foto tio.ch/20min
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
MELIDE
8 ore
Fiamme da una canna fumaria, pompieri in azione
Il fuoco è stato domato prima che si propagasse al tetto
CANTONE
11 ore
Un paio di cose da sapere quando si prenota la terza dose
Da «Ci si può prenotare anche se vaccinati da meno di 6 mesi?» a «Siamo sicuri che mi danno il farmaco giusto?».
FOTO
MELIDE
15 ore
I pompieri di Melide festeggiano Santa Barbara
La messa è stata officiata ieri sera da Don Ernesto Ratti presso la Caserma di Melide
CANTONE
15 ore
Qualche fiocco di neve in arrivo in serata?
Sarà in ogni caso una breve parentesi. Ma la neve, fino a basse quote, potrebbe tornare durante la settimana
Lugano
1 gior
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
1 gior
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
FOTO
MENDRISIO
1 gior
I diciottenni di Mendrisio al cinema
Ha avuto luogo oggi il consueto incontro con le autorità cittadine
RIAZZINO
1 gior
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
1 gior
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
1 gior
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
Riva San Vitale
1 gior
Il mercatino di Natale è stato annullato
Lo comunicano oggi gli organizzatori e il Municipio
COMANO
04.10.2021 - 09:320
Aggiornamento : 14:29

Disdetta al ristorante di Comano: «La Rsi licenzia anche noi»

Il ristorante/buvette negli studi di Comano ha ricevuto dall'emittente una disdetta d'affitto

La gerente: «Sette persone rischiano l'impiego». Dietro c'è il progetto di un nuovo campus radio-televisivo, e il trasloco degli studi da Besso

COMANO - Cuochi e camerieri non rientrano nei tagli annunciati a settembre dalla Rsi. Ma anche loro varcano ogni mattina la soglia degli "studios" televisivi, senza sapere se sarà l'ultima. Il ristorante di Comano ha ricevuto disdetta dall'emittente dopo anni di cause legali: «Siamo affittuari e non dipendenti pubblici, ma è come se lasciassero a casa anche noi» lamenta la gerente. «Praticamente siamo costretti a chiudere». 

Il nuovo campus - Dietro al "taglio" questa volta non ci sarebbe un piano di risparmio, però: la buvette sorge all'interno di uno stabile che, nei progetti dell'emittente, dovrà essere demolito per realizzare il nuovo campus multimediale. Un investimento da 62 milioni di franchi, approvato nel 2016 dalla Sgr/Ssr: i lavori dovrebbero concludersi nel 2025. 

Sette posti a rischio - Si tratta di un progetto «a medio termine» che nulla ha a che fare con i licenziamenti, precisa una portavoce della Rsi. Ma al ristorante "Mudra" non sono d'accordo: «Non ci licenziano, ma ci costringono a licenziare» afferma Lucia Scarallo, 60 anni, gerente. «Alla mia età rischio di ritrovarmi in mezzo a una strada, per non parlare degli altri collaboratori». In tutto sette persone, più dei dipendenti Rsi (6) che rimarrebbero "a piedi" dopo i tagli

La battaglia legale - I problemi alla buvette si sono esacerbati con la pandemia, e in realtà risalgono a molto tempo prima. Scarallo parla di «ostruzionismo e accanimento» da parte dei vertici dell'emittente. Dal 2008 al 2019 si sono susseguite quattro vertenze tra i padroni di casa e la società affittuaria, la Safira Sa: disdette, richieste di sconti, accuse di morosità. Sempre risoltesi a favore del ristorante. «Abbiamo sempre pagato gli affitti, mantenuto prezzi bassi, e di recente abbiamo anche ristrutturato i locali» sottolinea la gerente.

«Malcontento diffuso» - La Rsi dal canto suo afferma che, oltre ai progetti immobiliari, la disdetta sarebbe motivata anche da «un malcontento diffuso» tra il personale. Prezzi troppo alti, chiusure «senza preavviso» durante e prima della pandemia. Scarello per difendersi mostra un menù del giorno. Scaloppine alla valdostana con patate e verdura, bibita analcolica: 15 franchi. «Anche con questi prezzi, durante la pandemia il ristorante era sempre vuoto. Per questo abbiamo chiuso. Ditemi voi se siamo cari». 

Addio Besso: il progetto del campus

Il contratto di vendita «è pronto, con tutte le clausole». La storica sede della radio Rsi a Besso passa di mano: ad acquistarla la Città di Lugano, che progetta di realizzare in via Canevascini una "casa della musica" riunendo l'Orchestra della Svizzera italiana, la Fonoteca nazionale e il Conservatorio sotto uno stesso tetto.

«È un grande progetto, che mantiene la vocazione culturale della struttura» spiega il municipale Roberto Badaracco, responsabile del dossier. «Puntiamo a discuterne a breve in Municipio e a presentare il messaggio entro fine ottobre». Il prezzo è ancora top-secret, ma si tratterebbe di decine di milioni. «Una cifra comunque di favore, perché a Comano hanno capito l'importanza culturale dell'operazione» spiega il municipale.

La cessione per la Rsi rientra in un piano nazionale di riduzione delle superfici immobiliari, e «non è legata al piano di risparmio a breve termine» spiega la portavoce Doris Longoni. «I benefici si vedranno una volta terminato il cantiere» del nuovo campus. I tempi intanto slittano: si parla del 2025, non più del 2024. I dipendenti della radio per quella data dovranno traslocare a Comano. Cantiere e cause legali (vedi sopra) permettendo.  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-05 02:04:26 | 91.208.130.85