Immobili
Veicoli

SVIZZERADisoccupazione in calo del 10% tra i giovani

07.06.21 - 08:17
Ancora al ribasso il tasso di persone in cerca di occupazione a livello svizzero. In Ticino si attesta ora al 3%.
Tipress
Fonte Ats
Disoccupazione in calo del 10% tra i giovani
Ancora al ribasso il tasso di persone in cerca di occupazione a livello svizzero. In Ticino si attesta ora al 3%.
Sale invece tra gli over 50.

BERNA - La disoccupazione in Svizzera è scesa in maggio rispetto al mese precedente, sebbene rimanga ancora nettamente più elevata dei livelli pre-pandemia: il tasso si è attestato al 3,1%, a fronte del 3,3% di aprile, al 3,4% dello stesso mese del 2020 e al 2,2% di maggio 2019, ultimo anno prima del coronavirus. In contro tendenza rispetto al quadro generale spiccano due aspetti: la progressione annua del tasso per gli ultra 50enni e l'aumento dei disoccupati di lunga durata.

Quattro mesi in calo - Stando ai dati diffusi oggi dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO) il numero dei senza lavoro iscritti agli uffici regionali di collocamento (URC), che in gennaio aveva toccato i massimi dal 2010 (oltre 261'000), è sceso in maggio a 142'966: la flessione è di 8'313 rispetto ad aprile e di 13'032 sull'arco di dodici mesi. Nel maggio 2019 le persone senza impiego erano però poco più di 100'000.

Svizzera italiana - In Ticino nel maggio 2021 il tasso di disoccupazione si è attestato al 3,0% (-0,2 punti rispetto ad aprile, -0,9 su base annua), nei Grigioni al 2,0% (-0,4 e -1,3).

Romandia - I cantoni romandi rimangono i più colpiti dalla disoccupazione. Con un tasso del 5,2% il primato negativo spetta a Ginevra; seguono Giura (4,9%), Neuchâtel e Vaud (4,2%). Alti sono anche i valori di Basilea Città (3,9%) e Argovia (3,6%). Con un tasso dello 0,9%, Appenzello interno è invece il cantone con meno disoccupati. Il motore economico della nazione, Zurigo, è al 3,1%, perfettamente in linea con la media nazionale.

In classifica - Il Ticino è all'11esimo posto fra i più toccati dal problema, mentre i Grigioni sono al settimo rango nella graduatoria dei meno colpiti. In termini assoluti, da Airolo a Chiasso si contano 5'061 disoccupati (-420 mensile, -1555 annuo), mentre nelle valli retiche la cifra è di 2243 (-387 e -1377).

Generazioni a confronto - Tornando all'ambito nazionale, dai dati pubblicati dalla Seco emerge anche che il numero di giovani (15-24 anni) disoccupati è diminuito di 1350 unità rispetto ad aprile a un totale di 12'754, cioè 5'004 persone in meno dell'anno prima. Il tasso per questa fascia di età si è attestato al 2,4%, in flessione di 0,3 (mese) e di 1,0 punti (anno). I lavoratori ultra 50enni sono al 3,2% (-0,1 mensile, ma +0,2 annuo). I disoccupati di lunga durata (cioè quelli iscritti agli URC da oltre un anno) erano 34'528, il 2,1% in più di aprile e l'84% in più (+15'757) di dodici mesi prima: 826 giovani, 19'301 25-49enni e 14'309 ultra 50enni.

Nazionalità - Leggendo i dati in base alla nazionalità, gli svizzeri presentano una quota di senza lavoro del 2,2% (-0,1 mensile, -0,2 annuo), gli stranieri del 5,5% (-0,4 e -0,4). Per paese di provenienza, i tassi sono più elevati per i bulgari (12,3%), i rumeni (10,3%), gli africani (10,7%) - che la Seco considera nel loro insieme -, i kosovari (8,5%) e gli slovacchi (8,3%). L'Ue è al 4,8%. Riguardo ai principali paesi confinanti, la Francia è al 6,2%, l'Italia al 5,0% e la Germania al 3,5%.

In totale - Complessivamente, afferma ancora la Seco, le persone in cerca d'impiego registrate nel mese scorso erano 237'367, il 3,6% in meno rispetto ad aprile e l'1,9% in più di dodici mesi prima. Tale cifra comprende, oltre ai disoccupati iscritti, le persone che frequentano corsi di riconversione o di perfezionamento, che seguono programmi occupazionali o che conseguono un guadagno intermedio. Il numero dei posti vacanti annunciati presso gli uffici di collocamento è pari a 55'255 (-8860 rispetto ad aprile e +4385 su base annua).

Lavoro ridotto - I funzionari di Berna hanno pubblicato anche i dati relativi al lavoro ridotto per il mese di marzo (ultimo dato disponibile): ha colpito 340'953 persone, ovvero 72'498 in meno (-17,5%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende interessate è sceso di 7029 unità (-13,6%) portandosi a 44'593. Il numero delle ore di lavoro perse è calato di 3,1 milioni (-10,3%), per un totale di 27,1 milioni di ore. Nel corrispondente periodo dell'anno prima (marzo 2020) erano state registrate 36,7 milioni di ore perse, ripartite su 782’436 persone in 97’432 aziende.

Passaggio all'assistenza - Sempre in marzo, 58 persone hanno esaurito il diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione.

COMMENTI
 
volabas56 1 anno fa su tio
Importante tralasciare sempre il numero di persone che entrano in assistenza
mastermi 1 anno fa su tio
che bello sparare numeri a c...... senza contraddittorio.
Ro 1 anno fa su tio
Per quelli della TSI, h 18.00, invece anche gli over 50 sono diminuiti. Eh sì!
pillola rossa 1 anno fa su tio
"Sempre in marzo, 58 persone hanno esaurito il diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione." E in aprile, maggio, giugno?
Ro 1 anno fa su tio
Beh ! Allora c’è poco di che rallegrarsi, visto che aumentano i disoccupati over 50. A parte il fatto che una mezz’ora fa ho letto un articolo dove si diceva che non si trovano persone con i requisiti idonei.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA