LUGANOL'Ente turistico del Luganese tira le somme e sorride: «Un 2022 migliore del previsto»

06.12.22 - 20:56
«La tendenza è chiaramente positiva», così il presidente Paolo Filippini.
Ente turistico del Luganese
L'Ente turistico del Luganese tira le somme e sorride: «Un 2022 migliore del previsto»
«La tendenza è chiaramente positiva», così il presidente Paolo Filippini.

LUGANO - I soci dell’Ente Turistico del Luganese si sono riuniti oggi al Palazzo dei congressi di Lugano in occasione dell’assemblea ordinaria. Ottanta le persone accolte dal saluto del neopresidente Paolo Filippini, il direttore Massimo Boni e l’amministratore Fabio Crivelli. Durante la serata è stato approvato il verbale dell’assemblea ordinaria del 22 giugno e il Preventivo 2023.

Il presidente Paolo Filippini ha aperto i lavori assembleari esprimendosi sui risultati dei pernottamenti registrati fino a settembre 2022 incluso: «Dai dati dell’Ufficio Federale di Statistica emerge che l’anno si sta concludendo con risultati migliori rispetto a quanto preventivato in termini di pernottamenti, registrando una leggera flessione (-6.3%) rispetto ad un anno eccezionale come il 2021, ma con un aumento rispetto al 2019 (+14.3%), l’ultimo anno di riferimento non influenzato dalla pandemia. La tendenza che ne risulta è chiaramente positiva, a dimostrazione della costante crescita del settore turistico Luganese».

«Sarà importante continuare con lo sviluppo e la promozione di progetti strategici per la valorizzazione della destinazione, nonché trasformare in opportunità le sfide che attendono il turismo svizzero nei prossimi anni», ha continuato Filippini.

L'amministratore Fabio Crivelli ha presentato il Preventivo 2023, nella cui elaborazione si è adottata una previsione prudenziale, in considerazione dei fattori esterni che potrebbero influenzare l’andamento dei pernottamenti. Per il Preventivo 2023 si prevede una maggiore uscita di 151’900 franchi, «che sarà coperta dal nostro capitale».

Il direttore Massimo Boni ha illustrato quelli che sono i progetti per il 2023, attività che saranno focalizzate sui quattro segmenti – Sport e Natura, Arte e Cultura, Enogastronomia e MICE – ed i pilastri strategici quali l’ospitalità, la sostenibilità, la responsabilità sociale di impresa (CSR), la digitalizzazione e la destagionalizzazione.

COMMENTI
 
Meck1970 1 mese fa su tio
per l'ente turistico va sempre tutto bene. Ricordo che i mesi dell'anno sono 12 mesi...... non 4-5 mesi....
NOTIZIE PIÙ LETTE