tipress
MASSAGNO
07.04.2021 - 11:180

I conti 2020 sorridono nonostante il Covid

Anticipate le cifre essenziali che comporranno il messaggio municipale di consuntivo 2020

MASSAGNO - Il Municipio di Massagno risponde alle preoccupazioni emerse in merito alle conseguenze per il Comune relativamente alla situazione pandemica tutt’ora in corso. E lo fa con significative rassicurazioni.

Vengono così anticipate le cifre essenziali che comporranno il messaggio municipale di consuntivo 2020, ormai in fase di allestimento che sarà licenziato dalla prossima compagine municipale e esaminato e deciso da un nuovo legislativo.

Il risultato positivo di 187'535.88 franchi (avanzo d'esercizio) verrà contabilizzato nel capitale proprio del Comune che raggiungerà così 10'537’472.17 franchi, importo che, ci tiene a precisare il Municipio, «depone a favore di una situazione economico finanziaria solida, raggiunta attraverso una gestione delle casse comunali ben pianificata ed in linea con l'alta qualità dei servizi e delle prestazioni erogati a favore della popolazione, oltre che con gli importanti ed ambiziosi progetti intrapresi e portati a compimento con ampio e generale consenso».

viene inoltre segnalato che sono diminuiti i costi di gestione corrente di quasi 820 mila franchi in quanto non potendo utilizzare le infrastrutture, non si è dovuto eseguire nemmeno troppe manutenzioni.

Sono però diminuite anche le tasse diverse. Le previsioni del gettito fiscale comunale per il 2020, con il moltiplicatore stabilito dal Consiglio comunale al 77% in diminuzione dall’80% del 2019, si attestano quindi a 17'589'483.30 franchi per le persone fisiche (PF) e 1'643'180.00 franchi per le persone giuridiche (PG).

Il gettito d’imposta ha in massima parte confermato le attese, secondo proiezioni legate agli anni precedenti, con una valutazione di preventivo 2020 ridotta del 3% di calo del PIL dato dalla pandemia, pari a 600’000 franchi.

Viene fatto notare comunque un incremento di 0.5 mio dalle imposte alla fonte (nel 2021 saranno di sicuro inferiori vista la sospensione dei cantieri nel 2020) e di 170’000 delle imposte speciali. A questo si aggiungono oltre 300'000 franchi di sopravvenienze d’imposta effettive in aggiunta allo stimato dell’anno.

Nello speciale conto Covid19, autorizzato dagli enti locali, sono stati inseriti tutti i costi diretti legati alla pandemia che si attestano al 31.12.2020 a 232'617.91 franchi suddivisi in 70'480.96 franchi per acquisti materiale, 68'216.30 franchi di sussidi diretti o condono affitti, 17'393.36 franchi per gli anziani, 67'139.35 franchi di sedute CC, 5'975.44 di rimborso occupazione sale, 3'412.50 franchi per diversi.

L’indebitamento diminuisce di ulteriori 3,2 mio dopo la forte diminuzione dell’anno precedente di 5,7 mio arrivando a 28.9 milioni con un pro-capite di 4'701 franchi con una popolazione residente di 6'153 abitanti.

Il livello di autofinanziamento (3'452'183.73 franchi) è pari al 1555.39% (percentuale molto elevata data dai bassi investimenti in rapporto agli ammortamenti dell’8.39% e del risultato positivo d’esercizio) L’anno precedente avevamo un grado non calcolabile legato all’emissione dei contributi di costruzione.

Gli investimenti netti sono di 221'949.51 franchi, mentre l’anno scorso erano addirittura negativi in ragione di 1'694'443.12 franchi in funzione dell’emissione dei contributi del Piano generale dello smaltimento acque (PGS).

Il capitale proprio, dopo capitalizzazione del risultato di questo esercizio, sarà di 10'537’472.17 franchi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-18 11:21:48 | 91.208.130.85