Ti Press (archivio)
ARBEDO-CASTIONE
01.03.2019 - 18:240
Aggiornamento : 02.03.2019 - 10:25

Officine a Castione, tre ditte non ci stanno

Le aziende che occupano parte dell'area destinata al nuovo stabilimento FFS hanno presentato ricorso al Tribunale amministrativo federale

CASTIONE - Otto Scerri, Mancini&Marti e GenioBeton del gruppo Marti, nonché lo stesso ingegner Rudolf Marti, hanno inoltrato ricorso al Tribunale amministrativo federale contro le nuove Officine FFS a Castione.

Le tre ditte, come anticipa il CdT, dovrebbero infatti sacrificare 32'000 m2 di superficie per la realizzazione del nuovo stabilimento, che si estenderà su un terreno di circa 150'000 m2. Ma contestano il via libera dato dall'Ufficio federale dei trasporti (USTRA) alla riservazione dell'area.

5 mesi fa "Zona riservata" per le nuove officine FFS
5 mesi fa Nessun referendum contro le Officine FFS: «Si sono arresi ai diktat»
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 11:15:06 | 91.208.130.86