Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE / CONFINE
1 ora
Da Bellinzona a Milano con 54mila euro di Rolex nei calzini: denunciato
L'uomo è stato fermato alla stazione di Chiasso. Aveva evaso dazi e IVA per quasi 12'000 euro.
CANTONE
2 ore
«Campagna vaccinale fallimentare»
È il pensiero di Dany Stauffacher, numero uno di Sapori Ticino, sulla gestione della pandemia in Svizzera. Il suo sfogo.
CONFINE
3 ore
Il caso Viggiù: in 6 giorni vaccinato un paese intero
Altissima la risposta dei cittadini: «Circa l'80% si è presentato. Qualcuno però ha detto no»
GORDOLA
9 ore
Scuole al Burio e amianto, il sindaco vuole fare chiarezza
«La situazione è conosciuta e sotto controllo da sempre. La prima perizia risale al 2006, non siamo degli sprovveduti»
LOCARNO
10 ore
Semi per il futuro, allo Spazio Elle nasce una semiteca
Funziona come una biblioteca, ma al posto dei libri ci sono barattoli contenenti semi. Una novità in Ticino.
CANTONE
13 ore
Test a tappeto al Liceo di Lugano 2
Negli scorsi giorni presso l'istituto di Savosa sono stati riscontrati otto casi di coronavirus
CANTONE
15 ore
Annullata l'edizione 2021 del Giro Media Blenio
La manifestazione sportiva era prevista per il prossimo 5 aprile. Sarà proposta una versione alternativa
CANTONE
15 ore
«Ci stiamo lamentando di un Paese che ci ha dato due vaccini efficaci»
Svizzera lenta e debole? La strategia rossocrociata analizzata da Alessandro Diana, infettivologo e vaccinologo.
LUGANO
16 ore
Ladies Run, correte a iscrivervi
La tradizionale corsa per sole donne si terrà sabato 29 maggio in versione serale. Da oggi sono aperte le iscrizioni.
MENDRISIO
19.03.2020 - 13:450
Aggiornamento : 14:52

Il sindacato chiede alle aziende il blocco immediato della attività

L’appello dell’OCST alle imprese del Mendrisiotto.

«Mettete al primo posto la salute dei collaboratori».

MENDRISIO - «Vi esortiamo A interrompere con effetto immediato le attività della vostra azienda ad eccezione di quelle necessarie per far fronte ai bisogni primari della popolazione». È una richiesta chiara quella che il segretariato locale dell’OCST rivolge alle aziende del Mendrisiotto.

Non un obbligo, ma «una richiesta di buon senso motivata da una comprovata emergenza sanitaria e che vede come priorità massima la tutela della salute vostra e di tutte le collaboratrici e collaboratori».

Il sindacato ricorda che il Governo ticinese ha emanato misure molto restrittive nei confronti e a tutela di tutta la popolazione, per evitare che il nostro sistema sanitario imploda, a discapito di tante vittime innocenti. È stata imposta la chiusura di tutte le attività commerciali e produttive non di primaria necessità per la popolazione. Lo Stato Maggiore Cantonale di Condotta ha inoltre specificato ulteriormente che le attività “devono essere limitate al minimo indispensabile”.

Il sindacato ha ricevuto «numerosissime segnalazioni riguardanti situazioni di grossa difficoltà», dove in azienda si fatica a garantire la distanza sociale e la sicurezza per i lavoratori. «La situazione sta diventando insostenibile», commenta Giorgio Fonio.

L’appello alle aziende del Mendrisiotto, che segue quello cantonale, verrà esteso anche dagli altri segretariati regionali.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
skorpio 11 mesi fa su tio
mah.... a fare la spesa o pic nic....
4cerchi 11 mesi fa su tio
Sono 3 settimane che devono chiudere le frontiere e ognuno a casa, compresi i datori di lavoro. Ma la gente il cervello lo usa ancora? 3 parole. State. A. Casa. Una parola. Ignoranti
Pecoratriste 11 mesi fa su tio
... Io lodo i padtoninlocali che per responsabilità sociale hanno deciso di chiudere, ma le gramdi industrie che occupano in gran parte manodopera estera e i cui consigli di amministrazione non sono sicuramente qui sul territorio chiaramente se ne fregano e i politici votati negli ultimi 20 anni non sono da meno. POVERE PECORE!!... IO CHIEDO UN BLOCCO TOTALE CON DENUNCE PENALI AI PRIVATO CHE TRASGREDISCONO!!
Ul Cunili 11 mesi fa su tio
Ahahah buon senso, si come no! Noi, tecnici di servizio in contatto con la clientela su tutto il territorio ticinese, abbiamo ricevuto una mail dall'azienda dove si comunica che bisogna continuare a lavorare normalmente come se nulla fosse successo. Chi vuole restare a casa non vengono conteggiate le ore e si può scendere in negativo fino a 80 ore. Ci hanno fornito una boccetta di disinfettante da ritornare (in svizzera interna, per posta) quando é finita, per la ricarica. La raccomandatione di tenere 2 metri di distanza, tutto qui. Se non é il governo con un divieto generale ad imporre il fermo, nulla cambierà.
Don Quijote 11 mesi fa su tio
Penso che chi ha un'azienda non gli manca il buon senso e sa cosa fare. Il buon senso inizia a mancare ai politici che, vada come vada hanno la pagnotta assicurata.
skorpio 11 mesi fa su tio
@Don Quijote Il buon senso non ce l ha nessuno..strada magliaso caslano sembra ora di punta.
Mag 11 mesi fa su tio
@skorpio E dove vanno tutte ste persone?
VECCHIOTTO 11 mesi fa su tio
E la politica cosa aspetta a decretare la legge marziale?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-05 09:01:05 | 91.208.130.86