TiPress - foto d'archivio
LUGANO
10.10.2019 - 16:300

Indennità per lavoro ridotto ai dipendenti di Lugano Airport

La Sezione del lavoro la concede fino al 30 novembre. La misura è un’alternativa al licenziamento offerta ai datori di lavoro dall’assicurazione contro la disoccupazione

LUGANO - Swiss che non opera più all’aeroporto di Lugano Agno ha conseguenze dirette sul personale che lavora allo scalo. Il Cantone, tramite la Divisione dell’economia del DFE, ha deciso oggi di concedere l’indennità per lavoro ridotto ai lavoratori di Lugano Airport SA (LASA), come richiesto dai vertici.

L’introduzione del lavoro ridotto mira a far fronte a improvvisi cali d’attività e a mantenere posti di lavoro. L’indennità per lavoro ridotto (ILR) è un’alternativa al licenziamento offerta ai datori di lavoro dall’assicurazione contro la disoccupazione.

I vertici di LASA hanno annunciato la volontà di introdurre il lavoro ridotto lo scorso 26 settembre, a seguito della rinuncia da parte di Swiss alla concessione della tratta Lugano-Zurigo.

Esaminata la richiesta, la Sezione del lavoro ha deciso di concedere l’indennità per lavoro ridotto fino al 30 novembre 2019.

L'indennità per lavoro ridotto (fonte SECO)

L’indennità per lavoro ridotto è un’alternativa al licenziamento offerta ai datori di lavoro dall’assicurazione contro la disoccupazione. II datore di lavoro risparmia così sui costi di fluttuazione del personale (costi d’introduzione, perdita di know-how aziendale, ecc.) e mantiene a breve termine i suoi collaboratori. Questi ultimi non devono iscriversi a un URC e mantengono la protezione sociale completa nell’ambito del contratto di lavoro, evitando così lacune di contribuzione nella previdenza professionale.

I lavoratori possono rifiutare l'indennità per lavoro ridotto. In tal caso, il datore di lavoro deve versare loro l'intero salario. In questo modo aumenta, però, il rischio di licenziamento.

 

Commenti
 
RobediK71 1 sett fa su tio
A che serve ormai il tutto ?
seo56 1 sett fa su tio
Chiudete quell’inutile è dispendiosa struttura
Bayron 1 sett fa su tio
E nüm a pagüm... chiudere quell’inutile e costoso scalo
ugobos 1 sett fa su tio
@Bayron inutile? vedo che chi usa il treno non é cosi contento e anche li sono stati spesi miliardi. Immagino che non sei mai partito da Agno era veramente comodo. Chi paga cosa? ma se sono tutti pieni di debiti e la bns stampa miliardi e compra azioni di facebook. roba da matti
Bayron 1 sett fa su tio
@ugobos Veramente fino a 5 anni da lo prendevo regolarmente 4/5 volte al mese poi ho scoperto il treno se devo andare a Zurigo e Malpensa se vado all’estero. Ribadisco lo scalo di Agno è una struttura ormai inutile, ha fatto il suo tempo
user1010 1 sett fa su tio
@Bayron Le FFS stanno apportando modifiche importanti a tutta la linea ferroviaria ticinese compreso tutte le gallerie per permettere l'arrivo dei treni a doppio piano. Il ticino ha due delle gallerie più importanti della Svizzera. Insomma.. Credo che gestire la circolazione dei treni non sia così facile come credete, quando si partiva da Agno e venivano cancellati o i bagagli rimanevano a terra tutti zitti, il treno arriva 5 min dopo o è troppo pieno allora giù a scrivere articoli. Proprio non avete la più pallida idea di come funziona il mondo ferroviario. Un cantiere in ferrovia non è come un cantiere in autostrada.
ugobos 1 sett fa su tio
@user1010 é 6 volte piu lento.
user1010 1 sett fa su tio
@ugobos Questo è vero.. Ma almeno i bagagli arriveranno e costerà mooolto meno in quanto sarà compreso nel biglietto aereo. Tranquillo, ora vogliono ripristinare il collegamento di Zurigo con la silver air. Un aereo che non riesce neanche a sorvolare le Alpi, i bagagli li mettono nel bagno perché non ha la stiva, 15 posti su sgabelli, nessuna separazione della cockpit, ci metterà almeno 2 ore ad arrivare (sempre se arriva...).. Che bello quando Merlo e Kessel se ne escono con queste magnifiche idee, mi fa pensare che pure io avrei potuto fare il direttore alla Lugano Airport. Di sicuro peggio di loro non avrei fatto
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 16:50:12 | 91.208.130.85