Tipress (foto d'archivio)
SVIZZERA
14.09.2021 - 11:030

Cure intensive che si riempiono, l'allarme dei cardiochirurghi

Si allungano le liste d'attesa per le operazioni al cuore. La SSCC: «Situazione preoccupante»

AARAU - L'attuale alta occupazione dei reparti di cure intensive ha quale conseguenza che non tutte le operazioni al cuore necessarie possono essere eseguite in tempo. La situazione concerne in particolare i pazienti con malattie cardiache complesse.

Lo indica in una nota odierna il presidente della Società svizzera di chirurgia del cuore e dei vasi toracici (SSCC) Peter Matt. L'associazione si dice «preoccupata per l'elevata occupazione delle cure intense negli ospedali svizzeri».

Le liste di attesa si allungano sempre di più e aumenta il rischio per i pazienti non trattati, provocando un grave pericolo per molte persone. La SSCC mette in guardia da complicazioni potenzialmente letali, quali attacchi cardiaci, aritmie, insufficienze cardiache e morti per infarto.

«È più importante che mai fermare l'aumento dei contagi», ha aggiunto Matt. Le misure igieniche e protettive dovrebbero continuare ad essere seguite e le persone che possono dovrebbero essere vaccinate il prima possibile. La SSCC chiede inoltre con urgenza maggiori risorse e capacità nei reparti di cure intensive.

Ogni anno in Svizzera vengono realizzate oltre 7'000 operazioni cardiache maggiori.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-21 20:14:42 | 91.208.130.86