Polizia Sciaffusa / Keystone
CANTONE / SCIAFFUSA
25.07.2017 - 18:190
Aggiornamento : 19:12

L’uomo con la motosega viveva in Ticino

Dal giugno del 1998 al marzo del 2000 il 51enne ha vissuto prima a Riva San Vitale e poi a Stabio

RIVA SAN VITALE / SCIAFFUSA - Ha vissuto in Ticino dal mese di giugno del 1998 al marzo del 2000 - prima a Riva San Vitale e poi a Stabio - Franz Wrousis, il 51enne ricercato nel canton Sciaffusa per aver ferito cinque persone lunedì mattina dopo aver fatto irruzione negli uffici della cassa malati CSS.

Lo conferma la RSI, spiegando che durante il proprio soggiorno - risalente a quando era poco più che 30enne - Wrousis non ha lasciato particolari ricordi nei suoi vecchi concittadini. Il fuggitivo viene descritto come un nomade, che dopo aver abbandonato il Ticino ha vagato parecchio, spostandosi prima a Basilea - sua città natale - e in seguito nei cantoni Lucerna e Grigioni e all’estero.

Tre mesi fa il 51enne aveva preso alloggio in un hotel a Laax. «Voleva rimanere per un mese e disse che voleva vivere isolato dal resto del mondo. Il giorno successivo fece però perdere le sue tracce», ha dichiarato il titolare dell'albergo. «Mi disse che non gli ero simpatico, perché riuscivo a leggere nella sua testa».

L’uomo si era poi trasferito nel bosco di Uhweisen (ZH), nel quale ha trascorso le ultime 4 settimane. Il sindaco del comune, che abita a circa 300 metri di distanza, lo ha incontrato più volte mentre portava a passeggio il cane. «Un giorno mi disse che il mio cane aveva una bella acconciatura e poi esclamò frasi sconnesse su Dio», ha detto al Blick.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 13:22:58 | 91.208.130.89