tipress (archivio)
SVIZZERA 
25.08.2021 - 13:060
Aggiornamento : 14:30

«Più vaccini per evitare un nuovo giro di vite»

È quanto sostengono economiesuisse, l'Unione svizzera degli imprenditori e l'Unione svizzera delle arti e mestieri.

Nel loro appello, le tre organizzazioni esortano la popolazione, e in particolare i datori di lavoro, a rendere possibile la vaccinazione anche durante le ore di lavoro, se necessario.

BERNA  - La Svizzera deve continuare a combattere la pandemia di coronavirus con misure meno invasive possibili nella vita della società. L'economia chiede di aumentare sensibilmente il tasso di vaccinazione, invitando i datori di lavoro a rendere possibile, se necessario, l'immunizzazione anche durante l'orario di lavoro.

«Non possiamo e non vogliamo permetterci» un terzo lockdown o misure di distanziamento ancora più severe, hanno indicato oggi in un comunicato congiunto economiesuisse, l'Unione svizzera degli imprenditori (USI) e l'Unione svizzera delle arti e mestieri (usam). Per non rovinare i successi ottenuti finora, la Svizzera deve aumentare ulteriormente il tasso di vaccinazione.

Nel loro appello, le tre organizzazioni esortano la popolazione, e in particolare i datori di lavoro, a rendere possibile la vaccinazione anche durante le ore di lavoro, se necessario.

In quanto aspetto integrante della logica della protezione mirata, la vaccinazione è un elemento importante della strategia nazionale, sottolineano. Tuttavia, avrà successo solo se una parte sufficientemente grande della popolazione, circa l'80%, sarà vaccinata. Oggi, questo tasso è solo leggermente superiore al 50%.

La vaccinazione non presenta vantaggi solo per gli individui immunizzati, ma anche per la società, sottolineano i rappresentanti dell'economia. Maggiore è la percentuale di popolazione vaccinata, minore è il rischio di nuove mutazioni. E anche in caso di infezione, la malattia dura meno a lungo.

Un tasso di vaccinazione più alto significa anche meno misure drastiche imposte e il proseguimento della normalizzazione in corso, aggiungono.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Avetesempreragionevoi 1 mese fa su tio
D’accordo al 100%, non ci sono altre vie per evitare nuove chiusure e, soprattutto, l’intasamento negli ospedali che coinvolgono e mettono in difficoltà, molto spesso, chi ha bisogno di essere curato per altre patologie. Si è perso il senso civico e l’avere a cuore il bene comune per il quale, a volte, bisogna fare qualche sacrificio… questo è uno di quei momenti.
Aargauer 1 mese fa su tio
@Avetesempreragionevoi Concordo
Fkevin 1 mese fa su tio
Guarda vi aspetto nel wc mentre faccio una cosa fresca fresca a chilometro zero per voi. Voi media siete i più bloccati e stitici che non abbia mai mai visto. Quanto potere avete in mano. Una volta c'erano gli anticorpi, c'era lo stile di vita, le basi per vivere meglio. Mentre oggi c'è il vaccinoooooo..... Ci salva dall'Armageddon 😄😄😄😄
pag 1 mese fa su tio
@Fkevin Quanta eleganza.. In effetti stile di vita e anticorpi salvano tutti i gg migliaia di persone che muiono delle patologie piu disparate... ma come? nn bastava limone e zenzero e una bella camminata????
Fkevin 1 mese fa su tio
@pag Quindi? Continuo a mangiare schifo e fare il sedentario? Mi do al fumo e alcool e mi rinchiudo in casa senza veder nessuno? Ma per favore, svegliaa
emib53 1 mese fa su tio
@Fkevin Un corso di cucina online e passeggiare nei boschi, invece che perdere tempo a scrivere sciocchezze?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 09:40:50 | 91.208.130.87