Cerca e trova immobili

SVIZZERATrovare l'annuncio della propria morte sul giornale

19.06.23 - 23:45
È successo in Romandia a un 36enne, che è stato riempito di telefonate da amici e parenti. Opera di un hacker?
20 Minutes / mrf
Trovare l'annuncio della propria morte sul giornale
È successo in Romandia a un 36enne, che è stato riempito di telefonate da amici e parenti. Opera di un hacker?

TAVANNES - Pochi giorni fa Nikita Tardent (36enne residente nel Giura bernese) ha iniziato a ricevere decine di telefonate e messaggi da amici e parenti che gli chiedevano se fosse ancora vivo. Inizialmente confuso, è rimasto presto incredulo: qualcuno aveva pubblicato un necrologio per lui sul “Quotidien Jurassien”. Questo nonostante sia ancora assolutamente vivo.

L'episodio è stato riportato dal portale di notizie "Ajour", che ha parlato con il 36enne. «Sto bene e sono vivo, ho ricevuto centinaia di messaggi», ha detto al quotidiano, aggiungendo che qualcuno è riuscito a entrare nel suo account Google (incluse le e-mail e le foto sul drive). «Sono l'unico che aveva la foto che hanno pubblicato, che è stata scattata anni fa».

Inoltre, a inizio settimana, una mail è stata mandata dall'indirizzo e-mail dell'uomo in cui venivano chieste al giornale informazioni sui prezzi e sulle scadenze per la pubblicazione dei necrologi.

L'annuncio, tra l'altro, è stato inserito con qualche incongruenza: è stata citata una certa associazione "DRALpha", che apparentemente non esiste. I nomi e i cognomi sono stati invertiti e non sono stati annotati né la data né il luogo di morte.

Nel frattempo, il "Quotidien Jurassien" ha pubblicato una rettifica: «È vivo e speriamo che lo rimanga a lungo». Il giornale ha anche dichiarato di volersi scusare con l'interessato e la sua famiglia. E si è riservato il diritto di intraprendere azioni legali. 

Nikita non si spiega l'accaduto. «Non penso di aver nemici, non ho problemi con nessuno» ha aggiunto, «la prendo con umorismo». In ogni caso, per capirne di più, ha ingaggiato un esperto informatico per provare a risalire all'autore del gesto incomprensibile. Rispondendo a una domanda di 20 Minuten, il 36enne ha ammesso che il responsabile non è ancora stato individuato.

COMMENTI
 

H2o 8 mesi fa su tio
Ciao Carlo

Sergio 8 mesi fa su tio
Finché non ha pagato lui L inserzione ……

Stefy43 8 mesi fa su tio
sarà per il nome ?
NOTIZIE PIÙ LETTE