Cerca e trova immobili

SVIZZERAIncidenti raddoppiati in caso di neve: ecco i consigli per viaggiare sicuri

29.11.23 - 16:23
Lo confermano i dati di AXA: «Uno stile di guida adeguato e gli pneumatici invernali sono un'efficace prevenzione».
KEYSTONE SDA
Fonte AXA
Incidenti raddoppiati in caso di neve: ecco i consigli per viaggiare sicuri
Lo confermano i dati di AXA: «Uno stile di guida adeguato e gli pneumatici invernali sono un'efficace prevenzione».

BERNA - L’arrivo della neve anche in pianura è motivo di gioia per grandi e piccini. Tuttavia, quando l’inverno fa capolino a bassa quota, le condizioni stradali peggiorano, cosa di cui anche i conducenti dovrebbero essere consapevoli. «Nel corso di una giornata tipo riceviamo circa 500 segnalazioni di incidenti. Tuttavia, se i conducenti si lasciano sorprendere dal peggioramento delle condizioni atmosferiche, questo numero può anche raddoppiare», dichiara Patrick Villiger, responsabile sinistri veicoli a motore presso AXA.

Uno stile di guida adeguato può prevenire molti incidenti
A partire da una temperatura esterna di 3 gradi aumentano i rischi di gelate su ponti e strade che attraversano i boschi. L’elevata umidità dell’aria o la nebbia creano infatti sull’asfalto una pellicola che diventa pericolosa quando le temperature scendono verso il punto di congelamento. «In queste condizioni atmosferiche è opportuno adottare uno stile di guida particolarmente prudente», spiega Michael Pfäffli, responsabile Infortunistica e prevenzione AXA.

Banchi di nebbia causa di molti incidenti
Ulteriore problema è la scarsa visibilità. «In presenza di pioggia, neve e nebbia la tenuta di strada diminuisce e spesso la visuale peggiora sensibilmente» aggiunge Pfäffli. In particolare, la nebbia può addensarsi localmente da un minuto all'altro. «I più gravi tamponamenti di massa in Svizzera sono stati causati da improvvisi banchi di nebbia, ma il rischio può essere depotenziato mantenendo la distanza di sicurezza e moderando la velocità», prosegue l’esperto di infortunistica.

Da ottobre a Pasqua pneumatici invernali montati
Inoltre sono sempre numerosi gli utenti che vengono sorpresi dalla prima neve ancora senza pneumatici invernali e questo è uno dei motivi, insieme alla mancata adozione di uno stile di guida appropriato, per cui la curva degli incidenti stradali si impenna alle prime avvisaglie di inverno. Il mancato utilizzo dei copertoni termici non rientra fra le casistiche di colpa grave, ma Pfäffli consiglia caldamente di effettuare la sostituzione entro fine ottobre: «Da ottobre a Pasqua il veicolo deve essere equipaggiato con pneumatici invernali». In particolare, vale la cosiddetta regola «4x4x4»: quattro pneumatici invernali uguali, non più vecchi di quattro anni e profondità minima del battistrada di quattro millimetri. «Uno pneumatico invernale intatto è essenziale per la sicurezza» conclude.
Inoltre, se si vogliono evitare incidenti, sarà bene guidare con particolare cautela tra le 17 e le 18 del venerdì. Secondo l’Ufficio federale delle strade (USTRA) questi sono il giorno e l’ora della settimana in cui si registra il maggior numero di sinistri.

Nove consigli per viaggiare sicuri in inverno:

- Controllare gli pneumatici invernali: profondità minima battistrada di 4 millimetri
- Effettuare un check-up invernale del veicolo in officina
- Tenere a bordo l’equipaggiamento di sicurezza, il raschietto per il parabrezza e le catene da neve
- Partire piano (soprattutto in presenza di neve e ghiaccio)
- Guidare in modo previdente e rispettare la distanza di sicurezza
- Evitare sterzate brusche
- Scegliere tragitti idonei alle condizioni meteo
- Partire per tempo ed evitare situazioni di fretta
- In caso di tragitti lunghi fare regolarmente delle pause

Fonte AXA

COMMENTI
 

centauro 3 mesi fa su tio
Se ci fosse l'imposizione da metà novembre a metà aprile per pneumatici invernali o catene come in Italia, i rischi diminuirebbero.
NOTIZIE PIÙ LETTE