deposit
ZUGO/LUCERNA
07.07.2021 - 16:130

"Falsi poliziotti" in azione a Zugo e in manette a Lucerna

Le vittime sono sempre anziane.

I bottini? Ammontano a decine fino al centinaio di migliaia di franchi.

ZUGO/LUCERNA - I "falsi poliziotti" continuano a imperversare nella Svizzera tedesca. Nel canton Zugo, i truffatori sono riusciti a farsi consegnare gioielli per un valore di 100'000 franchi da una coppia di ultraottantenni. Nel canton Lucerna sono invece finiti in manette tre malviventi che con il solito trucco sono entrati in possesso di 42'000 franchi.

Il caso reso noto dalla polizia di Zugo riguarda una donna di 82 anni e il partner di 83 anni che nei giorni scorsi hanno ricevuto diverse chiamate di persone che si facevano passare per agenti di polizia.

I falsi poliziotti hanno fatto credere alla coppia di anziani che i loro averi erano in pericolo, invitando l'uomo a recarsi a notte fonda al posto di polizia. Mentre l'uomo era in viaggio, un complice si è presentato a casa della donna ed è riuscito a farsi consegnare una borsa contenente gioielli del valore di circa 100'000 franchi. Inutile dire che quando la coppia si è resa conto della frode, era ormai troppo tardi.

Nel cantone di Lucerna la polizia è invece riuscita a incastrare tre svizzeri, di età compresa tra 21 e 33 anni, che con lo stesso trucco hanno sottratto a diverse vittime tra novembre 2020 e marzo 2021 contanti e oggetti di valore per un importo complessivo di 42'000 franchi.

I tre, che la polizia lucernese descrive come "facenti parte di un sistema" e come responsabili della raccolta del bottino, sono stati identificati nel corso d'indagini ed hanno confessato. I poliziotti, in questo caso quelli veri, hanno potuto sequestrare le refurtive e in diversi casi sono stati anche in grado d'impedire il passaggio di consegne.

La raccomandazione delle forze dell'ordine rimane sempre la stessa. In nessun caso dei veri agenti di polizia chiamerebbero una persona al telefono per farsi consegnare dei soldi: in situazioni simili vale quindi la pena di allertare la polizia.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 07:42:25 | 91.208.130.86