Keystone
SVIZZERA
20.10.2020 - 07:450
Aggiornamento : 10:21

Diritti TV per l'hockey su ghiaccio: UPC multata per 30 milioni

«UPC ha ostacolato in modo illecito Swisscom» spiega la Commissione adibita

BERNA - Brutto colpo per UPC, che dovrà pagare una multa di circa 30 milioni di franchi per aver abusato dei diritti televisivi delle partite di hockey su ghiaccio.

La sanzione è stata inflitta dalla Commissione della concorrenza (Comco), che punisce l'operatore via cavo per essersi rifiutato di permettere a Swisscom la trasmissione live degli incontri.

Un simile rifiuto «è considerato illecito ai sensi della legge sui cartelli» spiega la Comco in un comunicato.

UPC, ricorda la Commissione, ha acquisito i diritti esclusivi per trasmettere le partite dal 2017 al 2022, ed è di conseguenza l'emittente dominante sul mercato. Poi ha però abusato di tale posizione dominante negando a Swisscom qualsiasi offerta per la trasmissione di partite di hockey. «Tramite questo comportamento UPC ha ostacolato in modo illecito Swisscom nella concorrenza» scriva la Comco.

Nel 2016 la Comco aveva sanzionato invece Swisscom per dei comportamenti simili riguardanti la trasmissione di sport live (in quel caso sia calcio che hockey su ghiaccio), e con la multa odierna la Commissione conferma così la sua posizione in merito alla valutazione di «rifiuti illeciti di relazioni commerciali».

In arrivo il ricorso - UPC non ci sta: l'operatore telecom ha deciso di ricorrere contro la multa di 30 milioni di franchi inflitta dalla Comco. Dopo diversi round negoziali quest'anno è stato infatti raggiunto un accordo con il concorrente Swisscom, ha indicato l'azienda zurighese in un comunicato odierno. UPC impugnerà perciò la decisione della Comco presso il Tribunale amministrativo federale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 1 mese fa su tio
Questa COMCO è un pò come i radar della polizia: basta far cassetta. Una volta ciascuno questi provider vengono colpiti e sanzionati. Quando poi l provider è SWISSCOM peggio ancora. Che vergogna.
albertolupo 1 mese fa su tio
Interessante... buono che siano posti dei limiti all'esclusiva, ma dal profilo del diritto privato e commerciale, mi chiedo se regge. Se è ammessa la vendita dei diritti a una società che li compra... (non che la cosa mi piaccia, anzi...).
Tato50 1 mese fa su tio
@albertolupo Swisscom era stata sanzionata con una multa di 70 milioni per una cosa simile. Se ora le cose sono state appianate potrebbero anche desistere perché corriamo il rischio che quei soldi poi li chiedono a noi con qualche piccolo "ritocco" sugli abbonamenti !
Cesare Saldarini 1 mese fa su fb
Il Karma
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 04:39:13 | 91.208.130.87