tipress (archivio)
LUGANO
23.04.2020 - 17:480

LASA: «Ora troviamo le soluzioni per il personale»

OCST e UNIA esprimono forti preoccupazioni per la sorte dei dipendenti e chiedono trattative per il ricollocamento

LUGANO - La decisione di mettere in liquidazione la società Lugano Airport SA è stata accolta «con grande rammarico» dai sindacati OCST e UNIA.

«Se da una parte - sottolineano in una nota congiunta - possono essere comprensibili le ragioni che hanno portato oggi il CdA di LASA a procede in questo modo, è difficile accettare di non poter arrivare fino alla votazione popolare. Non possiamo dunque che esprime delusione per la liquidazione della società e forte preoccupazione per la sorte dei dipendenti, sia quelli che lavorano direttamente per LASA ma pure per tutti i dipendenti impiegati presso le ditte che operano con e attraverso l'aeroporto e la cui attività subirà delle ripercussioni».

I sindacati sottolinea pure che, «vista l’incertezza che regnava già relativamente al previsto voto sui referendum comunale e cantonale», già da tempo hanno inoltrato le rispettive richieste ottenendo «la proroga del termine di disdetta e la garanzia del pagamento degli stipendi fino a fine maggio e avviando la discussione per predisporre una serie di misure a sostegno dei collaboratori». «L’obiettivo, per noi tassativo - aggiungono -, è di garantire un futuro occupazionale a tutti i collaboratori».

Alle autorità del Comune di Lugano e del Canton Ticino verrà quindi chiesto di avviare «una seria trattativa per mettere a disposizione tutti i mezzi necessari e i crediti finanziari per ottenere il ricollocamento di tutto il personale».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 00:27:06 | 91.208.130.86