POLCA TG
TURGOVIA
22.12.2020 - 09:110
Aggiornamento : 15:24

Delitto di Bottighofen: la donna ha confessato

La vittima è una cittadina svizzera 62enne. In un bosco era stata ritrovata la sua testa

BOTTIGHOFEN - Il ritrovamento di resti umani (nello specifico si trattava della testa di una donna) al margine di un bosco turgoviese risale all'inizio di questo mese. Pochi giorni dopo le indagini di polizia hanno portato a un arresto. Ora la 54enne finita in manette ha confessato di aver ucciso la donna, una cittadina svizzera di 62 anni. Lo fanno sapere oggi le autorità turgoviesi.

Sono dunque stati fatti progressi nell'inchiesta attorno al delitto di Bottighofen. La donna 54enne ha ammesso di aver sparato alla 62enne. Ma - lo si legge ancora nella nota della polizia cantonale - i contorni della vicenda non sono ancora del tutto chiari.

Le due donne vivevano nella stessa palazzina a Bottighofen. Quella arrestata è la padrona di casa della vittima, ha detto a Keystone-ATS Marco Breu, portavoce della procura turgoviese.

Nel corso della perquisizione è stata rinvenuta anche una pistola, il cui calibro corrisponde al proiettile con il quale la 62enne è stata colpita. «Tuttavia non è ancora sicuro che questa sia l'arma del delitto», ha puntualizzato Breu. La cantina e la lavanderia della palazzina sono state sigillate, ha detto. «È prevista una ricostruzione del crimine», ha proseguito il portavoce della procura. Non ci sono indicazioni che facciano pensare al coinvolgimento di altre persone, ha aggiunto.

Il tribunale delle misure coercitive ha predisposto per la donna la detenzione preventiva. La 54enne non ha precedenti penali.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 11:45:34 | 91.208.130.87