasciare la Romania da alcuni suoi connazionali, è stata poi obbligata a prostituirsi in un bordello di Chiasso. L'incubo per la ragazza - come riferisce la Rsi - è terminato solo grazie alla fuga.

La polizia cantonale è intervenuta nel locale a luci rosse (estraneo ai fatti), arrestando ieri la donna che doveva sorvegliare la ragazza.

I reati di cui dovrà rispondere sono tratta di esseri umani e promovimento della prostituzione. La stessa, una 20enne, nega ogni addebito, anche se per lei il giudice Ursula Züblin ha disposto la carcerazione preventiva.

Le indagini proseguono alla ricerca degli altri complici, almeno due uomini.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 22:01:07 | 91.208.130.86