Cerca e trova immobili

SVIZZERAIniziativa sulle pensioni, pericolo confusione: «Il quesito non è chiaro»

11.02.24 - 13:30
Il comitato del "no": «Da nessuna parte si dice che l’età pensionabile sarà innalzata a 66 anni».
20min/Matthias Spicher
Fonte Sonntagszeitung
Iniziativa sulle pensioni, pericolo confusione: «Il quesito non è chiaro»
Il comitato del "no": «Da nessuna parte si dice che l’età pensionabile sarà innalzata a 66 anni».

BERNA - Volete accettare l’iniziativa popolare «Per una previdenza vecchiaia sicura e sostenibile (Iniziativa sulle pensioni)»? È questa la domanda che compare sulle schede elettorali e che, in queste ore, sta suscitando non poche polemiche, in previsione della votazione del 3 marzo.

A sollevare le critiche sono soprattutto i sindacati, come riporta la Sonntagszeitung. «Il titolo dell’iniziativa è sbagliato. Nasconde le vere intenzioni - commenta Adrian Wüthrich, presidente di Travailsuisse - un quesito deve essere chiaro, e non è questo il caso». In particolare, si sottolinea come non venga detto in maniera esplicita che l’età pensionabile verrebbe alzata a 66 anni entro il 2033.

Il fronte del “no” ha già lanciato un avvertimento sui social media, mettendo in guardia gli elettori e fornendo istruzioni su come compilare in maniera corretta la scheda. Secondo il politologo Lukas Golder i cittadini, in generale, sono bene informati quando si tratta di votare proposte a livello federale. «Ma - aggiunge - il rischio di sbagliare è aumentato nel corso degli anni. Purtroppo, sempre più persone compilano la scheda in maniera istintiva».

I promotori (i giovani PLR) respingono al mittente le accuse. Anche la Cancelleria federale non concorda con le critiche, sostenendo che il titolo sia «sufficientemente chiaro».

In generale, sul quesito, il comitato d'iniziativa ritiene sia chiara la situazione: «L’AVS si trova in difficoltà finanziarie. Se non interveniamo, le pensioni saranno compromesse. L’iniziativa attenua questo rischio senza tagli alle pensioni, aggravi fiscali e ulteriori indebitamenti. È la soluzione migliore: moderata, sociale ed equa per tutte le generazioni». Il Consiglio federale e il parlamento ritengono, invece, si tratti di un automatismo «troppo rigido. Nel determinare l'età di pensionamento, si devono sempre prendere in considerazione diversi aspetti, come lo sviluppo dell'economia e del mercato del lavoro».

COMMENTI
 

Voilà 1 sett fa su tio
La scheda di voto è rivolta a tutti i cittadini, c'è chi è più colto e chi meno, chi è più attento e informato e chi lo è di meno, tutti però hanno gli stessi diritti. Per questo motivo la domanda deve essere chiara e non dare adito a dubbi.

Tirasass 1 sett fa su tio
State zitti!! È chiaro a tutti che volete alzare. Basta è ora di finirla!!!

belaolga 1 sett fa su tio
è scritto chiaramente...giornalai del...

64cleme 1 sett fa su tio
Ad essere obiettivi nell'opuscolo informativo é scritto chiaramente che l'iniziativa chiede l'innalzamento a 66 anni entro il 2033 e poi un graduale aumento parallello a quello dell'aspettativa media di vita. È il titolo dell'iniziativa che può suonare ambiguo e indurre in errore coloro che voteranno d'istinto senza leggere e informarsi

Voilà 1 sett fa su tio
Risposta a 64cleme
E' la domanda ad essere tendenziosa. Non c'è nessuna prova che la proposta dei giovani PLR sia l'unico modo per avere un'AVS sicura e sostenibile

Bandito976 1 sett fa su tio
io la pensione ai politici la innalzerei a 70 anni. Loro non sudano quindi l'aspettativa di vita é più lunga

Hammer 1 sett fa su tio
Diciamo pure che negli ultimi 30 anni, al massimo il 10% delle votazioni era chiaro e non un'arma a doppio taglio....

G&N 1 sett fa su tio
E anche la Stampa non scherza a creare confusione!

Flet 1 sett fa su tio
Se la popolazione Svizzera scioperasse come in Germania e Francia ecc., ma veri scioperi ,non le cavolate dei nostri sindacati pagati da Berna e Ticino, forse i nostri politici potrebbero aprire gli occhi! Politici che pensano solo a riempirsi le tasche di $$$!

ctu67 1 sett fa su tio
e num a pagum !!!

tazgana25 1 sett fa su tio
Forse sarebbe ora di smettere di parlare di eta pensionabile, ma di anni di contributi, siamo in mano a persone che hanno iniziato a lavorare a 30 anni, vorrei vedere se avessero iniziato a 14 o 15……….

YouAreWhatWeEat 1 sett fa su tio
Risposta a tazgana25
Un bel disincentivo a proseguire gli studi quindi. Non mi pare una scelta molto saggia. Ma sarei d'accordo sul far andare in pensione un po' prima chi ha iniziato a lavorare da giovanissimo

NonilTicineseMedio 1 sett fa su tio
Risposta a tazgana25
Interessante proposta, però qua ci troviamo difronte a un dilemma. Pensione ad un'età fissa come adesso di 65 non é perfetto, perché appunto molti iniziano a lavorare più tardi perché studiano più a lungo. Pensione dopo un certo numero di anni di lavoro? beh non vorrei ritrovarmi con un ponte progettato da un ingengere che ha 80 anni, perché sta ancora lavorando dato ha cominciato a lavorare più tardi (inoltre si andrebbe molto a disincentivare l'istruzione). Si potrebbe proporre anche una pensione accessibile dopo che si ha versato un certa quantità di contributi, però così i lavoratori che fanno lavori pesanti retribuiti di meno dovrebbero lavorare troppo e verrebbro penalizzati

Voilà 1 sett fa su tio
Risposta a tazgana25
Studiare non è una vacanza, richiede ore di studio e pochi giorni liberi. Ho un figlio agli studi ed ho iniziato a pagare l'AVS per lui da quando ha compiuto 20 anni. Secondo me bisognerebbe invece tenere conto del tipo di lavoro. In genere il pensionamento anticipato è possibile solo a chi ha redditi alti e non ha più figli a carico. La tendenza oggi è ad avere figli più tardi, quindi coloro che a 60 anni o più hanno ancora figli agli studi sono molti. Si vuole alzare l'età di pensionamento, quando dall'altra parte si licenziano cinquantenni perché costano troppo.

Rosso Blu 1 sett fa su tio
Effettivamente NON è chiaro e ancora una volta il sì o il no sulla domanda è a doppio senso. Così facendo, è ovvio votare sbagliato. Ma questa è la Svizzera ti fanno abbassare te a 90°

Sissi77 1 sett fa su tio
Risposta a Rosso Blu
Concordo!
NOTIZIE PIÙ LETTE