Ti-Press (Samuel Golay)
+1
CANTONE
12.04.2021 - 20:350
Aggiornamento : 13.04.2021 - 10:31

«Le donne non sono “consenzienti per default”»

Protesta del collettivo “Io l'8 ogni giorno” contro la revisione della legge in materia di crimini di natura sessuale

BELLINZONA - Presidio femminista stasera alle 18 fuori dal Palazzo del Governo a Bellinzona. Il collettivo "Io l'8 ogni giorno" ha organizzato un sit-in in Piazza della Foca durante la seduta del Gran Consiglio, per protestare contro la revisione della legge federale in materia di crimini di natura sessuale.

Una revisione che, per le attiviste, «non tutela affatto le vittime di abusi anzi le colpevolizza» si legge in un comunicato. Il collettivo sottolinea che «il progetto proposto, inoltre, presuppone una visione per cui le donne sono “consenzienti per default”, ossia che un corpo femminile sia un corpo per sua natura sempre accessibile, a meno che la donna non lo difenda opponendosi con forza, e dunque spesso mettendo anche a rischio la sua stessa vita».

«Come stabilito dalla Convenzione di Istanbul - afferma ancora il collettivo - nel nostro piano chiediamo che venga introdotto nel nostro codice penale il concetto di “consenso” e che alle definizioni di “coazione sessuale” e “violenza carnale” venga sostituita una nuova categoria di reato sessuale che includa gli atti sessuali ottenuti senza il consenso della vittima».

Ti-Press (Samuel Golay)
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-07 17:28:06 | 91.208.130.85