Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 min
Guasto sulla linea e i treni vanno in tilt
Disagi importanti per chi oggi pomeriggio viaggiava su rotaia con ritardi fino a quasi un'ora
CANTONE
41 min
Votazioni, le reazioni dei partiti
Tra conferme e colpi di scena, ecco i commenti a caldo alle votazioni cantonali e federali
CANTONE
56 min
«Speriamo che il rimborso non legittimi comportamenti violenti»
Il commento del Consiglio Stato sui risultati della votazione cantonale.
LUGANO
1 ora
Rogo in un appartamento a Pregassona
Si è registrato fortunatamente solo un ferito lieve: un caso d'intossicazione leggera
CANTONE
1 ora
Matrimonio per tutti: «Ha vinto l'amore»
I Verdi applaudono quella che definiscono una «vittoria storica».
CANTONE
1 ora
Ribaltone alle urne: Ghiringhelli canta vittoria
L'iniziativa sulla legittima difesa è stata approvata dai ticinesi con il 52,4 per cento di voti favorevoli
MALCANTONE
2 ore
Vernate Unita premiata alle urne
Le comunali "ritardate" hanno premiato la lista civica, nel comune del Malcantone
AGNO
2 ore
Fiamme in un negozio di parrucchiere
I pompieri sono intervenuti a mezzogiorno in piazza Vicari ad Agno
ASCONA
3 ore
Ascona e New Orleans ora sono “sister cities”
Il gemellaggio sancito da un evento questo sabato fra arte, musica e gastronomia
CHIASSO
3 ore
«È davvero possibile, siamo tornati a vivere!»
Un successo il party di Nebiopoli, organizzato dal Comitato direttivo del Carnevale.
AGNO
4 ore
Un successo la pagaiata di notte
Il gruppo ha percorso il tratto in kayak da Agno a Caslano.
CANTONE
5 ore
Ultime gocce, poi un tiepido autunno
Ancora qualche precipitazione, specie nel Sottoceneri, poi di nuovo il sole.
CANTONE
19 ore
Torna il Rally, e il pubblico risponde presente
Molti ticinesi non sono voluti mancare al ritorno del Rally Ronde del Ticino
Lugano
22 ore
Lugano Creativa, l'evento di artigianato che unisce adulti e bambini
La fiera torna questo weekend per la sua seconda edizione
LUGANO
1 gior
Strappa la collanina, scatta l'arresto
Riaperte le discoteche in seguito alle chiusure Covid, si sono riaffacciati anche i malviventi
MENDRISIO
1 gior
Architettura, 152 laureati all'Usi
Il rettore Erez ha consegnato oggi i diplomi agli studenti
CANTONE
1 gior
Parità di genere? «C'è ancora molto da fare»
È quanto è emerso oggi dall'assemblea del Coordinamento donne della sinistra
LUGANO
13.06.2021 - 13:400

Demolizione ex Macello, spunta un'altra telefonata

La polizia avrebbe chiamato un impiegato comunale tra le 20.00 e le 20.30.

Ovvero un'ora prima che il Municipio venisse avvisato dell'eventualità dell'abbattimento del tetto.

LUGANO - Si fa sempre più ingarbugliata la vicenda che ha portato alla demolizione dell'ex Macello lo scorso 29 maggio. E oggi il Caffè ha svelato un nuovo retroscena riguardo a uno telefonata che la polizia avrebbe effettuato tra le 20 e le 20.30 di quel sabato. A ricevere la chiamata è un impiegato comunale, «che se ne intendeva di queste cose, lavorando nel genio civile», contattato affinché sentisse una delle tre ditte di costruzione poi intervenute nelle operazioni di demolizione. 

Destinatario a parte, a fare specie - secondo il domenicale - è l'orario in cui la telefonata viene fatta. «È un indizio, forse anche una prova che la polizia, quantomeno per alcune ore, ha agito senza alcun controllo politico», sottolinea il Caffè.

Sì, perché secondo a quanto comunicato dallo stesso esecutivo negli scorsi giorni, Il Municipio sarebbe stato avvisato dell'eventualità dell'abbattimento del tetto solo attorno alle 21.30. Ovvero almeno un'ora dopo questa famigerata telefonata, in cui al dipendente comunale sarebbe stato richiesto di «procurare operai e mezzi per lavori di assestamento». 

Questi dettagli aggiungono nuove ombre sull'agire delle Istituzioni. Ombre che già il sindacato Unia aveva contribuito ad addensare rilevando, ormai due settimane fa, che la polizia comunale aveva contattato una delle tre imprese edili già alle 17.50. Cosa, questa, che è stata seccamente smentita dalle forze dell'ordine. Insomma, qualcosa in tutta questa vicenda non torna. E qualcuno non la sta raccontando giusta. Spetterà all'inchiesta, in mano al Ministero Pubblico, fare chiarezza sull'intera vicenda. Il Caffè comunque conclude puntando il dito contro la polizia. «Ha agito senza avvisare né il governo cantonale né il Municipio di Lugano. E nemmeno la magistratura che aveva organizzato una sorta di picchetto d'intervento unitamente alla polizia giudiziaria».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 3 mesi fa su tio
Due soldi per lasciare i Molinari all’ex macello e la questione era già risolta da un pezzo. Centinaia di milioni investiti per musei, impianti sportivi, ciclopiste no vero?
Mattiatr 3 mesi fa su tio
È ovvio che qualcosa non quadra, sopra tutto guardando le dichiarazioni del municipio. Ciò nonostante questi articoli non fanno altro che creare confusione. È inutile star qua a guardare le telefonate che sono state fatte, se poi la controparte non può né negare né confermare siamo ai piedi della scala. Ritengo che sia il caso di lasciar lavorare la procura. Questo flusso costante d'informazioni di cui non possiamo esser totalmente certi (non so voi ma io non posso verificarle) non fa che creare una spaccatura all'interno dell'opinione pubblica. In fondo l'ultima volta che mi sono informato sulla democrazia mi pare ci fosse un organo giudiziario, che differisce da voti popolari o da proteste. (Sempre che gli autogestiti vogliano riconoscere questo sistema, altrimenti che si fa? Si torna alla rivoluzione francese con tanto di teste rotolanti e ghigliottine? Nel 2021 mi pare che si possano risolvere i problemi senza scatenarsi sul web con campanilismo da stadio.)
Cdg 3 mesi fa su tio
Alcuni poliziotti (non li mettiamo tutti nello stesso sacco neh...) sono agli antipodi come mentalità, con tutti quelli che appoggiano l'autogestione. Quindi é chiaro che non vedevano l'ora di usare il pugno di ferro , come piace ai "trogloditi" (con tutto il rispetto per i nostri antenati delle caverne...) della Lega..., con un procedimiento non proprio legale a quanto sembra... Un paradosso. Questi tristi e arrabbiati leghisti devono sempre prendersela con qualcuno con i loro ridicoli slogan in dialetto : "adess basta...". Adess basta con gli stranieri, con i rifugiati, con gli alternativi, con gli anti - patrioti, eccetera... In una parola : "intolleranti" (e tutti quelli che li votano). Buona settimana a tutti.
Evry 3 mesi fa su tio
ma smettetela di starnazzare e fare un affare di stato da dilettanti. grazie
T-34 3 mesi fa su tio
@Evry Noi la smettiamo di starnazzare, ma tu smettila di grugnire.
RobediK71 3 mesi fa su tio
Un chissene ?
la garita 3 mesi fa su tio
Tante commedie ora la costruzione è demolita, era da tempo (anni) che il Comune di Lugano tergiversava. Se questi Signori che non vogliono designare una persona di contatto o più persone, se lo costruiscono loro con i propri soldi o del partito che li sostiene.
Tio1949 3 mesi fa su tio
svizzera Italiana!!
cle72 3 mesi fa su tio
Forse ammettere di aver fatto una figuraccia non sarebbe la miglior cosa? La credibilità verso qualche municipale, sindaco e la polizia vacilla e non poco.
F/A-19 3 mesi fa su tio
@cle72 Credibilità, hai dello giusto ma anche un certo senso di vergogna misto ad arroganza ci starebbe bene come definizione.
vulpus 3 mesi fa su tio
la credibilità nelle autorità comunali e cantonali traballa alla grande. Da una parte la città , che per bocca del sindaco rilascia dichiarazioni da mente ottenebrata, e dall'altra il consiglio di stato che dichiara che non ne sapeva di niente, con un distinguo marcato verso il sig. Gobbi che non ne avrebbe saputo di niente, nascondendosi dietro al solito dito alzato. Qualcuno ha agito senza autorizzazione: o è la polizia comunale o la polizia cantonale. E quì qualche testa eminente deve saltare. Evidentemente ora ci si arrampica sui vetri alla ricerca di una persona che si accolli la responsabilità. Ma più passano i giorni, più emerge che si è trattato di una operazione pianificata e organizzata da lungo tempo. Ridicolo pensare che un municipio di Lugano autorizzi la demolizione del tetto di un suo stabile,"pericolante" alle 22 di notte, quando ben è cosciente che vi è un inquilino dentro. Da denuncia: la città avrebbe tollerato di dare in uso a dei cittadini uno stabile non sicuro? Non sarebbe allora stato più intelligente dichiararne già anni dietro l'inabitabilità? Quì sa tutto di operazione leghista concordata tra città e cantone per dare la famosa pedata al formicaio, pensando ignominosamente che le formiche sarebbero sparite. Risultato completamente opposto : i molinari vengono ora visti con maggior apprezzamento e rispetto. La deriva autoritaria andrà corretta con le dovute pulizie.
Tato50 3 mesi fa su tio
Che palle !!!!!!!!
T-34 3 mesi fa su tio
@Tato50 Sì, è veramente una palla leggere certi commenti infantili. Se l'argomento la annoia e la impalla tanto può sempre dedicare il suo tempo ad altri passatempi che le risultino più congeniali. A me per esempio non interessa il calcio, ma non vado nei bar quando c'è il mondiale a dire "che palle il calcio!". Come non vado ai comizi dei leghisti a dire "che palle il fascismo!". L'unica cosa che mi permetto di dire è: "che palle gli sbirri rosiconi in pensione".
Tato50 3 mesi fa su tio
@T-34 Sa vedum ;-((
tschädere 3 mesi fa su tio
smetetela di cercare colpevoli a destra e sinistra.il macello e raso a terra ed e giusto.quella gente non ha nessun diritto di occupare degli stabili e basta.e non dategli nessun altro domicilio.
T-34 3 mesi fa su tio
@tschädere Neanche lei dovrebbe avere il diritto di calpestare e violentare il campo della lingua italiana, considerato che i suoi aberranti strafalcioni sintattici, ortografici e grammaticali sono in relazione alla lingua di Dante quanto gli autogestiti sono in relazione al rispetto della "proprietà". Il fatto di farsi insultare da un analfabeta, per chi viene denigrato, sul piano della legittimazione corrisponde ad un gratuito ed inaspettato assist. Comunque se il concetto è troppo difficile, oppure se ho scritto troppe parole, la prossima volta mi esprimo con un disegnino.
Tato50 3 mesi fa su tio
@tschädere È arrivato un nuovo professore, mai visto prima, che si ritiene superiore a tutti e ammazzerebbe tutti i poliziotti raccattandoli da terra!!! Prima non c'era perché alla Stampa non ti lasciano usare il PC. ;-))
T-34 3 mesi fa su tio
@Tato50 Già alla Stampa niente pc. Nè per i detenuti, che ne farebbero un uso improprio, nè per gli sbirri, che non saprebbero come accenderlo.
Tato50 3 mesi fa su tio
@T-34 Questa è bella !!
angie2020 3 mesi fa su tio
caffè, nemmeno per pulirmi il ........
seo56 3 mesi fa su tio
Ma basta con questi articoli da novella 2000!! Il macello non c’è ex molinari Lugano, o meglio il Ticino, non fa più per voi!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-26 17:10:13 | 91.208.130.85