Immobili
Veicoli

SVIZZERAButtare una cicca per terra in futuro potrebbe costar caro

05.11.21 - 18:17
Il Consiglio nazionale vuole uniformare le multe per littering, che potrebbero arrivare fino a 300 franchi.
deposit
Fonte 20minutes/ofu
Buttare una cicca per terra in futuro potrebbe costar caro
Il Consiglio nazionale vuole uniformare le multe per littering, che potrebbero arrivare fino a 300 franchi.
L'obiettivo è lanciare un segnale forte: «il littering non è tollerato». Ma non tutti la pensano così: «Multe del genere appartengono a una dittatura, non a uno Stato liberale»

BERNA - La Svizzera è reputata un Paese sostanzialmente pulito. Ma non è tuttavia raro vedere persone che gettano rifiuti per terra invece di usare i cestini o i posacenere pubblici. Ogni anno le spese di pulizia ammontano a circa 200 milioni di franchi, come ricorda la "Basler Zeitung". Ad oggi manca ancora una strategia comune per combattere il littering e ogni cantone risolve il problema a modo suo. Anche per questo a Berna si discute con l'obiettivo di elaborare un regolamento nazionale che punisca i maleducati.

Rafforzare l'economia circolare - Lasciare i resti di un panino su una panchina pubblica o gettare una cicca per terra in futuro potrebbe essere punito con una multa fino a 300 franchi. È quanto prevede il progetto della Commissione dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia (CAPTE) del Consiglio nazionale. «I rifiuti danneggiano l'ambiente, impediscono il riciclo e ostacolano i luoghi pubblici», ha affermato Bastien Girod (Verdi), presidente della CAPTE. La commissione ha pubblicato di recente il suo rapporto sull'iniziativa parlamentare "Rafforzare l'economia circolare svizzera". Chiunque getti per terra imballaggi, gomme da masticare, mozziconi di sigaretta o anche sacchetti di plastica potrebbe essere punito.

«Un po' eccessiva» - L'ammontare della multa fa tuttavia discutere. Il consigliere nazionale Matthias Jauslin (PLR/AG) ritiene che 300 franchi siano del tutto giustificati. Interpellato dal quotidiano basilese ha spiegato: «Si tratta di inviare un segnale forte: il littering non è tollerato». Ralph Hansmann, psicologo dell'ambiente al Politecnico di Zurigo, non è d'accordo: «Pagare 300 franchi per aver gettato al suolo un fazzoletto o un solo mozzicone di sigaretta mi sembra un po' eccessivo». Secondo lui, sanzionare delle inezie con multe severe appartiene più a una dittatura che a uno Stato liberale.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA