tipress
BELLINZONA
26.02.2016 - 15:560

Le Officine vogliono risposte, scatta l'ultimatum

Le FFS hanno tempo fino al 15 aprile prima che vengano presi provvedimenti

BELLINZONA - Rispettare gli impegni presi tre anni fa. È quanto chiedono all'ex regia federale gli operai delle Officine FFS riunitisi oggi in assemblea. 

«Se entro il prossimo 15 aprile le FFS non dimostrassero con atti concreti di voler applicare e rispettare gli accordi sottoscritti, si ritroveranno in assemblea per discutere e decidere le misure da intraprendere per la sopravvivenza delle Officine». È questo, come riferisce la Rsi, l’ultimatum espresso oggi dagli stessi lavoratori.

Ad oggi, infatti, le FFS non hanno dato seguito agli impegni sottoscritti nel 2013 al termine della lunga trattativa, che ha dato vita al Centro di competenze presso le Officine FFS di Bellinzona.

Le ore di lavoro nel 2016, infatti, sarebbero del 20% inferiori a quelle del 2013. Oltre a questo alle officine non è stata concessa nessuna maggiore autonomia organizzativa, operativa e finanziaria. Mancano, infine, progetti concreti e l’integrità degli spazi produttivi non è più garantita.

Commenti
 
Dog4life 3 anni fa su tio
spero vadano in rovina
Climb 3 anni fa su tio
@Dog4life perché?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 16:55:18 | 91.208.130.87