Immobili
Veicoli
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
CONFINE
1 ora
Frontalieri italiani, l'accordo avanza
La commissione economia e tributi del Nazionale promuove la riforma fiscale (quasi) all'unanimità
CANTONE
4 ore
La marcia di chiusura dei Centri vaccinali: «Affrettatevi ad iscrivervi»
Il rallentamento delle richieste ha portato le autorità a ridimensionare progressivamente il dispositivo
CANTONE
5 ore
Lanciata una petizione a sostegno dei driver di Divoora
Le richieste: riconoscimento del tempo di lavoro e remunerazione di ogni ora lavorata
MENDRISIO
7 ore
A.A.A, asini cercansi
Servono a mantenere viva la tradizione del Palio che quest'anno festeggia i quarant'anni.
CANTONE
7 ore
Identikit dell'astensionista ticinese
Chi è, che lavoro fa, cosa ha votato e perché non vuole votare più. Lo studio dell'Università di Losanna
BELLINZONA
7 ore
La capitale è ancora più grande
A fine 2021 sotto l'ombra dei Castelli abitavano 44'530 persone, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima.
CANTONE
9 ore
Altri due decessi in Ticino, dieci nuove quarantene nelle scuole
Negli ospedali si contano quattro Covid-pazienti in meno, per un totale di 173.
MASSAGNO
10 ore
Nuova vettura di servizio per la Polizia Ceresio Nord
L'auto va ad ammodernare il parco veicoli ora composto da 8 vetture, 2 moto e 3 scooter.
CHIASSO
11 ore
«Insultata e minacciata solo per aver svolto il mio lavoro»
Finita più volte al centro di un polverone mediatico, la dottoressa Mariangela De Cesare ha voluto “vuotare il sacco”.
FOCUS
12 ore
I detenuti che non vogliono uscire
Il reinserimento sociale è un problema, per chi è dietro le sbarre. Tanto che molti preferiscono rimanerci
CANTONE
13 ore
Anche alla Stampa c'è chi non vuole uscire
A Lugano ci sono detenuti che rinunciano ai congedi «per paura della recidiva». Parla il direttore Laffranchini
LUGANO
13 ore
«Non era il pianto di mia figlia»
Una 90enne luganese vittima dei "falsi poliziotti". Racconta come ha morso la foglia
CANTONE
1 gior
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
FOTO E VIDEO
MORBIO INFERIORE
1 gior
Nino ha soffiato su cento candeline
Il neo-centenario, nato il 23 gennaio 1922, abita (da sempre) a Morbio Inferiore.
CANTONE
1 gior
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
MENDRISIO
1 gior
Truffano un'anziana, fermati con 40mila franchi
I "falsi poliziotti" tornano a colpire in Ticino. La Polizia mette in guardia
CANTONE
1 gior
Sogni di diventare infermiere? Oggi aprono le iscrizioni alla SSSCI
I percorsi formativi offerti sono due: diploma SSS per infermiere e diploma SSS per soccorritore.
FOTO
LOSONE
1 gior
Quel legame invisibile che collega Losone alla Polonia
Durante la seconda guerra mondiale 450 soldati polacchi trovarono rifugio nel Comune Locarnese.
CANTONE
1 gior
Diciotto nuove sezioni in quarantena
Nelle ultime 24 ore si registrano poco più di mille contagi e nessuna vittima dovuta al Covid
LOCARNO
1 gior
Quando il semaforo diventa rosso, è ora di ventilare l'aula
La Città di Locarno ha deciso di equipaggiare le scuole comunali di sensori che rilevano il quantitativo di CO2
CANTONE
1 gior
FC Chiasso e OTR Mendrisiotto e Basso Ceresio stringono una collaborazione
L'obiettivo: valorizzare il territorio e promuovere l'offerta turistica
CANTONE
1 gior
«Dopo 20 anni di lavoro, mi hanno lasciato a casa con una videochiamata»
La testimonianza di un ex quadro di UBS, "vittima" della riorganizzazione prevista dalla banca.
LUGANO
30.05.2021 - 17:490

Sgombero ex Macello, le reazioni di alcuni partiti

La Lega saluta «positivamente» la decisione del Municipio che «ha dimostrato coraggio e coerenza».

Di tutt'altro tenore le reazioni della sinistra luganese che esprime solidarietà agli autogestiti, puntando il dito contro l'esecutivo luganese.

LUGANO - Lo sgombero dell'ex Macello ha provocato reazioni contrastanti nella politica di Lugano. E se a destra si «saluta positivamente» la decisione presa dal Municipio di Lugano, a sinistra si esprime «solidarietà» agli autogestiti e si accusa l'esecutivo di aver usato «il pugno di ferro».  

Ma iniziamo dalla sezione della Lega dei Ticinesi che sottolinea come il municipio abbia dimostrato «coraggio e coerenza» nel far rispettare «l’ordine e garantire lo stato di diritto», puntando successivamente il dito contro la «chiusura e la miopia» dimostrata dal CSOA «nel cercare una soluzione condivisa», fino all’ennesimo «spregio della legalità con l’occupazione di un sedime privato». 

«Pugno di ferro» - Di tutt'altro tenore è la reazione dell'MPS che sottolinea come il Municipio abbia scelto «la linea dura con una giustificazione assurda», ovvero l’occupazione temporanea da parte di una «cinquantina di ragazzi e ragazze per lo più minorenni» dello stabile ex Vanoni.«Le immagini delle ruspe che si vedono oggi fanno rabbrividire», precisa il Movimento per il socialismo, sottolineando che le «le promesse di voler aprire al dialogo - tra l'altro ancora ribadite durante la Conferenza stampa di oggi pomeriggio (ndr) - si sono sciolte come neve al sole» e che lo sgombero fosse «già preparato e organizzato». Fatto questo dimostrato, secondo l'MPS, «dall’ingente schieramento di polizia» proveniente anche dal canton Vaud e «dall’entrata in azione immediata delle ruspe».

»Numerose irregolarità» - Anche la Gioventù Socialista condanna «le azioni del Municipio di Lugano» e denuncia le «numerose irregolarità commesse», come il fatto di «non aver eseguito controlli preventivi allo scopo di evitare la diffusione di sostanze tossiche» passando per il fatto di non aver «interpellato gli uffici comunali competenti», arrivando infine «al dispiegamento eccessivo di forze di polizia, arrivate in rinforzo persino da fuori cantone». I membri del Giso di attaccano anche Il sindaco Borradori che ha inizialmente dichiarato che «lo sgombero e la demolizione degli spazi autogestiti non fossero previsti», per poi in seguito ammettere che «l’operazione era pronta ed è bastata l’occupazione pacifica del palazzo Vanoni per farla scattare».

«Così si produce frustrazione e rabbia» - Sulla stessa lunghezza d'onda anche i Verdi di Lugano, ForumAlternativo e l'Associazione AIDA che si dicono «sconcertati» dalla «sproporzione di mezzi e provvedimenti» messa in campo dal Municipio. Prima con un dispiegamento di polizia «impressionante» rispetto alla situazione - «l’occupazione temporanea di un edificio disabitato da parte di un numero ridotto di persone» - e poi con la «scioccante» demolizione di una parte dell’ex Macello. Secondo Verdi, FA e AIDA queste scelte non fanno altro che «produrre frustrazione, esasperazione, rabbia: un clima funzionale a chi vuole esacerbare lo scontro».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas56 7 mesi fa su tio
Se un errore è stato commesso dal municipio, è quello di non aver agito gia' anni fa, questo ora è il risultato di aver sempre assecondato gli atteggiamenti di questi energumeni.
don lurio 7 mesi fa su tio
Da secoli si parla di sgombero , e della demolizione del Molino.In questi casi non necessitano licenze o permessi , agire immediatamente. Tutti i Municipali, consiglieri Comunali ora sono ALLIBITI che hanno proceduto alla demolizione e sgombero.V ERGOGNA Date le dimissioni . A chi ha inoltrato denuncia del Municipio , Verdi sinistroidi e architetti questi sono da eliminare macinandoli con le macerie e i Brozzoni come li chiamano a Lugano. Al posto di manifestare andate in Turchia o sotto la casa del presidente della Bielorussia...
cle72 7 mesi fa su tio
@don lurio Ma lei scherza? Per fare quello che hanno fatto la legge edilizia prevede l'inoltro di una regolare domanda di costruzione e per stabili così vecchi, bisogna verificare la presenza in primis di amianto e poi di altre sostanze o materiali nocivi. Legge Suva solo dopo queste verifiche e passaggio della domanda di costruzione si può agire. La legge dovrebbe essere uguale per tutti... ma così non è! Provi le a fare quello che hanno fatto, demolisca dei muri o costruisca una semplice casetta di legno fissa in giardino, senza fare una domanda di costruzione regolare. Il giorno dopo si trova l'ufficio tecnico in casa e il giorno dopo dovrà smontare tutto, pagare una multa salata ecc ecc
pulp 7 mesi fa su tio
@cle72 Non vero. Fai una domanda in sanatoria. Ma perchè parlare di un intervento a fronte di anni e anni di illegalità? E' questo che non capite... la gente ringrazia il comune e il municipio e non gli autogestiti malgestiti.
cle72 7 mesi fa su tio
Lugano, città dalla mentalità chiusa. Questo fatto, il referendum anti polo sportivo, che dire complimenti e si parla di rispetto e aperture al turismo. In altre città si sono fatti i nuovi stadi, c'è l autogestione e Lugano? solo calma, nulla da fare, a no si la passeggiata con il cane in riva al Lago... ma in silenzio se no si rischia di avere problemi con coloro che abitano in riva al Ceresio. Keep kalm! By Lugano!
Mattiatr 7 mesi fa su tio
@cle72 Il Molino è un quartiere celebre per tutto meno che per la virtù dell'autogestione. Sono d'accordo a dare alle persone dello spazio per le attività di svago, sono anni che dico che la pianificazione territoriale degli ultimi decenni è stata così lacunosa da portare ad un cantone casa anziani pieno di ricorsi e lamentele. Chiaramente però non vuol dire che bisogni prendere delle aree e trasformarle in un porcile, sopra tutto se sono così vicine al centro. Ritengo che il comune di Lugano, per fare un lavoro in ordine debba evidenziare fin da subito delle aree periferiche da destinare a eventi e strutture di svago (anche discoteche) sul piano regolatore. Non è possibile che vengano costruiti stabili abitativi accanto a discoteche, come non è possibile che i proprietari abbiano pure il coraggio di lamentarsi. In Ticino per i ragazzi dai 16 ai 25 anni non c'è molto, è normale che finiscano per dare importanza alle poche aree dove credono di poter fare ciò che vogliono. Che si inizi a destinare delle aree a tutte le attività rumorose e fastidiose come i concerti di modo da poterne fare più spesso ed evitare che ai ragazzi serva ''l'autogestione''.
ioenontu82 7 mesi fa su tio
bravo municipio di Lugano, avete tutto il mio sostegno!!! Che si autogestiscano il loro pezzo di terra... ah già non ne hanno uno... a lavorare! tra l'altro si sono dimostrati dei polli
pulp 7 mesi fa su tio
Ma perchè i sinistri non finanziano a spese LORO un centro per questi "ragazzi"? Un grande applauso ai municipali di Lugano che hanno deciso lo sgombero e la demolizione.
F/A-19 7 mesi fa su tio
@pulp Peccato che hanno agito in piena illegalità, con ditte naturalmente sempre le solite, senza chiedere permessi per lavoro notturno, senza autorizzazione, senza avvisare i vicini, senza possibilità di ricorsi, facendo rumori per tutta la notte, polvere, blocco di strade, una vergogna. Quando demoliscono le case abusive in Italia sono molto più seri.
pulp 7 mesi fa su tio
@F/A-19 Sarebbe curioso chiedere ai vari abitanti in zona se ha rotto di più l'intervento lampo di demolizione o i 20 anni di autogestione... ma non ho dubbi al riguardo. Illegale l'intervento? Lo vedremo...ma con una domanda a posteriori e i motivi d'urgenza secondo me è tutto più che in regola.
F/A-19 7 mesi fa su tio
@pulp Ma sai, l’ex macello è stato assegnato dal comune, potevano trovare anche altri posti. Che invece la demolizione è un’atto penalmente perseguibile non lo dico io ma bensì da chi la legge la conosce, eccome se la conosce! È la magistratura dovrebbe procedere senza indugio se funziona. Ma dubito che lo faranno, troppi sono gli esempi che ci hanno fatto pensare che agiscono come più gli conviene.
pulp 7 mesi fa su tio
@F/A-19 Beh allora vedremo. Considera che gli avvocati ci provano, ma poi vediamo se passa
F/A-19 7 mesi fa su tio
@pulp Se devo essere sincero devo ammettere che i più grandi scandali ticinesi sono stati sotterrati sotto valangata di sabbia quindi non mi aspetto risultati eclatanti, riusciranno come sempre a risultare puliti. Mi piace la difesa del Boris Bignasca al sindaco Borradori nel denunciare il tono incivile dei Molinari, peccato che il mattino della domenica è da trent’anni che incivilmente sputa fango su più o meno tutti quelli che contano, non parliamo poi di quando il Nano istigava ad infrangere la legge eccetera eccetera. Oggi hanno lasciato l’aula del gran consiglio indignati, da che pulpito!
Boh! 7 mesi fa su tio
...ma scusate, leggendo le reazioni sembrerebbe che occupare abusivamente la proprietà privata altrui sia una piccola bagattella da nulla.... c’è chi non può e c’è chi invece può (e anzi lo rivendica come un sacrosanto diritto!)...
Evry 7 mesi fa su tio
«Allibita» la municipale Cristina Zanini Barzaghi, che si è detta all’oscuro di quello che sarebbe poi successo. Che barzelletta.... e poi Lei non è la maggioranza del Muicipio o la Regina-Zar di Lugano ma una delle molte che starnazza discorsi roboanti e da taia-medega.... come i sostenitori
Tato50 7 mesi fa su tio
@Evry Guarda che partecipa anche alle manifestazioni non autorizzate dei "molinari". E l'hanno rieletta ;-((
FoxOne72 7 mesi fa su tio
Tutto confermato, la sinistra difende l'illegalità, la destra difende la legalità. È evidente, come da sempre del resto.
cle72 7 mesi fa su tio
@FoxOne72 Guarda che per demolire un solo muro, bisogna inoltrare una domanda di costruzione, la quale deve essere messa all'albo comunale, per il consenso di tutti i vicini, oppure subire dei reclami. Per eseguire lavori notturni, bisogna richiedere il permesso. Ma punto più grave, come la mettiamo con la Suva presenza di amianto ecc ecc sono stati fatti I controlli? è stato rilasciato il permesso dalla Suva? Non credo! Parla di legalità? Mi dica è tutto legale? Non direi proprio...
F/A-19 7 mesi fa su tio
@FoxOne72 Intanto c’era un contratto con il cantone per l’assegnazione e l’uso di questo spazio, poi ti dirò che anche solo in Italia, per abbattere abitazioni abusive o di mafiosi tutto si svolge di giorno, con un controllo della polizia e secondo tutti i crismi. Qui si è eseguito tutto il contrario!
Tato50 7 mesi fa su tio
@F/A-19 Si, in Italia vai a fare la spesa e torni a casa e la trovi occupata con tanto di serratura cambiata. Dai un'occhiata al programma di rete 4 al martedì che combatte queste occupazioni abusive e qualche risultato l'ha raggiunto anche se qualche operatore è finito all'Ospedale. Gente che deve pagare il mutuo, la luce e tutto il resto ma abita da un parente perché nessuno fa niente. Non prendiamo esempi peggiori se vogliamo fare paragoni ! Ciao carissimo, occhio alla porta ;-))
seo56 7 mesi fa su tio
Cara sinistra 🤐🤐🤐🤐🤐
F/A-19 7 mesi fa su tio
@seo56 Vero, in Italia succede anche quello....😳
TIA84 8 mesi fa su tio
Non ho seguito molto la vicenda.. ok lo sgombero.. ma la demolizione? A vedere la reazione di alcuni mi sorge una domanda.. c'era una licenza edilizia, cresciuta in giudicato, per procedere alla demolizione?
egi47 8 mesi fa su tio
Sono discussioni senza senso e solo a scopo politico. In tutte le aree occupate si paga un affitto, perché qui oltre che al degrado devono pagare i cittadini?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-25 19:40:57 | 91.208.130.85