Immobili
Veicoli

MENDRISIOUn'istallazione artistica-luminosa fra Tremona e Meride

13.01.22 - 23:22
Fino alla fine di febbraio, l'opera "Nuvola 2.2" sarà ben visibile anche da lontano. Ma non sempre.
Dracksache
Un'istallazione artistica-luminosa fra Tremona e Meride
Fino alla fine di febbraio, l'opera "Nuvola 2.2" sarà ben visibile anche da lontano. Ma non sempre.

MENDRISIO - Da stasera e fino alla fine di febbraio, alle pendici del Monte San Giorgio sarà ben visibile, anche a chilometri di distanza, la "Nuvola 2.2". Si tratta di un'istallazione artistica-luminosa realizzata con dei fari nutriti da piccoli pannelli solari situata nei boschi fra Tremona e Meride. In altre parole, un'opera che si risveglia ogni notte con la potenza del sole del giorno precedente.

La prima nuvola di questo tipo era stata creata nel 2019, quando la lucciola (Lampyris noctiluca) era l’animale dell‘anno: «L’affascinante insetto è ancora diffuso nel nostro paese. La distruzione degli habitat e l‘aumento dell‘inquinamento luminoso gli rendono la vita difficile», scriveva oltre tre anni fa Pronatura, motivando la scelta.

Nella zona di Meride fortunatamente ci sono ancora popolazioni di lucciole che volano a migliaia ogni anno nei mesi di maggio e giugno. L‘esperienza quasi surreale di trovarsi in mezzo a migliaia di lucciole, ognuna lampeggiante al proprio ritmo, è semplicemente incantevole. Tuttavia questa esperienza può essere solo descritta, fotografarla o filmarla è impossibile.

Le lucciole sono anche ottimi indicatori dello stato di salute della natura (e quindi anche delle condizioni di vita dell‘uomo). «Con la mia installazione desidero richiamare l’attenzione sulle condizioni ambientali per le lucciole e non solo per loro», spiega l'ideatore Lothar Drack. 

Proprio perché l'installazione funziona grazie al sole, nelle giornate nuvolose le "lucciole" saranno meno visibili.

Luogo: Mendrisio, bosco sul confine tra Meride e Tremona
Oggetto: installazione artistica-luminosa, visibile da lontano
Date, ora: ogni sera, visibile da oggi e fino alla fine di febbraio 2022
Sito: impervio – da godere da Mendrisio, Capolago, Riva San Vitale e Meride
In collaborazione con: Daniela Doninelli, Kurt Furrer, Thor Bracho e Wilcar Cordero
Ideatore: Lothar Drack

COMMENTI
 
tormar 10 mesi fa su tio
Troppo inquinamento luminoso. Facciamo risaltare i colori del cielo. 💪
Don Quijote 10 mesi fa su tio
Come deturpare il già agonizzante cielo stellato e arrecare ulteriore disturbo agli animali notturni per ottenere un pugno di mosche!
Mattiatr 10 mesi fa su tio
Sono concorde, però nella regione non è questa istallazione a rovinare il cielo stellato. Anzi, probabilmente non se ne sarebbe accorto nessuno. Diciamo che Lugano per ammirare le stelle non è il luogo ideale.
vulpus 10 mesi fa su tio
Ma veramente è un'opera d'arte seppur effimera, o unicamente un'altra deplorevole invasione dell'uomo sulla natura. Nessuno ha pensato che questo habitat rimanga disturbato da queste luci notturne , oggetto invadente e disturbatore? Non ce ne sono già abbastanza di luci in basso a disturbare che ora, sdoganadole come opere d'arti le si voglia istallare anche nei boschi? Come certi architetti che vogliono marcare il territorio!
NOTIZIE PIÙ LETTE