Immobili
Veicoli

LUGANOL'esperienza del Cortile ricomincia dal Foce

28.09.20 - 19:00
Dopo l'abbandono della sede di Viganello, il progetto artistico di Emanuele Santoro trova l'ospitalità della Città
Archivio Tipress
L'esperienza del Cortile ricomincia dal Foce
Dopo l'abbandono della sede di Viganello, il progetto artistico di Emanuele Santoro trova l'ospitalità della Città

LUGANO - L'ultimo spettacolo era andato in scena il 16 febbraio 2020. E poi l'avventura dello spazio artistico indipendente Il Cortile si era spenta, perlomeno nella sua sede “storica” di Viganello: durante l'emergenza Covid-19 gli spazi sono stati sgomberati per fare spazio a un progetto edilizio per uno stabile con novanta appartamenti monolocale per gli studenti del campus USI-SUPSI.

Allora il direttore artistico Emanuele Santoro era rimasto ottimista. «Non la sto vivendo come una tragedia, in quanto penso che a volte dei cambiamenti importanti siano necessari» ci aveva detto. E infatti ora la sua avventura è pronta a ripartire: la proposta artistica di Santoro (si parla della stagione teatrale, ma anche di corsi rivolti a bambini, ragazzi e adulti) trova infatti ospitalità al Teatro Foce di Lugano.

I corsi saranno organizzati in collaborazione con la Divisione eventi e congressi della Città di Lugano. Mentre per quanto riguarda la stagione teatrale, il programma sarà presentato durante il prossimo mese di ottobre.

Il 5 e il 6 ottobre avrà luogo una prima lezione gratuita aperta a tutti gli interessati. Più info sui corsi sono disponibili su www.ilcortile.ch.

A causa delle disposizioni cantonali e federali in materia di sicurezza anti Covid-19, il numero di partecipanti a tutti i corsi è limitato a dodici per gruppo. Gli interessati alla prima lezione gratuita dovranno necessariamente annunciarsi via mail a info@ilcortile.ch.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO