Immobili
Veicoli

CANTONE“Ambiente: un mestiere da ragazze”

09.09.21 - 10:24
Il Cantone promuove visite guidate nell’ambito della Settimana europea per lo sviluppo sostenibile.
tipress
“Ambiente: un mestiere da ragazze”
Il Cantone promuove visite guidate nell’ambito della Settimana europea per lo sviluppo sostenibile.

BELLINZONA - Durante la Settimana europea per lo sviluppo sostenibile – in programma dal 20 al 26 settembre – si promuoverà il progetto “Ambiente: un mestiere da ragazze”. La proposta mira a far conoscere al giovane pubblico i diversi percorsi formativi e le possibilità di lavoro legate all’ambiente, promuovendo in particolare la parità di genere nelle scelte formative e professionali.

Mercoledì 22 settembre le studentesse di terza e quarta media o del Pretirocinio di orientamento (ITS), come pure i loro compagni, potranno fare una visita guidata in un’azienda attiva nel settore ambientale per scoprire o approfondire le proprie conoscenze sui diversi mestieri legati allo sviluppo sostenibile.

Queste le imprese che apriranno le loro porte alle giovani e ai giovani:

    • Azienda agraria cantonale - Centro professionale del verde Mezzana – Coldrerio;
    • Vivaio forestale cantonale - Morbio Superiore;
    • Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL) – Cadenazzo;
    • Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera – Locarno Monti;
    • Istituto sostenibilità applicata all’ambiente costruito (ISAAC) – SUPSI – Campus Mendrisio;
    • Istituto scienze della Terra (IST) – SUPSI – Campus Mendrisio;
    • Laboratorio di microbiologia applicata (LMA) – SUPSI – Campus Mendrisio.

Da qualche decennio si stanno formando anche ragazze giardiniere, selvicoltrici, installatrici, riciclatrici e geomatiche, e altre figure legate alla gestione dell’ambiente, tuttavia le percentuali riguardanti la presenza femminile in queste professioni tecnico-scientifiche sono ancora troppo basse.

Per divulgare ulteriormente il progetto nato da un’iniziativa interdipartimentale che coinvolge la Divisione della formazione professionale (DECS), la Divisione dell’ambiente (DT) e il Servizio per le pari opportunità (CAN) e far conoscere le opportunità offerte dai diversi percorsi formativi che gravitano attorno alle professioni ambientali è stata avviata una collaborazione con ForestaViva. L’edizione speciale di settembre, attualmente in distribuzione, sarà infatti dedicata al tema “Donne e ambiente”. Il numero può essere consultato a partire dal 14 settembre 2021 nella sua versione elettronica su www.federlegno.ch oppure richiesto in formato cartaceo a info@federlegno.ch.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO