Keystone
Sergio Ermotti, a sinistra, verrà sostituito da Ralph Hamers, a destra. Al centro Axel A. Weber, Presidente del Consiglio di Amministrazione di UBS.
SVIZZERA
20.10.2020 - 08:050

UBS a gonfie vele nonostante il coronavirus

Sergio Ermotti saluterà dunque il colosso bancario dopo un trimestre in crescita

ZURIGO - Il CEO di UBS Sergio Ermotti si congeda con risultati intermedi in crescita. Nel terzo trimestre, la grande banca svizzera, il cui cambio al vertice è ormai imminente, ha guadagnato di più rispetto all'anno precedente, superando anche le aspettative degli esperti.

L'utile netto, indica oggi in un comunicato il leader elvetico del settore, è raddoppiato su base annua a 2,1 miliardi di dollari. Dal canto suo, l'utile ante imposte si è attestato a 2,6 miliardi, contro gli 1,4 miliardi dello stesso periodo del 2019.

L'istituto finanziario ha largamente battuto le stime formulate dagli analisti consultati dall'agenzia finanziaria AWP. I motivi principali del chiaro incremento degli utili sono da ricercare in ricavi operativi nettamente superiori e in incassi una tantum, come la vendita della sua piattaforma per la transazione di fondi a Clearstream, controllata di Deutsche Börse. Tale operazione ha consentito di incassare 600 milioni.

Tra luglio e settembre, gli averi amministrati da UBS sono saliti da 3588 a 3807 miliardi, il che rende la banca il maggiore gestore patrimoniale al mondo. Buone notizie pure per gli azionisti: il consiglio d'amministrazione ha infatti dato il via libera al versamento della seconda tranche - di 0,365 dollari - del dividendo, che dovrebbe avvenire il 27 novembre.

Per quanto riguarda le previsioni sull'immediato futuro, la banca non si è sbilanciata, affermando che la situazione è resa incerta dalla pandemia di Covid-19. Quello che è sicuro è che dal 1° novembre UBS avrà un nuovo numero uno, nella persona dell'olandese Ralph Hamers, ex ING. Ermotti passerà al riassicuratore Swiss Re, del quale diventerà presidente del cda.
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 04:12:55 | 91.208.130.86