Immobili
Veicoli

CANTONE«No alla discussione generale, poi si trovano come ladri di notte»

11.11.20 - 22:45
Matteo Pronzini punta il dito contro il Consiglio di Stato
TiPress
«No alla discussione generale, poi si trovano come ladri di notte»
Matteo Pronzini punta il dito contro il Consiglio di Stato

MENDRISIO - Lunedì il Gran Consiglio ha bocciato - con 43 voti contro 31 - la richiesta di una discussione generale sul tema Covid-19, avanzata da Matteo Pronzini. «È fondamentale discutere di questa situazione e delle misure che sono state e non sono state messe in atto, di quanto sta succedendo nelle case per anziani, nella sanità e nelle scuole», aveva affermato il deputato MPS. Un messaggio governativo dovrebbe approdare in aula tra due settimane. Allora il Parlamento potrà discuterne.

Ma, stando a Pronzini, «nemmeno 24 ore dopo» i membri del Governo si sono incontrati con i partiti che ne fanno parte «come ladri di notte, per discutere di nascosto, senza gli occhi indiscreti dei cittadini e delle cittadine». Per l'MPS si tratta di «manovre di corridoio, trattative segrete, patteggiamenti inconcludenti che poco si preoccupano della sorte della popolazione».

E il risultato di «questi conciliaboli», a dire del deputato MPS, saranno «sciagurate misure» decise da «personaggi da operetta».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO