Cerca e trova immobili

SVIZZERA«Berna non può mettere il guinzaglio a chi fa la spesa oltreconfine»

14.11.23 - 18:00
Spese all'estero da dichiarare sopra i 150 franchi, la proposta in cantiere a Berna non ha mancato di generare accese reazioni.
Davide Giordano
«Berna non può mettere il guinzaglio a chi fa la spesa oltreconfine»
Spese all'estero da dichiarare sopra i 150 franchi, la proposta in cantiere a Berna non ha mancato di generare accese reazioni.

BERNA - Karin Keller-Sutter, a capo del Dipartimento federale delle Finanaze (Dff), avrebbe intenzione di dimezzare il limite di esenzione fiscale per il turismo dello shopping.

L'indiscrezione, pubblicata lunedì dal TagesAnzeiger, vorrebbe che i beni acquistati all'estero possano essere assoggettati all'Iva Svizzera già partire da 150 franchi invece degli attuali 300. E quindi debbano essere dichiarati.

La misura che il Dff starebbe elaborando, mira più o meno apertamente a rendere meno attraente lo shopping oltre confine. Non solo con le tasse, ma anche - e soprattutto - con la burocrazia.

«Una presa in giro e un mostro burocratico» - «Sono sicura che le persone troveranno comunque il modo per aggirare questa misura», afferma Sara Stalder della Protezione svizzera dei consumatori, «ci sono diversi modi per riuscire comunque a uscire da quell'isola di prezzi alti che è la Svizzera».

Una di queste è l'andare in compagnia a fare la spesa oltrefrontiera, perché il limite dell'esenzione è calcolato per persona. Una famiglia di quattro persone, per esempio, potrà spendere fino a 600 franchi senza dover dichiarare nulla.

Ma il peso della norma in cantiere non ricade solo su chi va a fare la spesa: è prevedibile, infatti, un aumento davvero importante del lavoro amministrativo per il governo federale e gli uffici delle dogane. Stalder è certa che all'Amministrazione federale delle dogane (Afd) non siano proprio sereni: «La misura è una presa in giro, creerà solo un mostro burocratico».

Un punto su cui insiste Stadler, in particolare, sono le differenze di prezzo nei beni di consumo alimentare che riesce a giustificare solo fino a un certo punto: «In Svizzera abbiamo costi di produzione più alti quindi è anche comprensibile che i prodotti siano più cari. Ma la differenza fra alcuni alimenti che si possono acquistare all'estero è davvero enorme».

«Non è il momento giusto» - «I consumatori non sono certo contenti del fatto che Berna voglia dimezzare il limite dell'esenzione dal valore», spiega Julian Zrotz, amministratore delegato di Patoc, società di consulenza nel settore commerciale.

Il franco forte e l'elevato differenziale d'inflazione rispetto all'area dell'euro hanno reso lo shopping all'estero ancora più attraente, e la Confederazione ora vorrebbe contrastarlo.

Sebbene sia comprensibile che il Dff voglia rendere meno attraente lo shopping all'estero, la misura difficilmente troverà la comprensione di chi si reca regolarmente all'estero per fare la spesa: «Per molti, questa misura arriva in un momento davvero sbagliato a causa dell'aumento generalizzato del costo della vita, è molto difficile che semplicemente rinuncino».

Anche Stalder è certa che la gente continuerà a fare acquisti all'estero: «Berna non può bloccare il turismo della spesa, ma con spese più piccole il traffico non potrà che aumentare».

Secondo lei «è un'illusione pensare di mettere il guinzaglio a chi fa la spesa oltre confine», anche perché «il momento per una misura del genere non potrebbe essere più inopportuno. Assicurazione sanitaria, energia, trasporti pubblici, Poste: tutti gli aumenti di prezzo ricadono sulle spalle delle famiglie».

Una voce fuori dal coro - Dagmar Jenni, direttrice della Swiss Retail Federation, ha un'opinione diversa. Chi fa acquisti all'estero, secondo lei «oggi come oggi è doppiamente avvantaggiato: per acquisti fino a un valore di 300 franchi non solo non si paga l'Iva svizzera, ma si può anche chiedere il rimborso di quella italiana».

Questo eticamente non è corretto nei confronti di quelli che normalmente fanno acquisti in Svizzera e che - con le loro compere - fondamentalmente investono nell'economia nazionale: «Eppure tutti quanti beneficiamo dei salari alti, delle buone infrastrutture e dell'elevato potere d'acquisto tipici del nostro Paese», conclude Jenni.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

SilviaB 4 mesi fa su tio
Mah, nonostante il franco ultraforte e il fatto che almeno il 90% degli articoli venduti sono importati, la grande distribuzione si è ben guardata dal ridurre i prezzi al consumo, al contrario! Se loro hanno diritto a intascare tutti i margini derivanti dallo scempio che è stato togliere il cambio fisso franco/euro oltre all'enorme sovraprezzo, perchè noi non possiamo approfittare di questo beneficio? Inoltre, la richiesta di restituzione dell'iva (sempre se la si fa) va a carico del Paese oltreconfine dove si sono fatti gli acquisti, non certo della Svizzera, quindi di cosa stiamo parlando?

Bosa67 4 mesi fa su tio
Salari alti... ma se a malapena moltissime famiglie faticano ad arrivare a fine mese! Guardate gli utili di Migros e Coop, e la pressione che fanno sul governo per guadagnare ancora di più.

Jeju 5 mesi fa su tio
Da che pulpito, da dove venivano le ditte che hanno ristrutturato il palazzo federale?

lord 7874 5 mesi fa su tio
Nessun problema,vuol dire che passerò la dogana 2 volte

vulpus 5 mesi fa su tio
Con tutti nuovi politici eletti a Berna, sicuramente opereranno assieme agli altri per cassare tale misura.

max222 5 mesi fa su tio
A parte che dovrei aver diritto di spendere i miei soldi dove voglio senza essere penalizzato per questo, in quanto sono soldi su cui ho già pagato le tasse. In quanto alla disparità di trattamento verso chi fa la spesa in Svizzera, allora dovremmo tassare anche chi va in vacanza all'estero in paesi dove si risparma rispetto a chi le fa in Svizzera. Poi questa trovata, fatta da una liberale mi fa dubitare molto della coerenza. Mi sembra che stiamo andando sempre di piu verso una gestione opposta.

Giacamma1990 5 mesi fa su tio
ribadisco una famosa scarpa di un noto tennista svizzero che a lugano mi costa 230 franchi mentre a Porlezza 130 euro... costi di produzione...

Pincopallinopinco777 5 mesi fa su tio
che fantasie e tanto se vogliono farlo lo fanno come sempre ma si inventano tutti i sistemi per scattivare i cittadini

Fogliani 5 mesi fa su tio
Non capisco Berna , fanno queste cose dicono per proteggere i nostri negozi e il nostro commercio poi vogliono svenderci all Unione Europea?????? Sono una contraddizione unica non li capisco proprio…

Lucky76 5 mesi fa su tio
E se per delirio di qualcuno dovessero mettere in atto quest'altra misura di restrizioni nei confronti del popolo andrò 2 volte al mese in Italia a far spese invece che una, così creerò anche più traffico in strada.. il mio risparmio, e non poco, lo avrò comunque

tulliusdetritus 5 mesi fa su tio
KKS ha un evidente problema col Ticino. Dubito anche che sappia dove si trova. E se invece dei socialisti fossero i liberali a lasciare il CF?

Sciguetto 5 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Meglio entrambi

Sciguetto 5 mesi fa su tio
Madama kks è confrontata con l’esigenza di risparmiare, ok, ma dove pensi di andare speculando su 3,75 franchi di iva è un mistero… misterioso 😂😂, ma d’altra parte fa parte di un CF tra i peggiori che io abbia finora visto (e ne ho visti un bel po’). Senza contare che, se davvero dovesse aumentare la frequenza delle “visite” all’estero, potrebbe aumentare anche il tipo di merci acquistate… Mi astengo, ovviamente, dal suggerire a lei ed alla sua collega eletta perché “simpatica” dove si potrebbero effettuare risparmi MILIARDARI.

Filippone22 5 mesi fa su tio
Troppo facile prendere certe decisioni da milionari!

FoxOne72 5 mesi fa su tio
Continui aumenti su tutto e senza fine, il governo non cura minimamente il benessere dei cittadini, frega zero. Rimane solo risparmiare un po', ogni tanto, quando possibile, andando saltuariamente a risparmiare sulla spesa oltre frontiera. Mo, manco quello. Poco lucidi e molto dannosi, i sette fenomeni da baraccone a Berna

Righe76 5 mesi fa su tio
Proposta: un ticket per chi va c’è sul confine per fare la spesa con il 20% dia conto!

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Righe76
Bevi spesso per scrivere così ?

87 5 mesi fa su tio
Per far quadrare i conti, oltre al turismo della spesa pensavo di trovare un buon meccanico, l'igienista dentale, e tutti quei servizi che finora ho mantenuto in Svizzera (che in IT siano tutti truffatori e incapaci sono solo leggende paesane; dopotutto la manodopera TI è la stessa :-). Che si riducano in modo significativo i salari dei politici e del settore pubblico (o dare gli stessi benefit ai privati), e io ridurrò le mie spese transfrontaliere.

bibis 5 mesi fa su tio
Un attimo. Distinguiamo il fare la spesa in Italia dai frontalieri. Fare la spesa in Italia costa meno e si ha un bel risparmio. I frontalieri vengono a lavorare in Ticino dal 1515 cioè da quando hanno stabilito dei confini. A mio avviso non c’è nesso, ma per chi si lamenta io dico: Ti va bene pagare un operaio generico 70 franchi all’ora perché è frontaliero e prende 3'000.- franchi al mese dato che in Italia ci vive benissimo. Ti va lo stesso bene pagare un operaio generico 150.- franchi all’ora purché sia residente in Ticino? Io sono un po’ nell’ambiente e non conosco ticinesi che fanno gli operai generici, o sono italiani che hanno avuto il passaporto o sono dell’est e hanno avuto la nazionalità perché arrivati qui come rifugiati. Si parla dei frontalieri che rubano il lavoro, ma se fossero tutti locali (nb. locali e non necessariamente svizzeri) avrebbero stipendi molto piu’ alti e aumenterebbe il costo di tutto.

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
Operaio generico a CHF 70 all’ora? L’equivalente di CHF 3’000 al mese? Ma li sai fare i conti?

Voilà 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
bibis: mi presenti un operaio generico che guadagna 150 Fr. l'ora, o meglio mi presenti un datore di lavoro disposto a pagarlo 150 Fr.l'Ora? La realtà è che i datori di lavoro ci fatturano, a dipendenza della professione, dai 60 ai 100 Fr. l'ora indipendentemente da quanto pagano il personale

Voilà 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
bibis: nei Cantoni svizzeri non di confine pagano stipendi più alti, i prezzi non sono più alti dei nostri e il tenore di vita è migliore. Anche le aziende che esportano, seppur confrontate con i medesimi problemi delle ditte ticinesi, danno stipendi più alti.

Gpm8 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
Bibis, rifugiati? Stai bene? Appoggia il fiasco visto I conti che fai e quello che scrivi,

Disà 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
è una nozione molto semplice invece che se è maggiore il consumo interno l' economia cresce per tutti , le paghe dovrebbero essere da contratto collettivo quindi ora ne beneficiano piuttosto i frontalieri rispetto ai residenti visto che la contrattazione frena il rialzo per la concorrenza , a spanne 80k frontalieri x 4k stipendio lordo fanno 320 Milioni anno di indotto mancante all' economia locale ( affitti , tasse ,commercio ) ai quali però vanno aggiunti i costi supportati ( vedi svincolo mendrisio per il traffico , disoccupazione ) , la soluzione non è ovvia chiaro ma una misura come questa è oltraggiosa in un momento di aumenti generalizzati dei costi

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
Forse sei tu che non hai recepito il concetto seven up. 70 fr. è la tatiffa oraria che paghi alla ditta per l'intervento di un operaio generico, 3000 fr la sua paga mensile quale dipendente. Le due cose non sono in relazione.

bibis 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
Parlo di una ditta che offre un servizio. Tu pensi che mi riferissi a un operaio italiano che viene qui ad aprire la sua ditta con lui fondatore e unico membro e fattura 70.- all'ora? ahahaha mi fai ridere! come anche il resto dei tuoi commenti, di economia non ne capisci proprio

Mitch 83 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
Che ci siano pochi operai ticinesi è vero ma la colpa è anche delle imprese che rendono questi lavori poco appetibili dai residenti. Chi ha voglia di spaccarsi la schiena e far pure fatica ad arrivare a fine mese? In altri cantoni le cose sono molto diverse..

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
…. ha parlato il fenomeno! Abbassa la cresta Ciccio

Gimmi 5 mesi fa su tio
La maggior parte della gente,va a far spesa nei supermercati e anche a mangiare nei ristoranti oltre frontiera,perchè qui da noi ,per un operaio e capo famiglia,con gli stipendi che abbiamo qui in Ticino,non possiamo permettercelo qui da noi !!

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Gimmi
Qui qui qui qui quo qua.

Zerounozero 5 mesi fa su tio
Capisco il problema dei piccoli negozi ma la spesa normalmente viene fatta alla grande M( 465mio di utile nel 2022) e la C( con 562mio di utile) quindi mi sembra solo una scusa quella del turismo della spesa. Si dovrebbe tassare il passaggio alla frontiera tipo 5chf a passaggio ( versato ai cantoni di confine) e il problema è risolto.

Zampadicapra 5 mesi fa su tio
E dimenticavo… ricordate che il prezzo attuato dagli „arancioni“ non ha differenza sull‘intero territorio. Le patate a zurigo costano come a chiasso. Gli stipendi medi del cantone invece non mi sembrano gli stessi. Per uno zurighese fare la spesa in Svizzera é certamente più fattibile che per un ticinese.

Zampadicapra 5 mesi fa su tio
Economia helvetica corrotta dalle grandi insegne „arancioni“. Maledetti! Aprite gli occhi. Prodotti svizzeri ok, …peccato che il rimanente 70% dell‘assortimento in vendita di Svizzero non ha un bel NIENTE! Il prezzo dei prodotti importati é folle e non ha nulla di etico per non dire che si tratta di truffe belle e buone. Gli „arancioni“ per poter fare come gli pare si comprano politici a suon di gettoni nei vari CDA, cosi zitti zitti attuano politiche protezioniste al solo fine di mantenere monopolio e di evitare il fuggi fuggi del popolo che non può fare altro che tentare soluzioni creative per stare a galla. Inoltre sempre gli „arancioni“ si comprano stampa, tv e media in quanto sono i migliori clienti in fatto di pubblicità cosi da tacitare eventuali fastidi mediatici senza nemmeno dover chiedere, chi farebbe mai arrabbiare il proprio miglior cliente? Aprite gli occhi, cari lettori. Basta truffe „arancioni“! Se il mercato fosse trasparente e lo fossero pure i prezzi noi Svizzeri saremmo meno stimolati a cercare benessere oltre confine.

Perro 5 mesi fa su tio
Risposta a Zampadicapra
👍

Meck1970 5 mesi fa su tio
Vogliono entrare nell'Europa, vogliono i bilaterali, .....ma quando qualcosa a noi piccoli conviene, vogliono metterci dei paletti. Questa è proprio una politica marcia.

Panda 5 mesi fa su tio
Cari, da bacchettare se caso sono i datori di lavoro che fanno d’impiego (nuovi imprenditori ?lll??? 🤌🤌🤌) IL CANE CHE SI MORDE LA COSA Se il datore di datore lavoro assume maggiormente frontalieri e magari qualche ticinese, lo stipendio é da fame!!! Visto che aumenta tutto una famiglia risparmia dove può e i giovani giustamente vanno oltre Gottardo dove percepiscono il giusto. Alle ditte-aziende che si lamentano del calo vendite (Manor & Co.) dico solo di farsi un’esame di coscienza

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Panda
Panda, ac quando una ripassatina della lingua di Dante ?

Panda 5 mesi fa su tio
Risposta a Swissabroad
Ma senti chi parla

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Panda
ac è un banale errore di battitura...

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a Swissabroad
… come sempre non sia mai …🤣🤣

L HOST 5 mesi fa su tio
Per me dovrebbero impedire del tutto di acquistare oltre frontiera a patto che gli stipendi aumentino in modo ragionevole. Cosa che ovviamente non accadrà mai, anzi: se passa regazzi alle votazioni gli stipendi diminuiranno ulteriormente

Keope1963 5 mesi fa su tio
Risposta a L HOST
Il balbuziente sostiene che 3500 rappresentano un buon salario 😂. Imprenditore politicante balbuziente e coerente solo con i suoi interessi, hai nominato proprio uno dei più antipatici ..

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Il balbuziente ha il 99% manodopera straniera …, ma applica prezzi svizzeri ai clienti…!

Keope1963 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
Esatto

chivas 5 mesi fa su tio
togliete subito la bottiglia alla consigliera, per favore.....

Core_88 5 mesi fa su tio
Quello che cambierà è che i prezzi in svizzera si alzeranno ancora visto che manca la vera concorrenza e non aldi e lidl che ti fanno mangiare grasso di topo

caco 5 mesi fa su tio
Non vedo il problema. La kks non risolve nulla così. Se prima andavo solo a fare la spesa, andró con moglie e figli, magari faremo anche pranzo all’estero…

Riflessioni 5 mesi fa su tio
Comunque bella pubblicità all iperal di Como 👏👏👏👏

Riflessioni 5 mesi fa su tio
Ma basta raccogliere firme e annullare queste cose In svizzera non funziona così ? Non votiamo più questi politici che vivono su un altro pianeta

IaM 5 mesi fa su tio
Risposta a Riflessioni
No è il problema del politico tal dei tali, è il sistema così....tu la sostituisci e ne arriva un altro che ugualmente farà parte (o sarà rappresentante) di un determinato cda....

Danylib 5 mesi fa su tio
Eppure qualcuno l’ha pure votata😏😏😏😏

TheOsage 5 mesi fa su tio
Risposta a Danylib
Le ricordo che i consiglieri federali non li vota il popolo. Ce li troviamo li grazie a chi abbiamo mandato a Berna, al Nazionale e agli Stati

Se7en 5 mesi fa su tio
Dagmar Jenni, altra genia…., dovrebbe ricevere il premio Oscar per la marcata ……. che dimostra, … altroché! Come fa a dire che:… eppure tutti quanti beneficiamo dei salari alti…??!! 😳 ma dove vive questa? Sulla luna? Quello che è sicuro che è strapagata per le idi…e che dice…! Che venga a vivere in Ticino con il salario medio dei residenti e poi vediamo se spara ancora certe 💩…! Poveri noi, povera Svizzera…!

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
Alegher ogni tant ma sa racumandi 🤣🤣🤣

Keope1963 5 mesi fa su tio
In Ticino abbiamo 80 mila frontalieri, residenti disoccupati, residenti disoccupati di lunga data non più disoccupati ma in assistenza, working poor ecc ecc.. questi sono i poverini che dovrebbero far girare l’economia? Non sono magari gli imprenditori locali che dovrebbero farlo assumendo residenti e allineare gli stipendi con il resto della Svizzera? Coop Migros ecc ecc hanno gli stessi prezzi su tutto il territorio inoltre cassa malati e altre assicurazioni hanno costi simili se non maggiori così come le tasse di circolazione, affitti ecc ecc, non serve un master in economia e finanza per capire che qualcosa non quadra..

Cummentino 5 mesi fa su tio
Ma alti salari cosa che vivo con 800.- al mese e dovendo pagare 3000.- di imposte all’anno?? RC (SENZA ASSICURAZIONE) di un auto che costerà 1000.- mi tocca pagarla 750… I prezzi qua sono altissimi e continuano a salire, come possono pretendere che non si vada altrove a fare la spesa??? Io abito lontano dal confine e non posso, ma se ne avessi la possibilità lo farei senz’altro!!

M70 5 mesi fa su tio
metteremo il gui nza glio a lei cara Sutter! e se chiude la bo cc a almeno evita di dire cre ti na te! si vergogni. il ticinese ne ha piene le scatole di lei e dei suoi compari che favoriscono TUTTI meno che i ticinesi e svizzeri!

sempro mi 5 mesi fa su tio
«Eppure tutti quanti beneficiamo dei salari alti, delle buone infrastrutture e dell'elevato potere d'acquisto tipici del nostro Paese» Ma la signora Dagmar Jenni ci fa o c'è di suo o semplicemente ci sta bellamente sbeffeggiando? BENEFICIAMO DI BUONI SALARI!!!😱 Ma dove cacchio vive questa?!! Lo sa qual'è la realtà a sud delle Alpi? Poi è possibile che noi saremo a spendere i soldi dove vogliono loro, fare la spesa in supermercati in Ticino a prezzi maggiorati dove ci lavorano frontalieri (nulla contro di loro) che possono spendere i soldi dove gli pare e quindi nel loro paese dove noi abbiamo delle limitazioni? Dagmar svegliatiiiiiiiiii

fugu 5 mesi fa su tio
Credo comunque che le cose vadano ridimensionate e sdrammatizzate un tantino. Vero che tutto costa più caro da noi che in Italia, ma gli stipendi sono anche più alti, e tutto sommato il potere d'acquisto - che è il parametro principale da prendere in conto - è nettamente più elevato di quello dei nostri vicini. Trovo dunque malvenuto lamentarsi continuamente. Già da ieri leggo qua e là che certi andranno a fare la spesa due volte la settimana invece di una. Allora qui c'è qualcosa che non capisco: fino ad ora facevate spesa per 300 franchi la settimana? Per persona? 1200 al mese? Alla faccia... Anche per 150 franchi a persona ne compri di cibo e di vino. O allora non so cosa mangiate...

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
…. quando la ruota girerà anche per te…, perché prima o poi toccherà anche a te, fidati, … poi vediamo se scriverai ancora le stesse 💩

bibis 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
Da un lato hai ragione, dall'altro una persona che lavora ha il diritto di spendere i suoi guadagni come crede e dove è possibile, risparmiare. Per esempio, un pacco di pan di stelle da 350 gr alla manor costa 3.95, un pacco degli stessi biscotti 700 gr all'esselunga costa 1.64 € (1.64 € sono 1.58 Chf) Chi spenderebbe Chf 7.90 invece di 1.58 per lo stesso pacco di biscotti solo per comprarlo in svizzera invece che in Italia? Senza parlare della carne e della frutta e verdura che qui hanno prezzi rasenti il ridicolo rispetto a 20 km piu' in giu..

gigipippa 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
Penso che la misura, più che nelle cifre sia inopportuna più che altro nel contesto, e nella volontà rosicchiare quel poco di benessere che è rimasto al ceto medio.

Voilà 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
fugu: peccato che il potere d'acquisto ci viene mangiato dall'affitto ma soprattutto dalla cassa malati.

fugu 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
Mah, puoi speculare finché vuoi sulla mia situazione, di cui non sai niente, il che non è segno di una grande intelligenza. Non mi sembra però il caso di insultare la gente che non la pensa come te. Nel mio commento qui sotto ho scritto in altre parole che ognuno fa come vuole, niente da dire. Nel mio commento qui invece mi stupivo delle cifre enunciate. 300 la settimana sono 1200 al mese, uguale 40 al giorno, coi prezzi italiani in più... Io non ho un budget rigido, ma grosso modo ne ho per 500 al mese per il cibo, o anche meno, diciamo una quindicina al giorno. Si può mangiare più che a sufficienza, bene, variato e sano per quella somma, ovviamente non aragosta e filetto di agnello tutti i giorni a pranzo e a cena. Ma ho imparato a diffidare di coloro che piangono miseria, è quasi una garanzia che di fatto sono più agiati di quanto pretendono; basti vedere i modelli di macchine targate Ticino nei posteggi dei supermercati italiani... Quelli che avrebbero di cui lamentarsi stanno più quatti, piangono meno, sono meno arrabbiati con la vita e si arrangiano per fare bastare il loro reddito.

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
…. Vedo ti offendi davvero per poco, … personalmente non credo di aver insultato nessuno…, ho semplicemente scritto che prima o poi la ruota girerà anche per te…! Punto! Ogni qualvolta che leggo quello che scrivi, noto che spesso tendi a sminuire i problemi seri di chi realmente li ha … e questo m’infastidisce parecchio, perché se tante persone contestano le stesse cose, vuol dire che il problema è reale…! Chi sta veramente bene dal punto finanziario, manco li legge queste articoli perché se ne frega….!

fugu 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
La pensi così, va bene. Le cifre sono quelle che sono, la Svizzera è uno dei paesi più benestanti al mondo, con una delle migliori qualità di vita. Se puoi pagare la cassa malati e le tasse, significa che hai di che essere tassato e abbastanza per non avere diritto a un sussidio. Pura logica. A partire da lì c'è poco da piangere, ti resta a sufficienza. Magari chi non ce la fa spende troppo in elettronica, macchina nuova, smartphone ultimo modello, discoteche, e divertimento in generale. Ma 2+2=4, non mi freghi su questo.

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
🤣🤣…. si certo, con i se e i ma oppure i magari …, vai lontano…! Sei libero di pensarla come vuoi affinché resta un tuo pensiero, ma dal momento in cui lo esterni, non te la prendere se qualcuno ti risponde a tono…! La Svizzera è ricca ma questo non vuol dire che il popolo lo sia, vai a dirglielo a tutti coloro che sono in disoccupazione da diverso tempo, a tutti coloro che sono in assistenza, a tutte quelle famiglie (4 persone) dove lavora un solo membro della famiglia ed è un semplice impiegato o operaio, vaglielo dire a tutti coloro che per vergogna o per pudore, non è nemmeno in assistenza e sopravvive con i risparmi di una vita…., vaglielo a dire agli over 50 …! Sei proprio un genio…! Vedo che sei solo bravo a fare i calcoli ma per il resto, dispiace dirlo, sei un caso perso…! Resta pure con le tue convinzioni, ma quando arriverà il giorno che la ruota è girata anche per te, chiamami, poi ti ricorderò volentieri tutto quello che hai scritto …! A buon intenditore poche parole!

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
La parola [dato sensibile rimosso] è stata ripetuta da Seven up nel 2023, ben 123858 volte. Che [dato sensibile rimosso]...

machescherzi 5 mesi fa su tio
Si fate pure, va a finire che non spenderò più un centesimo in svizzera, alla faccia loro🤣🤣🤣

Princi 5 mesi fa su tio
io i miei soldi li spendo dove voglio, loro dimezzano ed io vorrà dire che andro' 2 volte la settimana , faro' cena ed il pieno all'auto in barba a quella s.. di una Suttter

Voilà 5 mesi fa su tio
Manca solo che ci obblighino a fare la spesa alternativamente alla Migros, alla Coop, Aldi ecc.. per non scontentare nessuno e sostenere l'economia locale

Lello 5 mesi fa su tio
tutti a criticare i frontalieri e poi non uno che aiuta l'economia ticinese,per me potrebbero portarla a zero

RR024 5 mesi fa su tio
Risposta a Lello
Mio caro, certo che si criticano i frontalieri e poi si va a fare spesa nella vicina penisola.. loro vengono in Svizzera, portano via posti di lavoro, paghe da nababbi e NON SPENDONO UN FRANCO IN TICINO!! SI PORTANO LA “SCHISCETA” da casa!! E noi dobbiamo sempre piegarci a 90 gradi? BASTA!! Queste proposte da parte della cara Sutter, non hanno nessun motivo d’esserci!! Grazie hai frontalieri é stata messa la tassa di collegamento, e noi, ancora una volta giù a 90!! 😡😡 Io direi… BASTA!!!

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a Lello
… altro fenomeno! Diciamo pure che aiutando buona parte dell’economia ticinese, aiuti i frontalieri a mantenergli il posto di lavoro … e a quale pro? Pagando il doppio che in Italia e garantendo il posto ai front? 🤣🤣🤣

Lello 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
e poi vi lamentate che di qua si fa la fame? ma siete la prima causa,lavorare di qua e spendere di la,dimmi qual è la differenza dai frontalieri,contenti vuoi

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a Lello
…. qui si fa la fame grazie agli stipendi bassi che hanno causato chi? … si fa la fame grazie a quegli “pseudo” imprenditori che licenziano personale residente per rimpiazzarlo con il frontalierato, si fa la fame grazie a prezzi assurdi applicati in svariati settori …, che ti piaccia o meno, la libera circolazione ha rovinato il Cantone Ticino…!

Swissabroad 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
Uno come seven up bisognerebbe licenziarlo a prescindere, non fosse per la paranoia e la negatività che trasmette. Il...genius...

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a RR024
🤣👍

L HOST 5 mesi fa su tio
Risposta a RR024
Se i frontalieri non spendono in centesimo in svizzera e noi facciam la spesa da loro allora è anche peggio. Con il tuo ragionamento dovrebbero abbassare ulteriormente, altro che 150

IaM 5 mesi fa su tio
Risposta a RR024
...Sono gli imprenditori (magari tuoi amici parenti vicini...) che cercano e assumono i frontalieri...

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a L HOST
… peggio? Ma se tante famiglie non arrivano a fine mese, perché dovrebbero pagare il doppio se non il triplo per il medesimo prodotto importato dall’Italia? Per garantire il posto al frontaliere? Per me certi imprenditori e commercianti posso anche fallire domani…!

Lello 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
io faccio l'operaio,ho tre figli,e ci crederai o no ma anche senza andare in Italia riusciamo a mangiare tutti i giorni,riusciamo a pagare tutto,quindi tutte le vostre teorie da parte mia sono solo scuse campate in aria,poi ognuno può fare e credere quello che vuole

Se7en 5 mesi fa su tio
Risposta a Lello
… esattamente 👍 ognuno ha la propria situazione, non perché tu ci riesci vuol dire che tutti gli altri raccontano ⚽️⚽️

gigipippa 5 mesi fa su tio
Che la signora si adoperi per garantire un benessere generale, lavoro e salari decenti per tutti in Svizzera. Poi vedrà che il problema della spesa si risolve da solo. E semmai i soldi persi, sono quelli che esportano i frontalieri.

Io 5 mesi fa su tio
Signora Dagmar solo a leggere che tutti noi beneficiamo di salari è da brividi dovrebbe vergognarsi!!!!!

Simulator 5 mesi fa su tio
Raccolta firme per portare lo stipendio della Sutter e a chi l appoggia a 3500 chf al mese..cosi inizia a capire come si vivi con un misero stipendio!!!

Princi 5 mesi fa su tio
Risposta a Simulator
ok faccio firmare anche mia mamma 93enne

bibis 5 mesi fa su tio
O andiamo tutti dal contadino, dal casaro o dal fattore locale.. o la maggior parte dei prodotti che compriamo è di importazione. Quindi si, facciamo girare l'economia ma fra prodotti e dipendenti di svizzero nei nostri supermercato c'è davvero poco.. paghiamo piuttosto le spese di trasporto, di importazione e tasse senza contare che da gennaio sarà tutto un po' piu' caro dato aumenta l'iva all'8,1% invece del 7,7%.. lo sapevate?

Disà 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
ti credi che non l hanno pensata ? aumenta l' iva = scoraggiare gli acquisti altrove

Voilà 5 mesi fa su tio
Risposta a bibis
Prevedo che l'IVA aumenterà del 0.4% e i prezzi aumenteranno invece del 1%

bibis 5 mesi fa su tio
Arriva lei.. bella bella da Berna a dire la str. z ata della settimana

Simo76 5 mesi fa su tio
Che aumentino il potere d’acquisto invece di tassare ulteriormente. Le possibilità sono solo due, o sono incapaci o sono in malafede.

Disà 5 mesi fa su tio
Risposta a Simo76
sono asser viti al potere ( bravo tio censura anche questo ...)

Cula 5 mesi fa su tio
Vogliono mettere la dittatura allora pagate anche tutto voi co glio ni io spendo i miei soldi dove e come voglio

fugu 5 mesi fa su tio
È la legge della migliore offerta, non c'è niente da obiettare. Perché mai uno sceglierebbe di pagare 10 se può pagare 5? Sostenere il commercio locale va bene fino a un certo punto, ma il consumatore non ha missione di ingrassare commercianti che vendono a prezzi da scandalo e che non ricompensano in alcun modo la lealtà. Detto ciò, faccio la spesa nove volte su dieci qui, per praticità e perché non prendo carrellate di roba alla volta. Ci sono negozi convenienti anche qui, senza fare nomi. Ma dai due arancioni non ci vado più.

Stellina40 5 mesi fa su tio
Perché Berna non mette il guinzaglio a tutti i frontalieri che vengono qui a prendersi uno stipendio e non spendono neanche un centesimo da noi? è ora di smetterla di accanirsi sui Residenti

miba2206 5 mesi fa su tio
Et voilà, ecco la dimostrazione pratica di cosa è una lobby, cosa fa e quali influssi abbia a Berna 👍👍

Disà 5 mesi fa su tio
Risposta a miba2206
vedi anche articolo sul tabacco ...

1963hcap 5 mesi fa su tio
Per contingenze della vita e di varia natura mi sono da poco trasferita fuori confine, dunque ho risolto d'un colpo diversi di questi problemi pur avendo ancora targa e assicurazioni, compresa la Cassa malati, in CH e per questo il vero risparmio attualmente è solo sugli acquisti e l'affitto, voci di certo non trascurabili... triste anche dover constatare che non emigrano solo quelli che provengono dai Paesi cosiddetti sfavoriti, pur se io non esercito una vera e propria attività mi faccio bastare quello che ricevo facendo, in un certo senso, la "frontaliera al contrario"... !!! Ad ogni modo il Ticino è messo peggio di tutti gli altri Cantoni di confine, i salari sono troppo inferiori al resto della CH e la concorrenza di chi fa dentro e fuori ogni giorno è serrata ed in sfavore degli indigeni...

ANTHONYCA 5 mesi fa su tio
comincino a parificare gli stipendi in tutti i cantoni senza mettere il.ticino come ultima ruota del carretto e che imparino a tacere che sono strapagati facile parlare qnd hai 20 mila e passa di stipendio

Luchì92 5 mesi fa su tio
io con i miei soldi ci faccio quello che voglio!!!

Lello 5 mesi fa su tio
Risposta a Luchì92
un po' come tutti,poi però quando a farlo sono i datori di lavoro perché nessuno compra qui tutti a lamentarci

fama 5 mesi fa su tio
Una Bernese che pensa di non esser fregata da un Napoletano? Ma se in guerra, spostando i mezzi hanno fatto credere anche al Duce di avere un esercito enorme! Poveri doganieri saranno ridotti ad un lavoro meschino senza risolvere nulla!

Disà 5 mesi fa su tio
Risposta a fama
non c è cosa più pate tica dei doganieri che ispezionano le buste della spesa mentre passano cani e po r ci

IaM 5 mesi fa su tio
Risposta a fama
Bella questa!

A850 5 mesi fa su tio
Cioè praticamente, loro ci massacrano a livello di tasse, caro vita, iva , casse malati ecc... e mi vengono pure a dire dove devo andare a fare la spesa con i loro stipendi da 40/45.000 franchi? ma andate in miniera......

Stellina40 5 mesi fa su tio
Risposta a A850
Bravissimo

Tomino 5 mesi fa su tio
"Non è eticamente corretto". Non credo che sia l unica cosa non eticamente corretta, non ci sono altre priorità? Tipo pagare una cicca i dipendenti così che possono permetterselo solo i frontalieri è etico?

Axio 5 mesi fa su tio
Bello sentire molti ticinesi lamentarsi degli italiani, ma difendono il i 300 frs di franchigia per fare la spesa

Disà 5 mesi fa su tio
Risposta a Axio
ti sfugge completamente il senso del discorso

bibis 5 mesi fa su tio
Risposta a Axio
non c'entra un tubo..

Axio 5 mesi fa su tio
Risposta a Disà
Pensaci bene che centra.

Disà 5 mesi fa su tio
Cara signora Jenni vada pure a fare lezioni della sua etica a qualcun altro ...

Bionda 5 mesi fa su tio
ci mancherebbe. uno va dove c...vuole far spesa w il sindaco del mio paese nel.mendrisiotto e il primo che va

Bigman2 5 mesi fa su tio
Vietare (o limitare la libertà legittima) di spendere il proprio denaro dove meglio conviene, quando i snostri imprenditori fanno la spesa oltre confine a larghe mani (frontalierato) è da regime totalitario. Salvo poi chiamare fasci sti quelli che si oppongono, quando i fasci sti sono quelli che obbligano e puniscono. Avanti così...affinchè la democrazia diretta diventi democrazia inversa. Povera Nazione sinistrata (in tutti i sensi)

Raptus 5 mesi fa su tio
.....se tutto va bene, oltre ai 400k annui di stipendio, hanno l'autista che li scarrozza " sulle spalle NOSTRE" e gli farà pure la spesa ...

A850 5 mesi fa su tio
Risposta a Raptus
ma ovvio, già i nostri CS hanno le Mercedes classe S per andare al ristorante la sera in privato... visto coi miei occhi...

Princi 5 mesi fa su tio
Risposta a A850
confermo l'ho anche fotografato
NOTIZIE PIÙ LETTE