Cerca e trova immobili

SVIZZERALa Scuola per piloti delle forze aeree svizzere si allena in Francia

17.06.24 - 10:14
Ogni anno in diversi aerodromi militari esteri vengono organizzati simili moduli d’allenamento.
20min/Comunità
Fonte DIFESA
La Scuola per piloti delle forze aeree svizzere si allena in Francia
Ogni anno in diversi aerodromi militari esteri vengono organizzati simili moduli d’allenamento.

BERNA - Dal 17 al 27 giugno la Scuola per piloti delle Forze aeree svizzere svolgerà un modulo d’istruzione a Cognac (Francia). Ogni anno in diversi aerodromi militari esteri vengono organizzati simili moduli d’allenamento con il Pilatus PC-21 della durata di 10 a 14 giorni.

Il 17 e 18 giugno dieci piloti e dieci tecnici si recheranno in Francia con cinque PC-21 per svolgere un allenamento sulle competenze relative alla pianificazione e allo svolgimento di esercitazioni di combattimento aereo fino a 1500 m di altitudine, e si eserciteranno anche in singoli voli di navigazione e voli a bassa quota in un ambiente sconosciuto. Questi moduli svolti all’estero consentono ai futuri piloti di jet da combattimento di manovrare il velivolo in un combattimento aereo a bassa quota, cosa che in Svizzera non è possibile a causa della configurazione del territorio e della collocazione dei settori d’allenamento militari sopra le Alpi oppure nel Giura.

Gli allievi piloti e gli istruttori di volo intratterranno inoltre uno scambio di esperienze con l’«École d’aviation de chasse» a Cognac, che impiega anch’essa velivoli del tipo Pilatus PC-21 per l’istruzione di base dei suoi aspiranti piloti di jet da combattimento.

Rafforzare la cooperazione internazionale
Le cooperazioni internazionali con le scuole per piloti di altri Paesi contribuiscono allo scambio di esperienze nell’ambito dell’istruzione e dell’allenamento dei piloti militari nonché a rafforzare l’interoperabilità nel settore dell’istruzione. Gli allenamenti con le nazioni partner e lo scambio di esperienze nei contatti personali costituiscono opportunità privilegiate che permettono ai tecnici e ai piloti di applicare e approfondire le loro conoscenze in un contesto nuovo, e ricavare importanti insegnamenti per l’istruzione e il perfezionamento nel futuro. La base è data dall’accordo bilaterale in materia d’istruzione stipulato tra la Svizzera e la Francia il 23 novembre 2018 ed entrato in vigore il 1° luglio 2021.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE