Cerca e trova immobili

SVIZZERAIl cuoco dell'anno? Per Gault&Millau è Silvio Germann

25.09.23 - 14:59
Tra le stelle nascenti e le scoperte dell'anno anche gli chef di due ristoranti ticinesi.
Keystone
Fonte Ats
Il cuoco dell'anno? Per Gault&Millau è Silvio Germann
Tra le stelle nascenti e le scoperte dell'anno anche gli chef di due ristoranti ticinesi.

LOSANNA - È Silvio Germann, del ristorante Mammertsberg a Freidorf (TG), il «cuoco dell'anno 2024» secondo la guida gastronomica Gault&Millau. Lo chef, di 34 anni, ha ottenuto 18 punti su un massimo di 20.

Germann gestisce dall'ottobre 2022 l'esercizio turgoviese situato di fronte alla stazione di Freidorf assieme al prestigioso partner Andreas Caminada. La giuria, che ha recensito 880 ristoranti in tutto il Paese, ha ricompensato «un giovane chef che guida con mano ferma una giovanissima squadra e i suoi cuochi che sanno pensare e creare» pasti memorabili, scrive la giuria della versione svizzera della nota guida.

Il club degli chef - Il gruppo di cuochi a cui sono stati assegnati 19 punti è rimasto immutato, formato da sei nomi seguenti: Franck Giovannini a Crissier (VD), Philippe Chevrier a Satigny (GE), Andreas Caminada a Fürstenau (GR), Heiko Nieder a Zurigo e Tanja Grandits e Peter Knogl, entrambi a Basilea.

Cuoco verde - Per la prima volta Gault&Millaut ha conferito anche la distinzione di "cuoco verde" dell'anno. Il riconoscimento ha ricompensato Paolo Casanova, del "Chesa Stüva" a Madulain (GR), per il suo impegno a cucinare in modo sostenibile, a rifornirsi presso produttori regionali e per la qualità dei suoi piatti vegetariani.

Stelle nascenti - I nuovi talenti sono Pascal Steffen ("Roots", Basilea, 18 punti), Markus Stöckle ("Rosi" a Zurigo, 17 punti) per la Svizzera tedesca; Ilario Colombo Zefinetti ("Du Théâtre" a Monthey, 17 punti) per la Svizzera francese; e Federico Palladino ("Osteria Enoteca Cuntitt" a Castel San Pietro, 16 punti) per il Ticino.

Le scoperte dell'anno sono invece Paul Cabayé & Stéphanie Zosso ("Glacier", Grindelwald, 16 punti) per la Svizzera tedesca; Grégory Halgand ("Hôtel de Ville", Ollon, 15 punti) per la Romandia; nonché Piero Roncoroni ("Osteria del Centro", Comano, 15 punti) per la Svizzera italiana.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Porzarama 9 mesi fa su tio
Complimenti ai cuochi/Chefs premiati. Ai Ticinesi l’augurio di ottime soddisfazioni culinarie e di ospiti.
NOTIZIE PIÙ LETTE