Immobili
Veicoli

BELLINZONAI prefabbricati si preparano per i bimbi del Palasio

27.08.21 - 16:20
Sono in fase di allestimento gli spazi presso le Scuole Nord che dal 6 settembre accoglieranno i bambini in “trasferta”
Ti-Press (Samuel Golay)
I prefabbricati si preparano per i bimbi del Palasio
Sono in fase di allestimento gli spazi presso le Scuole Nord che dal 6 settembre accoglieranno i bambini in “trasferta”

BELLINZONA - Lavori in corso nei prefabbricati situati presso le Scuole Nord a Bellinzona: i moduli si preparano infatti ad accogliere i 146 bambini iscritti alla scuola dell'infanzia Palasio a Giubiasco. Bambini che a causa del maltempo sono costretti a iniziare l'anno scolastico in “trasferta” e con qualche giorno di “ritardo”.

All'inizio di agosto, lo ricordiamo, le intense piogge abbattutesi sul Bellinzonese (in soli dieci minuti erano caduti ben venti millimetri d'acqua, secondo i dati di MeteoSvizzera) avevano letteralmente devastato gli spazi della struttura di Giubiasco. Spazi invasi dal riale Fossato che era straripato, sfondando un muro di contenimento. Nell'edificio, secondo il bilancio tracciato nei giorni seguenti, erano presenti circa 210'000 litri di fango. I danni dell'evento meteorologico ammontano a due milioni di franchi.

Saranno ora necessari fino a otto mesi per il ripristino della sede del Palasio. Mesi per i quali l'Esecutivo di Bellinzona ha dovuto trovare una soluzione alternativa. Ecco dunque che in questi giorni sono in corso i preparativi per l'allestimento dei moduli prefabbricati delle Scuole Nord, con l'installazione del mobilio e del materiale. Si tratta di prefabbricati attualmente liberi che sono in attesa di accogliere il mobilio delle scuole durante il cantiere previsto nel corso dell'anno scolastico 2022/2023.

Per i bambini che da Giubiasco si dovranno quindi recare quotidianamente alle Scuole Nord sono assicurati i servizi di refezione e di trasporto.

I bambini che già frequentavano la scuola dell'infanzia Palasio inizieranno l'anno scolastico il prossimo 6 settembre. Un inizio posticipato proprio per permettere di terminare l'allestimento degli spazi provvisori. Dal giorno seguente saranno poi accolti, in maniera scaglionata, tutti i nuovi iscritti.

«Credo fermamente che la scuola dell'infanzia debba essere luogo in cui il bambino vive esperienze positive e si senta accolto - aveva detto nelle scorse settimane Alessandro Zanetti, direttore della scuola dell'infanzia Palasio - in questa situazione di estrema emergenza, molte persone stanno lavorando con grande impegno per garantire, il prima possibile, una situazione temporanea che soddisfi queste premesse».

NOTIZIE PIÙ LETTE