Davide Giordano
CANTONE
28.09.2018 - 20:220

Ecco la quinta edizione del Film Festival Diritti Umani

Che sarà più grande (e su due sale) con diverse anteprime svizzere anche di peso: «Siamo un festival giovane e possiamo permetterci di osare»

LUGANO - 33 film (e 16 anteprime svizzere) per la prima volta su due sale, il Film Festival Diritti Umani ha presentato oggi la sua quinta edizione che è nel segno della crescita e del coraggio: «Siamo un piccolo festival, ma che sta crescendo», spiega il presidente Roberto Pomari.

Una kermesse, quella luganese, che si terrà dal 9 al 14 ottobre e che ci tiene a ribadire l'importanza della collaborazione con il Cantone e con le scuole: «Vogliamo continuare ad essere uno spazio per il dibattito, ogni anno sono migliaia i ragazzi che seguono le nostre proiezioni per poi discuterne in classe e in sala con i relatori presenti», conferma Pomari.

Una possibilità, questa, espansa grazie all'estensione del festival su due sale: alla storica "sede" del cinema Corso, si affiancherà un'altra importante istituzione del luganese, il cinema Iride nel cuore del quartiere Maghetti. «Siamo un festival giovane e possiamo permetterci di osare», ha spiegato il direttore Antonio Prata, «quest'anno avremo diverse pellicole di grande interesse e che ci invidieranno a livello nazionale».

Una selezione, quella delle proposte di quest'anno, effettuata come sempre fra i partecipanti ai migliori festival cinematografici.Tutti i film, ci tiene a puntualizzare l'organizzazione, sono sottotitolati in italiano.

Da segnalare, al di là del grande schermo, la mostra di disegni dell'artista e animatore Simone Massi per il documentario "La strada dei Samouni" allo spazio 1929 di Lugano e il DJ Set del rapper italiano Frankie Hi-Nrg (12 ottobre 2018 al Living Room).

Per il programma completo, il sito ufficiale del Film Festival Diritti Umani.

Per la prevendita, biglietteria.ch.

 

Commenti
 
streciadalbüter 10 mesi fa su tio
a lui63: e dopo aver aperti gli occhi cosa fa?
centauro 10 mesi fa su tio
@streciadalbüter Ti rendi conto che in certi casi i diritti vengono prima dei doveri!!!!!!!
streciadalbüter 10 mesi fa su tio
A Sedelin:no grazie:piuttosto vado a vedere Blazing saddles di Mel Brooks,almeno mi fa ridere.
sedelin 10 mesi fa su tio
@streciadalbüter allora divertiti e lascia perdere i "Doveri umani".
streciadalbüter 10 mesi fa su tio
E`ora che si pensi anche ai Doveri umani,dei quali nessuno parla perchè danno fastidio.
sedelin 10 mesi fa su tio
@streciadalbüter vai a vedere qualche film in programma e DOPO commenta!
centauro 10 mesi fa su tio
@streciadalbüter Scrivi così perché vivi in un Paese dove i diritti sono pienamente rispettati, prova a immergerti in quella altra metà del mondo dove la democrazia è un concetto non interpretabile........apri gli occhi sul mondo e ascolta le voci di chi non può parlare!!!!!
lui63 10 mesi fa su tio
Bravissimi tutti per l’impegno a portare avanti questo festival che ci permette di aprire gli occhi su tantissime realtà BRAVI
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-22 09:31:34 | 91.208.130.85