Keystone (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
CHIASSO
45 min
"Prima i nostri" in farmacia: «È uno strazio»
Riservazioni cancellate, pazienti italiani rimbalzati a Chiasso e a Ponte Tresa: per i distributori «è un caos»
CANTONE
1 ora
Merlot "Uniti" troppo caro: «Margini da usurai, fate attenzione»
La denuncia parte dal direttore di Ticinowine: «Alcuni ristoratori non rispettano gli accordi. Segnalatemeli»
CANTONE
1 ora
Fabio Capello e Massimo Busacca faranno i missionari
Singolare iniziativa video. Anche due star del calcio internazionale faranno parte del “cast”.
CANTONE
11 ore
Hotel Ticino al completo
Le strutture ricettive turistiche del cantone registrano da venerdì scorso una pienissima occupazione.
BELLINZONA
11 ore
Schianto a Gnosca, nessun segno di frenata
Le prime evidenze dell'inchiesta sul luogo dell'incidente non hanno rilevato la presenza di tracce di pneumatici.
BODIO
12 ore
Imerys investe in Ticino
In arrivo 35 milioni di euro per la produzione di materiali in grafite, necessari per le batterie agli ioni di litio
CANTONE
13 ore
«Suo marito ha agito con egoismo»
La difesa in cerca dei motivi che hanno portato alla chiamata in correità della 41enne russa.
TORRICELLA-TAVERNE
13 ore
Maltrattamenti all'asilo nido, scarcerate le due educatrici
«Non vi erano più i presupposti giuridici per il mantenimento della detenzione preventiva»
CANTONE
13 ore
La meteo mette i bastoni tra le ruote di "Ride The Alps"
L'evento che avrebbe visto 630 ciclista tentare la scalata del Passo della Novena è stato annullato.
FOTO E VIDEO
CANTONE
14 ore
Tutti giù dal treno a Gordola
La tratta tra Cadenazzo e Tenero è bloccata a causa di un treno guasto dalle 16.30.
CANTONE
15 ore
«Ingannata dall’uomo che l’aveva costretta a lasciare tutto»
La difesa della 41enne accusata di assassinio traccia un profilo dell’imputata
CANTONE
27.01.2020 - 16:150
Aggiornamento : 20:25

Sei stato in Cina e non stai bene? «Non andare dal medico, chiamalo»

Arrivano le raccomandazioni del DSS che nel contempo rassicura la popolazione sul coronavirus: «Al momento non c'è da preoccuparsi»

BELLINZONA - Il coronavirus è ormai conosciuto a livello globale. La malattia ha infatti oltrepassato i confini cinesi e si è propagata (seppur in maniera molto minore) anche in Europa. È infatti di ieri la notizia dei primi tre casi confermati in Francia. E sempre ieri si è appreso di due possibili contagi a Zurigo. Anche se oggi l'ospedale Triemli - dove i due pazienti sono ricoverati in isolamento - ha rassicurato sulle loro condizioni precisando che il sospetto d'infezione è «molto debole».

«I ticinesi stiano tranquilli» - Al coronavirus si è naturalmente interessato anche il Dipartimento della Sanità e Socialità che intende in primo luogo tranquillizzare tutti i ticinesi. «Allo stato attuale la popolazione non ha alcun motivo di preoccupazione», precisa il DSS in una nota odierna, specificando che «tutti i casi al di fuori della Cina sono esportati e non vi sono finora casi di contagio fuori dai confini cinesi». Il Cantone però non è stato con le mani in mano ed è pronto a qualsiasi evenienza. Tanto che oggi si è tenuta una riunione tra specialisti al fine di discutere e concordare le azioni da intraprendere per identificare e prendere in carico eventuali casi sospetti. «L'evoluzione futura dell’epidemia è attualmente incerta. La situazione potrebbe esaurirsi nel giro di poche settimane o svilupparsi con un impatto globale».

Le raccomandazioni del DSS - Il coronavirus ha come sintomi classici febbre superiore ai 38 °C, tosse e difficoltà respiratorie. Possono essere presenti anche brividi, dolori muscolari, mal di testa. Ma cosa deve fare chi si è recato negli ultimi 14 giorni nel Paese asiatico e presenta questi sintomi? Lo precisa ancora il DSS: «I cittadini devono evitare di presentarsi spontaneamente nelle strutture sanitarie, ma devono rivolgersi esclusivamente per telefono al proprio medico di famiglia, al Servizio di guardia medica, alla Centrale di soccorso 144 o ai Pronti soccorsi del Cantone, segnalando i sintomi e il contatto con la Cina».

Il coronavirus e le vittime solo cinesi - L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha segnalato, a inizio 2020, un aumento di malattie respiratorie acute in Cina, Regione di Hubei, città di Wuhan. Gli esami effettuati hanno evidenziato un nuovo tipo Coronavirus simile a quello della SARS, rispettivamente MERS-V. Attualmente sono stati registrati 80 decessi, tutti avvenuti su territorio cinese. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maurizio Pavesi 8 mesi fa su fb
E poi ti dicono che non è niente di preoccupante 😂😂😂
Instrutor Negao Suíça 8 mesi fa su fb
Matthias Guarisco 8 mesi fa su fb
E poi ti bruciano casa con dentro te, chiamare da numero sconosciuto e non dare l'indirizzo meglio 🤫🤫🤫🤫🤫
Anna Natolino 8 mesi fa su fb
Eduu Talaj
Dany Pellegrini 8 mesi fa su fb
Beh potrebbe venire il medico a casa, in fondo è il loro lavoro no?
Simona Mandozzi 8 mesi fa su fb
Dany Pellegrini l'articolo non discute sulle visite dei medici. Ma dice che se stai male di chiamarlo e non uscire. Leggere!!!!!!!
Lorenzo Nabbo Zanchi 8 mesi fa su fb
Matteo Costantino Andrea Merli
Alessandro Carini 8 mesi fa su fb
Arrivo subito! https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/3a/Paul_F%C3%BCrst%2C_Der_Doctor_Schnabel_von_Rom_%28coloured_version%29_2.jpg
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-01 07:45:15 | 91.208.130.85