Immobili
Veicoli
Un'impressionante colata di fango: «Si è fermata a 50 cm da casa mia»
Keystone
+10
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SOLETTA
4 ore
Minacce con pistola su Tiktok, 23enne in arresto
In un live streaming il giovane ha minacciato di sparare a se stesso o ad altri.
SVIZZERA
7 ore
Dividendi una tantum, TX Group nel mirino di Ufcom
Al momento non è stato aperto nessun procedimento formale
BERNA
7 ore
Ancora fuori uso il registro online di Swisstransplant
Il direttore della fondazione prevede un periodo di sei settimane per il ripristino totale del portale
SVIZZERA/FRANCIA
9 ore
Svizzero muore di ipotermia nell'indifferenza dei passanti
Il fotografo René Robert è caduto a terra nel cuore di Parigi, ma nessuno, per nove ore, l'ha aiutato.
ZURIGO
10 ore
Processo Vincenz: chiesti 6 anni
Secondo la procura l'ex direttore di Raffeisen ha causato danni finanziari anche fatali per la società Aduno
LUCERNA
11 ore
Retromarcia fatale per un 49enne
L'incidente è avvenuto ieri in una strada boschiva a Eschlzmatt
SVIZZERA
11 ore
Condanna in appello per Illi e Blancho
Al primo sono stati inflitti 16 mesi per dei video di propaganda islamica. Il secondo dovrà pagare una multa.
BERNA
11 ore
Aumento dei premi in vista secondo Santésuisse
Ciò a causa della crescita delle spese, specie nel settore ambulatoriale medico e ospedaliero
SVIZZERA
12 ore
Demolito il record di ieri: oggi quasi 45mila casi in Svizzera
Si tratta di un nuovo picco assoluto dall'inizio della crisi sanitaria.
SOLETTA
14 ore
Muore investito da un treno in stazione
All'arrivo dei soccorsi l'uomo era già deceduto.
SAN GALLO
15 ore
Vendevano migliaia di Covid Pass illegali, arrestati
I certificati sarebbero stati creati attraverso gli account di alcuni dipendenti di vari centri test.
VALLESE
08.08.2018 - 10:310
Aggiornamento : 12:32

Un'impressionante colata di fango: «Si è fermata a 50 cm da casa mia»

Un piccolo torrente a Chamoson si è trasformato in un fiume di fango e sassi

CHAMOSON - «Ho sentito un rumore assordante. Ho visto la prima ondata e ho chiuso rapidamente la porta di casa mia». Benoit era in prima fila quando il piccolo torrente che attraversava il villaggio di Chamoson è uscito dal suo letto, ieri attorno alle 19.00. «Un'enorme massa di fango e sassi ha tracimato, invadendo la zona attorno agli argini. La porta del mio garage è stata distrutta, gli alberi nel mio giardino sono stati sradicati e il fango si è letteralmente fermato a 50 cm dall'uscio di casa mia», racconta.

Il portavoce della polizia cantonale vallesana, Stephane Vouardoux, contattato da "20 minutes", ha fatto sapere che la colata di fango non ha causato feriti e che non si  è resa necessaria alcuna evacuazione. Tuttavia, diversi veicoli sono rimasti danneggiati.

Geologi al lavoro - Il fango si è riversato su due ponti, sbarrando di fatto un accesso secondario e la strada che portava ai Mayens de Chamoson. I pompieri hanno concentrato i loro sforzi su quest'ultima e entro sera avevano già ripulito la strada. «La via resterà comunque chiusa per precauzione», ha affermato Stéphane Vouardoux.

In effetti prima di poterla riaprire sono necessari dei controlli geologici a monte per garantire che non ci sia un'altra sacca d'acqua pronta a rompersi, soprattutto considerato che un nuovo temporale si è abbattuto sul Vallese in serata. Questi controlli, che non possono essere effettuati di notte, sono stati pianificati per mercoledì mattina.

Keystone
Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
centauro 3 anni fa su tio
Video molto impressionante.......La colpa sarà di chi ha costruito in quel luogo? delle autorità che hanno rilasciato i permessi? o di chi ha costruito l'alveo in quel modo? a voi le ipotesi.....
Equalizer 3 anni fa su tio
@centauro La casa gialla che si vede nel filmato avrà una 50na di anni, il che chiaramente fa pensare ad un evento più unico che raro. Il paese dove vivo qui nel locarnese è sopra un cono di deiezione, 200 anni fa una situazione simile costrinse la chiesa ad aprire una nuova porta nel campanile 6 metri più in alto.
centauro 3 anni fa su tio
@Equalizer Spesso gli eventi atmosferici che causano frane e alluvioni non sono prevedibili, a volte la mano dell'uomo causa o sottovaluta tali accadimenti. Ad esempio la colata di detriti in val Bregaglia non era prevedibile e un paesino ha subito forti danni. Dare la colpa a chi ha voluto costruire la propria casa mi sembra improprio.
moma 3 anni fa su tio
Bé, faceva meglio stare zitto, costruire li.
skorpio 3 anni fa su tio
Sono d acxordo, la colpa qui è solo del proprietario e della speculazione edilizia, prob costava poco il terreno. Per quanto riguarda il risc globale e una gran cretinata. ( alluvioni fine 900, 1951, 1978 sono li a dimostrarlo. È il nornale ciclo della terra, fra qualche migliaia di anni tornerà l era glaciale cosi via..
KilBill65 3 anni fa su tio
Come da foto....Il problema e' che c'e' chi costruisce case a pochi metri da un fiume!!....Personalmente me ne guarderei bene, so che ci sono delle metrature da rispettare, ma visto i fenomeni naturali, forse ne starei il piu' lontano possibile.....
pontsort 3 anni fa su tio
@KilBill65 Oltretutto subito dopo la curva del fiume. E per lasciar costruire il fiume é stato completamente arginato con un fondo quasi liscio facendo solo aumentare la velocità.
marcopolo13 3 anni fa su tio
Mamma mia! Impressionante :/, ma purtroppo non è altro che madre natura che inizia a ridarci tutto indietro.
F.Netri 3 anni fa su tio
@marcopolo13 Sono 4.5 miliardi di anni che la Natura fa gli affari suoi su questo Pianeta. A prescindere dagli esseri che la popolano. Non c'è nulla di personale in tutto questo.
ToMaTe_81 3 anni fa su tio
@marcopolo13 Giusto da un qualche miliardo di anni le frane scendono dalle montagne sul nostro pianeta se qualcuno per fare soldi e pagare poco il terreno ci costruisce la casa sotto è un problema suo. Qui ne più ne meno è confermata la stupidità della maggior parte della nostra specie.
centauro 3 anni fa su tio
@ToMaTe_81 E' anche vero che ci sono vaste regioni a rischio sisma, altre soggette a uragani, altre dai vulcani......e cosa dovremmo fare vivere in bunker corazzati sotto terra? le alluvioni periodicamente si presentano e devastano aree fino a quel momento indenni!!
centauro 3 anni fa su tio
@F.Netri Così deve essere, noi esseri animali siamo in balìa delle forze della natura da sempre!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-28 01:42:29 | 91.208.130.86