Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
MANNO
14 min
Inaugurata la nuova ala del Centro Diurno Terapeutico
Maggior sostegno sarà dato anche ai famigliari degli ospiti, grazie ad una maggiore flessibilità oraria
FOTO
CANTONE
26 min
Consegnati i diplomi del Centro Studi Villa Negroni
Nel 2020 l’attività del CSVN ha incluso 21 certificazioni, 135 corsi e 63 convegni.
LUGANO
3 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
3 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
3 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
4 ore
Posteggi occupati per un uso più sostenibile
Il Park(ing) Day è stato organizzato dall'ATA e dai giovani dello sciopero per il clima
LUGANO
14 ore
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
MAGADINO
17 ore
Cinque nuovi allievi piloti
A Magadino si sono svolte le selezioni finali. Tra 14 finalisti è stato scelto anche un ticinese
FOTO
LUGANO
19 ore
Incidente in via Brentani a Lugano
Scontro tra due auto. Una è finita contro un palo della luce
CANTONE
20 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
BELLINZONA
20 ore
Un altro passo verso il nuovo ospedale
In pubblicazione a Bellinzona la variante di PR “Infocentro-Saleggi”
Attualità
22 ore
Come ci ha cambiati la pandemia?
Una campagna fotografica racconta i ticinesi al tempo del Covid. La mostra al Centro di dialettologia
CANTONE
1 gior
Una giornata tutta dedicata al Pedibus
Si è svolta oggi, anche in Ticino. A Torricella-Taverne i bambini hanno avuto degli ospiti d'eccezione
LUGANO
1 gior
Voglia di pulire, raccolti 200 chili di rifiuti
Quarantacinque volontari in lotta contro il littering
CUGNASCO-GERRA
1 gior
Duecentosei firme contro la canapa «che puzza»
La petizione è stata consegnata oggi al Municipio di Cugnasco-Gerra
LUGANO
1 gior
Lugano si prepara a celebrare l'autunno
Avrà luogo dal 1. al 3 ottobre prossimi la Festa d'autunno. Nei grottini solo col certificato Covid
LUGANO
07.07.2021 - 06:000
Aggiornamento : 10:16

"Bombardati" dai virologi, e chi non si vaccina ora è davvero sotto pressione

Calcoli e proiezioni sulla variante Delta: giusto darli in pasto all'opinione pubblica? I pareri degli esperti.

«Non per forza le previsioni si verificheranno, ma non possiamo farci trovare impreparati in autunno», sostiene il vaccinologo Alessandro Diana. Lo specialista Andreas Cerny: «Chi ha paura del vaccino, chieda consigli al medico di famiglia». Intanto preoccupa la psiche dei cittadini.

LUGANO - Per alcuni i virologi stanno diventando guastafeste che, appena c'è un po' di spensieratezza, ipotizzano nuovi scenari nefasti. Di recente ha fatto discutere la dichiarazione dell’esperto luganese Andreas Cerny alla Sonntagszeitung. Cerny dà per certa una quarta ondata di Covid in autunno. Pochi giorni dopo ecco il luminare ginevrino Didier Pittet che conferma, seppure col condizionale, la tesi del collega. Spinge inoltre sui vaccini. Per poi evidenziare comunque che varianti più pericolose potrebbero nascere nei Paesi con più vaccinazioni.  

«Siamo obbligati a guardarci attorno» – Ma perché dare in pasto all’opinione pubblica ogni singola ipotesi o proiezione anche se non è sicura o confermata? «In questo momento – sostiene Cerny, interpellato da Tio/20Minuti – il nostro Paese gode di una pausa meritata grazie alla buona gestione dell’epidemia. Guardare in avanti e valutare cosa accade nelle nazioni vicine è comunque d’obbligo».

Quando le previsioni non si avverano – Già. Fa paura la variante Delta. E alcune previsioni sembrano preoccupanti. Ma spesso simili previsioni non si sono avverate. Chi non ricorda le continue avvertenze degli specialisti a cavallo delle riaperture di Pasqua? All’epoca la variante in questione era quella inglese. Il vaccinologo Alessandro Diana è chiaro: «La popolazione va informata su tutto. Però sono i modi a fare la differenza».

«Sono calcoli matematici, non certezze» – Secondo Diana la scienza non dovrebbe mai dare certezze assolute. «Per quanto riguarda la quarta ondata, sappiamo che potrebbe esserci e che c’è un indice di probabilità attorno all’80%. Questo non significa che ci sarà sicuramente. E non significa che per forza ci saranno nuovi lockdown». Anche Cerny corregge un po’ il tiro. «Si chiede alla scienza se ci sarà una nuova ondata. Ovviamente la risposta non la possiamo sapere con certezza. Si tratta di un’equazione matematica con tantissimi fattori variabili».

«Se dovesse esserci una quarta ondata, si abbatterà sui non vaccinati» – Decisiva sembrerebbe essere la campagna vaccinale, che al momento sta rallentando. «Troppe persone stanno speculando – riprende Diana –. Non si vaccinano e lasciano che siano gli altri a farlo. Se dovesse esserci una quarta ondata, si abbatterà sui non vaccinati. Perché i nostri vaccini proteggono anche contro le forme serie di variante Delta».

La strana affermazione del professor Pittet – E allora perché un personaggio autorevole come Pittet se ne esce dicendo che i Paesi in cui ci saranno più vaccinazioni saranno quelli in cui potrebbero emergere varianti più pericolose? Come si può convincere gli scettici a vaccinarsi con simili affermazioni? «Piuttosto è il contrario – afferma Diana –. Più ci si vaccina e più il virus ha pochi margini di manovra. Non so perché Pittet, che conosco bene e che stimo, abbia rilasciato queste affermazioni. Forse le sue parole sono state travisate».

Chi ha paura del vaccino – La pressione sociale sui non vaccinati cresce di giorno in giorno. «Mi sembra importante che la decisione sia presa con consapevolezza e senza pressioni esterne», dice Cerny. Già ma c’è anche una fetta di popolazione che ha paura di un vaccino realizzato con modalità inedite. E la paura è un diritto di tutti. «Alcuni – fa notare Diana – hanno ad esempio il terrore di avere malattie o problemi sul medio termine. Però adesso siamo veramente in un momento in cui possiamo dire che il vaccino questi problemi non li causa. Queste persone andrebbero rassicurate e accompagnate ancora con maggiore calore umano». 

Come trovare rassicurazioni – «Fonti affidabili – precisa Cerny – sono il sito www.infovac.ch e il sito del Ufficio federale di salute pubblica che assieme a Swissmedic pubblicano regolarmente informazioni circa rischi e benefici dei vaccini disponibili nel nostro Paese. Il medico di famiglia è anche un’ottima fonte di consigli perché conosce bene il paziente». 

Effetti sulla psiche devastanti – Intanto gli studi di psicologi e psichiatri si stanno riempiendo a dismisura (oltre il 50% di pazienti in più secondo le statistiche). Gli effetti collaterali del Covid sono devastanti. E va fatta una riflessione importante anche sul peso della salute mentale rispetto a quella fisica. «La pandemia c’è e noi siamo assolutamente fiduciosi nella scienza – commenta Nicholas Sacchi, presidente dell’Associazione Ticinese degli Psicologi –. È innegabile però che sulle persone già fragili questa situazione sta pesando non poco. E anche su persone che prima stavano bene».

«La fascia tra i 20 e i 60 anni va responsabilizzata» – Secondo Diana la via giusta è quella di un sano equilibrio. «Noi non possiamo più farci trovare impreparati per il prossimo autunno. Non possiamo più trovarci con le cure intense piene e con un nuovo lockdown. È questo che vogliamo evitare. Ed è per questo che pubblichiamo le nostre previsioni. Siamo anche stati minacciati da alcuni per questo. Ma dobbiamo pensare alla salute pubblica. Da tempo ci chiediamo come dare l’informazione giusta alle persone che si credono meno a rischio. È il tema del momento. La fascia tra i 20 e i 60 anni va responsabilizzata. E bisogna farlo adesso, non quando è troppo tardi».  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 13:44:20 | 91.208.130.85